settembre 22nd, 2018

Stanotte a Pompei: Alberto Angela porta i tesori di Pompei in prima serata questa sera su Rai1

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 10:56am

Potrebbe essere l’olio d’oliva solidificato più antico mai ritrovato prima: è in una bottiglia di vetro conservata nei depositi del Museo archeologico nazionale di Napoli e proviene da una delle città vesuviane sepolte dall’eruzione del 79 d.C. Alberto Angela, mostra il reperto insieme a Paolo Giulierini, direttore del MANN nel corso della presentazione stampa di “Stanotte a Pompei”, in onda questa sera, 22 settembre, in prima serata su Rai1. Il reperto è attualmente studiato dagli esperti del dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli. (altro…)

Emporio Armani, sfilata per lui e lei all’aeroporto di Linate: 2400 ospiti e super show con Robbie Williams

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 10:18am

Una grande e bellissima sfilata è andata in scena all’aeroporto di Linate. L’idea è nata dopo le trasferte di Parigi e Londra. Per tornare a casa, re Giorgio ha fatto le cose veramente in grande, facendo imbarcare 2400 ospiti come se essi dovessero partire realmente.

‘Emporio Armani Boarding’ così è stata chiamata la sfilata. File lunghissime per il controllo dei documenti, e poi ancora per quelli di sicurezza, con più di un’ospite costretta a togliere tacchi e gioielli per passare il metal detector. E poi ancora il classico corridoio chiuso che porta alle navette per i velivoli, ma che questa volta si apriva sulla visione dell’hangar trasformato nel set della sfilata: un grande spazio allestito con tubi innocenti con al centro quattro buche per ospitare i 100 vincitori del concorso indetto dal brand. Non una serata di quelle che si improvvisano ma con 150 operai che hanno lavorato alla costruzione del palco per 10 giorni, mentre ci sono voluti 4 mesi di progettazione per l’intero evento, culminato con l’esibizione di Robbie Williams, apparso a sorpresa in giacca di paillettes e kilt blu, per la gioia di ospiti come la coppia formata da Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo, il regista Gabriele Muccino, Benedetta Mazzini, la top model Eva Riccobono, lo youtuber Cameron Dallas. E ancora la musica di Jack Savoretti, Levante, Ghali, Baby K, Nina Zilli e Fabio Rovazzi, dal calcio Mauro Icardi e signora, dallo sport Federica Pellegrini e Francesca Schiavone, ma anche il conduttore Alessandro Cattelan e la principessa Pauline, figlia di Stephanie di Monaco. E l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il prefetto Luciana Lamorgese.

Quando il maxischermo alle spalle del palco si è acceso lo show è decollato, con le collezioni per lui e per lei per la prima e pare unica volta in passerella insieme. E con una location così, il tema non poteva essere che quello del viaggio, a partire dai tessuti, che hanno una consistenza aerea nei blazer da donna destrutturati, negli abiti da uomo fluidi, nei trench lunghi. Per muoversi veloce, il lui con bermuda in vinile (giacca, boxy o comoda come una maglia), lei tute drappeggiate senza spalline o pantaloni fluidi ripresi al ginocchio portati con top scintillanti. Tutto è svelto e giovane: anche l’abito lungo portato con il maxizaino e il giubbino di denim lungo, il completo maschile con il cappellino sportivo con la visiera. Per la sera, poi, gli abitini sono color verde acido o blu elettrico incrostati di cristalli e con il corpino logato, ma anche shorts di paillettes, che osa anche lui, insieme alla giacca con ricami che ricordano gocce d’acqua. Quando si spengono le luci, Armani è una rapida visione: partono le note di ‘Let me entertain you’ e Robbie Williams travolge tutti con la sua irriverenza. Prima mostra il lato B alzando velocemente il kilt, poi omaggia l’amico George Michael, scomparso nel 2016, con una cover di ‘Freedom’: “Io non sono omosessuale. Però, per il mio George Michael – dice – lo sarei stato almeno un pochino. Mi manchi George”. E poi via con una carrellata di successi, da ‘Love my life’, dedicata ai figli, a ‘Monsoon’, passando per un duetto a sorpresa con il padre e un siparietto con un’ospite, fino all’omaggio ad Armani, “leggenda vivente”, cui dedica ‘My way’.

Il complicato mondo di Nathalie, al cinema dall’11 ottobre

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 7:02am

Arriva al cinema ‘Il complicato mondo di Nathalie’, il film con il Premio César Karin Viard (La famiglia Bélier, Delicatessen), il prossimo 11 ottobre, con Officine UBU.

Protagonista del film è Nathalie, professoressa di lettere divorziata e madre di una giovane ragazza, alle prese con un momento delicato, pieno di insoddisfazione e nostalgia, che la costringerà alla fine a cercare più a fondo le motivazioni del suo malessere. Nel frattempo però, non sempre i suoi comportamenti e il suo sarcasmo saranno ben accolti da familiari, amici e colleghi…

La storia di una donna schietta e senza peli sulla lingua, ma che si fa amare perché umana, unica, vera, tra appuntamenti stravaganti, una figlia che cresce e incontri che le cambiano la vita.

“Sono stata immediatamente attratta dal ruolo di Nathalie – dichiara Karin Viard parlando dell’originalità del suo personaggio. Spesso ci vengono raccontate storie di donne che si avvicinano ai cinquant’anni che vogliono andare a letto con uomini più giovani o altre che sono semplicemente alla frutta. Qui invece abbiamo a che fare con un personaggio complesso, come piacciono a me. Un personaggio pieno di sfaccettature.”

SINOSSI

Nathalie è una professoressa di lettere divorziata e madre premurosa che sta attraversando una fase complicata della propria vita. La figlia, la migliore amica, l’ex marito… le sembra che tutti siano contro di lei e che nessuno riesca a comprenderla. Nathalie inizia così a fare i conti con se stessa e con gli altri per dare un senso al suo sentimento d’insoddisfazione e nostalgia dei bei tempi andati. Ma i suoi sbalzi d’umore e il suo graffiante sarcasmo mettono a dura prova le persone che la circondano. Cosa starà accadendo a Nathalie? Un toccante e ironico ritratto di una donna sulla soglia dei cinquant’anni.

Taglio capelli medi, il più consigliato per l’autunno inverno 2018 2019 perché adatto a tutte

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 6:58am

Il prossimo autunno inverno, sarà molto di moda il Glass Hair. La nuova versione del blunt bob (anche detto blunt bob) perfettamente lucido. Si tratta di un taglio netto dalla lucentezza che sembra vetrificata e dalla texture dritta, liscia e setosa. Un taglio abbinato ad uno styling semplice (e preciso) da realizzare comodamente anche da casa propria.

Se poi amate i glass hair ma non siete sicura che vi stiano bene, potete provare la variante con frangia, adatta anche a chi ha capelli ricci o mossi.

Dateci un taglio! Per vedervi diverse, più giovani, più eleganti e sportive! Ma anche semplicemente per coccolare i vostri capelli che si sono rovinati durante le vacanze estive.

Ph. Pinterest

Estate: controlli Gdf, irregolare 50% delle case vacanze

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 6:11am

Nel corso dell’estate una casa vacanze su due è stata affittata a nero. E’ quanto emerge dalle verifiche eseguite dalla Guardia di Finanza su proprietari di seconde e terze case nelle località balneari, di montagna e nelle città d’arte da giugno a settembre in corso.

Così, per ben 1.477 controlli effettuati 902 sono risultati irregolari e, di questi, 753 sono risultati essere affittati a nero. Le regioni dove si sono registrati più casi con affitti in nero sono stati la Puglia, la Toscana e il Lazio.

Tra i casi più eclatanti scoperti dalle Fiamme Gialle c’è quello di Pescara dove una ventina di persone affittavano in nero abitazioni e b&b a turisti in vacanza nei comuni costieri evadendo il Fisco per 350mila euro.

Ma non solo. Altro caso molto eclatante è quello di una società immobiliare dove i finanziari hanno contestato operazioni in evasione d’imposta per 150 mila euro. Nel mese di luglio, ad esempio, avevano scoperto a Taormina veri e propri hotel fantasma: bed and breakfast completamente sconosciuti al fisco e appartamenti affittati a nero per un valore non dichiarato di euro 130mila.

Tre mesi estivi in cui la Gdf ha individuato 4.126 venditori abusivi: soggetti che non hanno mai richiesto la licenza o i permessi previsti dalle norme, che non hanno mai comunicato al fisco l’inizio della loro attività o che non hanno mai installato i registratori di cassa.

Solo da giugno a settembre sono stati sequestrati 29 milioni e mezzo di prodotti contraffatti, con una media di oltre 380mila pezzi al giorno. Su quest’ultimo fronte sono state denunciate 1.320 persone e scoperte 21 tra fabbriche e depositi clandestini.

Tra le varie operazioni portate a termine dalle Fiamme Gialle di Torino anche la scoperta di un vero e proprio ‘palazzo dell’illegalità’. Un b&b nel centro storico della città pubblicizzato su tutti i siti web del settore che, oltre a non avere alcuna licenza, era anche diventato un centro di smercio di prodotti falsi di lusso, e due stabilimenti balneari in Puglia e Calabria trasformati in discoteche completamente abusive e due stabilimenti fantasma a Napoli che occupavano illegalmente un’area del demanio dello Stato affittando sdraio e ombrelloni.

Un distributore di carburante su cinque è emerso essere irregolare: su 2.180 distributori in tutta Italia, controllati dalla Finanza, di questi, 496 hanno avuto delle contestazioni e, di queste, 286 hanno riguardato la disciplina dei prezzi. 83 sono invece i responsabili delle stazioni denunciati, con il sequestro di oltre 700mila litri di prodotti petroliferi.

Nei 3 mesi estivi sono stati 236.467 i controlli fatti dalla Guardia di Finanza nelle località di villeggiatura, con una media di circa 500 verifiche al giorno.

Mei 2018. Torna il Festival della musica indipendente il 28/29 e 30 settembre

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 6:01am

Il 28, 29 e 30 settembre si svolgerà anche quest’anno a FAENZA (Ravenna) la ventitreesima edizione del MEI2018 – Fatti di Musica Indipendente, la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Un evento che da quasi 25 anni è punto di riferimento e di incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della musica italiana degli ultimi decenni. (altro…)