settembre 20th, 2018

Addio a Inge Feltrinelli, l’editrice che voleva cambiare il mondo con i libri

Pubblicato il 20 Set 2018 alle 10:29am

Addio a Inge Feltrinelli. Fotoreporter, editrice che voleva cambiare il mondo attraverso la lettura e i libri: ha avuto una vita straordinaria in cui c’è tutta la storia del Novecento italiano ed europeo. Nata in Germania il 24 novembre 1930, figlia di ebrei tedeschi, Inge Schoenthal Feltrinelli, naturalizzata italiana, era “un vero vulcano di idee, curiosità, gentilezza” come l’aveva definita Amos Oz.

“I libri sono tutto, i libri sono la vita”, ed è stata una vita circondata da libri, librai, editori, scrittori e lettori quella di Inge Schönthal Feltrinelli, Presidente della Casa editrice Giangiacomo Feltrinelli e icona della cultura del ‘900, che ci ha lasciati oggi all’età di 87 anni”. Così in un comunicato della casa editrice.

”Fonte quotidiana di ispirazione per le attività dell’intero Gruppo, Inge Feltrinelli è stata la guida più esigente e lo sguardo più innovativo, l’entusiasta promotrice di nuove attività come la diga più invalicabile a difesa dell’indipendenza e dell’autonomia della cultura e di tutte le manifestazioni di pensiero libero. ‘

‘Fotografa, fotoreporter, grande appassionata di moda, di arte e di ogni forma di creatività, aveva difeso con coraggio la stessa esistenza della Casa editrice Feltrinelli, alla scomparsa del suo fondatore. Ci lascia una donna che sapeva distinguere la qualità e che ha portato in Italia e a Milano, nel corso degli ultimi cinquant’anni, scrittrici, scrittori, editori, intellettuali internazionali animando un contesto di inestimabile ricchezza’.

‘L’Amministratore Delegato del Gruppo, Roberto Rivellino, il Comitato di alta direzione, i librai Feltrinelli e tutto il personale della squadra Feltrinelli sono vicini al dolore del loro Presidente Carlo e a tutta la famiglia.

Truffa on line in corso, la Polizia Postale avverte: “Attenti alle email con il ricatto per i siti porno, cambiate la password”

Pubblicato il 20 Set 2018 alle 10:15am

La Polizia Postale lancia una vera e propria allerta, secondo la quale è in corso una massiccia attività di invio indiscriminato di messaggi di posta elettronica (spamming) a scopo di estorsione, attraverso email in cui gli utenti vengono informati dell’hackeraggio del proprio account di posta elettronica a opera di un gruppo internazionale di criminali.

Tale email comunica che l’account è stato hackerato attraverso l´inoculamento di un virus mentre venivano visitati siti per adulti; da qui parte la minaccia di divulgare a tutti il tipo di sito visitato e la richiesta di denaro in cripto-valuta.

«Attenzione – avverte la Polizia Postale – Nulla di tutto ciò è reale: rappresenta un’invenzione dell’autore del reato, elaborata per spaventarci e indurci a pagare la somma illecita: è tecnicamente impossibile, infatti, che chiunque, pur se entrato abusivamente nella nostra casella di posta elettronica, abbia potuto, per ciò solo, installare un virus in grado di assumere il controllo del nostro dispositivo, attivando la webcam o rubando i nostri dati».

La Polizia Postale raccomanda inoltre di mantenere la calma poiché il criminale non dispone in realtà di alcun filmato che ci ritrae in atteggiamenti intimi né, con tutta probabilità, delle password dei profili social da cui ricavare la lista di nostri amici o parenti; di non pagare assolutamente alcun riscatto poiché l’esperienza maturata in casi precedenti (come #sextortion e #ransomware) dimostra che, anche quando il criminale dispone effettivamente di nostri dati informatici, pagare il riscatto determina un accanimento estorsivo, volto ad ottenere altro denaro.

La Polizia consiglia dunque di proteggere adeguatamente la nostra email (e in generale i nostri account virtuali): cambiare la password, se non si è già provveduto a farlo, impostando password complesse; non utilizzare mai la stessa password per più profili; abilitare, ove possibile, meccanismi di autenticazione «forte» ai nostri spazi virtuali, che associno all’inserimento della password, l’immissione di un codice di sicurezza ricevuto sul nostro telefono cellulare. E, ancora, di tenere presente che l’inoculazione (quella vera) di virus informatici capaci di assumere il controllo dei nostri dispositivi può avvenire soltanto se i criminali informatici hanno avuto disponibilità materiale dei dispositivi stessi, oppure qualora siano riusciti a consumare, ai nostri danni, episodi di phishing informatico. È buona norma quindi non lasciare mai i nostri dispositivi incustoditi (e non protetti) e guardarsi dal cliccare su link o allegati di posta elettronica sospetti.

Norma Miller, l’icona indiscussa dello Swing, quasi centenaria, si conferma madrina dello Swing’N’Milan l’11, 12, 13 e 14 ottobre allo Spirit De Milan

Pubblicato il 20 Set 2018 alle 9:17am

NORMA MILLER, l’icona indiscussa dello Swing, quasi centenaria, si conferma madrina dello SWING’N’MILAN! Il festival internazionale dedicato al ritmo americano degli anni ’30 e ’40 si svolgerà l’11, 12, 13 e 14 ottobre nel locale meneghino SPIRIT DE MILAN. (altro…)

Tumori neuroendocrini quintuplicati, Umberto I Roma vara ‘task force e come affrontarli

Pubblicato il 20 Set 2018 alle 8:13am

Possono colpire organi molto diversi tra di loro come intestino, pancreas, polmoni e tiroide. Sono i tumori neuroendocrini, neoplasie ormonali a bassa incidenza, chiamate anche malattie rare. “Sono patologie sì ‘rare’ ma ‘non troppo’: sappiamo che le diagnosi di tumori neuroendocrini sono quintuplicate negli ultimi anni e nessuno specialista è in grado di affrontare queste malattie da solo, neanche l’endocrinologo. Per questo abbiamo varato ‘Nettare’ (Neuroendocrine Tumors Task Force): un gruppo multidisciplinare composto da diversi specialisti che si occupano del paziente, dalla presa in carico, alla diagnosi, alla scelta congiunta del trattamento, al ‘follow up'”. Lo ha sottolineato all’Adnkronos Salute Andrea Lenzi, coordinatore di ‘Nettare’, e tra i relatori del corso Ecm ‘Up-to-date in tema di diagnosi, terapia e follow-up dei tumori neuroendocrini’ che si è tenuto alcuni giorni fa al Policlinico Umberto I di Roma.

La ‘task force’ promossa dall’Umberto I è composta da esperti di Endocrinologia, Radiologia, Medicina Nucleare, Oncologia, Gastroenterologia, Chirurgia generale, Anatomia patologica e Patologia clinica. “La nuova classificazione dell’Oms ci semplifica la vita – prosegue Lenzi, ordinario di Endocrinologia all’Università Sapienza di Roma – ci consente di identificare le varie patologie e arrivare alla diagnosi e alla terapia nella maniera più corretta possibile. Ma sopratutto mette al centro la necessità dell’interdisciplinarietà per affrontare questi tumori. Oggi abbiamo farmaci, trattamenti e protocolli che guariscono i malati”.

Susanna Tamaro, esce oggi in edicola il nuovo libro “Il tuo sguardo illumina il mondo” e lei rivela: “Soffro della Sindrome di Asperger”

Pubblicato il 20 Set 2018 alle 7:41am

Il 20 settembre esce in libreria e in edicola la nuova opera della scrittrice triestina Susanna Tamaro, famosissima per il suo best seller Va’ dove ti porta il cuore: “Il tuo sguardo illumina il mondo“, una lunga ‘lettera all’amico poeta Pierluigi Cappello scomparso lo scorso anno.

In occasione della pubblicazione del suo nuovo libro, per la prima volta l’autrice confida al Corriere della Sera di soffrire della sindrome di Asperger, una forma di autismo che genera difficoltà nelle relazioni sociali e sviluppa comportamenti ripetitivi e stereotipati, ma che non causa alcuna compromissione intellettiva e non provoca ritardi nello sviluppo cognitivo e del linguaggio.

“Soffro della sindrome di Asperger, è questa la mia invisibile sedia a rotelle, la prigione in cui vivo da quando ho memoria di me stessa. La mia testa non è molto diversa da una vecchia motocicletta. In certi momenti la manopola del gas va al massimo, in altri le candele sono sporche e il motore si ingolfa”.

Lorena Bianchetti mamma a 44 anni

Pubblicato il 20 Set 2018 alle 6:59am

Lorena Bianchetti annuncia al settimanale Chi la sua gravidanza. È incinta ed è al 4 mese di gravidanza. La conduttrice tv e giornalista del programma mattutino domenicale A SUA IMMAGINE è rimasta incinta, all’età di 44 anni, di suo marito Bernardo De Luca, dopo qualche anno di tentativi e di speranze. È lei stessa a comunicarlo con delle parole molto belle: “Pensavo che ormai non fosse destino, infatti questa gravidanza è veramente inaspettata a 44 anni. Sono al quarto mese, sta procedendo tutto bene (anche se sono lievitata subito): io e mio marito Bernardo siamo al settimo cielo. Non abbiamo ancora scelto il nome, ma sentire il battito del suo cuore è stata un’emozione grandissima. Posso dire di essere veramente felice”. 

L’intervista esclusiva è in edicola sul numero di Chi di questa settimana.