ottobre 20th, 2018

Il 15% delle coppie ha difficoltà nel concepimento a causa di diabete, tiroide e ipofisi. Ma molto spesso non lo sa

Pubblicato il 20 Ott 2018 alle 12:47pm

I problemi di concepimento interessano il 15% delle coppie italiane, tra fattori femminili e di coppia vi sono numerose cause di infertilità, ma anche alcune malattie endocrinologiche.

Diabete, disturbi della tiroide e ipofisi, possono infatti essere le principali cause di infertilità. Argomenti trattati nel corso del 17° Congresso Nazionale AME, Associazione Medici Endocrinologi al via l’8 novembre a Roma.

tant’è che la formazione della nuova generazione di endocrinologi è stata una priorità del presidente uscente della Società Scientifica, Vincenzo Toscano, Presidente AME, Professore Ordinario di Endocrinologia – Sapienza Università di Roma. Obiettivo finale, non solo un’assistenza di altissimo livello ai pazienti ma anche la possibilità di «cercare di far conoscere proprio a loro che sono nati nell’epoca dell’informatizzazione, le nuove modalità di supporto assistenziale come ad esempio la telemedicina, che è vista come supporto per ridurre i tempi di attesa considerando che l’endocrinologia è tra le maglie nere, al terzo posto dopo le prestazioni cardiologiche e di chirurgia vascolare, per le liste di attesa». In quest’ottica anche la recente istituzione del gruppo G·AME, il Gruppo Giovani AME del quale fanno parte i soci con meno di 40 anni.

«Durante il mio mandato – assicura l’esperto Edoardo Guastamacchia, Presidente Eletto AME, dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – l’AME tratterà sempre più temi di interesse endocrino-metabolico considerato che sia l’obesità sia il diabete di tipo 2 sono in continua ascesa anche nel nostro paese con un impatto economico e sociale di grande rilevanza in un periodo di notevole difficoltà finanziaria. Ci impegniamo sin da ora a promuovere campagne di informazione, già in età scolare, per prevenire o almeno ritardare l’insorgenza di queste due complesse patologie».

Dieta del brodo, come perdere 6 chili in 21 giorni

Pubblicato il 20 Ott 2018 alle 7:53am

La dieta del brodo consente di perdere sino a 6 chili in soli 21 giorni, con un menù basato esclusivamente questo alimento dalle innumerevoli proprietà benefiche. (altro…)

Come avere labbra più belle e carnose, solo con dei piccoli accorgimenti di make up e esercizi fai da te

Pubblicato il 20 Ott 2018 alle 7:04am

Le labbra, come gli occhi sono il nostro punto di forza. Molti ricorrono alla chirurgia estetica, sostenendo dei costi esorbitanti ed esponendosi a diversi effetti collaterali.

Ecco invece alcuni metodi naturali, per avere labbra belle, idratate, carnose e originali!

Vi basta solo qualche piccolo accorgimento di make up, una matita contorno labbra, un correttore e un rossetto a vostra scelta nei toni più chiari, matt o luciso, come preferite. Disegnare qualche linea a centro per esaltarne volume e bellezza e il gioco è fatto!

Guardate questo video tutorial, fatto molto bene e vedrete che cambiamento!

Inoltre, per avere labbra sempre carnose e gonfie è importante anche idratarle bene, ogni giorno, anche più volte al giorno con un balsamo a base di burro di karité, oli vegetali e acido jaluronico: questi ingredienti forniscono acqua ai tessuti, ne ostacolano l’evaporazione e stimolano le nostre cellule a produrre collagene. Il risultato sarà quello di avere labbra più morbide e piene. Una volta alla settimana poi fate uno scrub delicato per eliminare le pellicine, stimolare la circolazione sanguigna e ammorbidire ulteriormente la pelle. Basta mescolate un cucchiaino di zucchero di canna a un cucchiaino di olio di oliva e massaggiate delicatamente le labbra bagnate. Risciacquare con acqua tiepida e applicare il burro di cacao.


Usate inoltre, in ogni stagione dell’anno un balsamo protettivo labbra, ce ne sono tanti in commercio, per tutte le tasche. Bevete molta acqua e praticate questi semplici esercizi fai da te che consentono di tonificare i tessuti e rimpolpare le labbra poiché stimolano l’attività delle cellule e aiutano la produzione di collagene.

Prima di iniziarli, bevete un bicchiere d’acqua naturale, applicate un balsamo labbra e mettetevi davanti allo specchio. Ripetete ogni esercizio per dieci volte:

– Premete la mano aperta sulle labbra e rilasciate la mano soffiando con le labbra, come per mandare un bacio; – Contraete le labbra come per dare un bacio e tenete questa posizione per circa dieci secondi;
 – Spalancate la bocca come se foste stupite e mantenete la posizione per dieci secondi; – Gonfiate le guance alternativamente per dieci volte.

Al termine della serie, picchiettate le mani sulle labbra per qualche secondo per attivare la circolazione.

Case del Papa a Milano date in regalo ai poveri

Pubblicato il 20 Ott 2018 alle 6:27am

Ai primi inquilini Papa Francesco in visita a Milano, aveva consegnato le chiavi di 55 alloggi in zona Niguarda. Ora a distanza di un anno e mezzo, da quella messa con un milione di fedeli al parco di Monza, pochi giorni fa Papa Francesco ha consegnato altre 18 abitazioni ai poveri secondo l’annuncio fatto dal cardinale Angelo Scola per festeggiare l’arrivo del Pontefice in Diocesi, il 25 marzo del 2017.

Si tratta questa, della seconda fase del progetto di housing sociale promosso da Caritas Ambrosiana, Fondazione San Carlo, Diocesi di Milano e Comune come dono per i poveri, secondo un piano che l’arcivescovo emerito Scola volle lanciare anche in una fase di acuto scontro sociale per le occupazioni e gli sgomberi delle case popolari.

I nuovi appartamenti si trovano nei quartieri Turro e Precotto di Milano, all’interno di palazzi del Comune, che ha affidato alla Fondazione San Carlo a titolo gratuito gli appartamenti da ristrutturare. I fondi per i lavori nelle case sono stati messi a disposizione dalla Curia ai meno abbienti e vengono dall’8 per mille e da altre risorse della chiesa. Le assegnazioni sono state fatte secondo una graduatoria stilata dagli enti assistenziali. Gli alloggi hanno una dimensione che varia da 45 a 74 mq, sono stati ripuliti, ristrutturati e arredati, per poi essere assegnati a nuclei familiari in forte difficoltà, composte da 2 a 8 persone.

La duchessa di Sussex sempre impeccabile anche in gravidanza. I suoi abiti vanno a ruba

Pubblicato il 20 Ott 2018 alle 6:13am

Il blu è il colore preferito di Meghan Markle. Lo indossa infatti molto spesso. Le dona eleganza e ne esalta l’incarnato. La moglie di Harry incanta ancora una volta con la sua semplicità, eleganza e classe, con l’abito di Dion Lee da oltre 1000 euro. Anche grazie al pancino che si incomincia a vedere sempre di più. (altro…)