dicembre 1st, 2018

Morto George H. Bush, 41esimo presidente americano. Aveva 94 anni

Pubblicato il 01 Dic 2018 alle 11:37am

George H. W. Bush, il 41esimo presidente americano, è morto sette mesi dopo la moglie Barbara e due anni di distanza dalla sconfitta elettorale del figlio Jeb, umiliato dal rivale Donald Trump in una corsa alla Casa Bianca che ha radicalmente cambiato il modo di essere repubblicani incarnato dalla sua famiglia. Bush, presidente di un solo mandato, è morto a 94 anni, ha annunciato in una nota il figlio e 43esimo presidente George W. Bush, forte di un giudizio benevolo della storia ben superiore a quando, nel 1992 contro Bill Clinton, aveva perso di molto.

«Ha ispirato generazioni di americani»: così Donald Trump, da Buenos Aires dove si trova per il G20, su Twitter ricorda Bush insieme alla first lady Melania. «Con giudizio, buon senso e impassibile leadership Bush ha guidato il nostro Paese e il mondo verso una pacifica e vittoriosa fine della Guerra fredda», scrive Trump. «Il suo esempio continuerà a ispirare gli americani a perseguire le cause più giuste», conclude il presidente americano.

Sophia Loren manda un messaggio a Ludovica Nasti, l’attrice napoletana de L’amica geniale per la sua grande interpretazione. La bambina ha combattuto la leucemia

Pubblicato il 01 Dic 2018 alle 8:35am

Sophia Loren e piccola Ludovica Nasti, attrice di Pozzuoli che nella serie “L’amica geniale” interpreta la piccola Lila, hanno qualcosa in comune. Oltre allo stesso luogo di nascita, anche i colori mediterranei che resero la Loren famosa per la sua bellezza fino a farla diventare un’icona del cinema mondiale e una stella di Hollywood. (altro…)

Papa Francesco e chiese senza più fedeli: “Vendiamole per aiutare i poveri”

Pubblicato il 01 Dic 2018 alle 7:17am

Il cardinale Ravasi, ministro vaticano della Cultura, ha osservato alcuni giorni fa, in occasione del convegno sulla dismissione dei beni ecclesiastici che bisogna rendersi conto oramai che il cattolicesimo in Occidente è sempre più in minoranza. Un lento declino che significa di anche chiese sempre più vuote. E dunque anche in vendita. Tanto che papa Francesco è intervenuto, sottolineando come il ricavato delle cessioni dovrà essere messo “al servizio dei poveri”.

In Italia una stima sul numero totale di chiese vuole e abbandonate non è possibile farla. Solo le chiese che appartengono alle parrocchie sono circa 65mila e 100mila se si considerano anche i privati. Le Regioni e i Comuni. Di queste tra le 600 e le 700 sono state dismesse.

Risotto ai funghi porcini secchi con tartufo

Pubblicato il 01 Dic 2018 alle 6:56am

Il risotto funghi e tartufo è un primo piatto delicato ed elegante, ideale da preparare per un’occasione speciale o una cena formale o solo per far felici se stessi, il partner e la famiglia. Si tratta di una preparazione molto semplice ed essenziale, bastano pochi ingredienti per realizzarla, ma il risultato e il sapore veramente, eccezionali! Provare per credere!

Ecco la nostra ricetta.

Ingredienti per 2 persone

– 200 gr di riso carnaroli – 1 cipolla – 3 bacchette di sedano – 2 carote – 1 patata grande o 2 piccole – Funghi secchi 100gr – 1 noce di burro, – sale, pepe, q.b – parmigiano reggiano – tartufo

Procedimento

1. Mettete in una pentola molto alta piena di acqua due cosce di pollo (preferibilmente senza pelle), due carote, una cipolla, due bacchette di sedano, due patate, prezzemolo, e fate un brodo (deve cuocere per circa 3 ore di cottura a fuoco lento, lento) 2. Separatamente prendete i funghi secchi e metteteli a mollo per una mezz’oretta. Conservate l’acqua che si sarà impregnata e colorata dai funghi, e successivamente tagliuzzate i funghi grossolanamente. 3. Prendete a questo punto un tegame molto largo e alto, e imbiondite una cipolla. Una volta rosolata mettete il riso a tostare per poi sfumare con del vino bianco, fatto evaporare. Irrorate il riso con l’acqua dei funghi, e successivamente evaporato il tutto. 4. Cuocete il riso aggiungendo a vostro piacimento il vostro brodo! 5. Una volta cotto il riso, se necessario mantecate con del burro, aggiungendo a vostro piacimento del parmigiano grattugiato, oppure potete escludere sia il burro che il parmigiano (dipende dai gusti). 6. Infine impiattate il tutto, e grattugiate il vostro tartufo sul risotto! Semplicemente una poesia!

di Luigi Moscaritolo

Protesi di silicone aumenterebbero il rischio cancro al seno

Pubblicato il 01 Dic 2018 alle 6:14am

Secondo una recente inchiesta condotta dall’International Consortium of Investigative Journalists, un consorzio internazionale di giornalisti di cui fanno parte le principali testate europee, le protesi di silicone per il seno sarebbero vendute senza gli adeguati test di sicurezza, al punto che potrebbe essere ‘sfuggito’ il legame con un tipo raro di tumore oltre a svariati effetti collaterali.

Per quanto riguarda il legame con il linfoma anaplastico a larghe cellule, un raro cancro del sistema immunitario, le autorità francesi hanno già raccomandato alle donne di non utilizzare le protesi con silicone ‘ruvido’ finché non sarà terminata un’indagine sul rischio, e anche quelle britanniche hanno iniziato a fare delle indagini, anche se non hanno emanato raccomandazioni ben precise.

“Il possibile legame con il tumore ci preoccupa – afferma alla Bbc Suzanne Turner dell’università di Cambridge -. Il rischio è piccolo ma è un rischio su cui dovremmo investigare e di cui dovremmo essere informati”.

Dai dati britannici è emerso che il linfoma si presenterebbe in uno su 24mila impianti, si legge nell’inchiesta, chiamata ‘implant files’ sui dispositivi medici, mentre altri paesi riporterebbero tassi maggiori. Fra le altre scoperte fatte dai giornalisti c’era anche l’uso di materiali non abbastanza puri, riscontrato in Olanda, un gran numero di donne che si sono ritirate dai test clinici per verificare la sicurezza delle protesi e migliaia di segnalazioni di effetti collaterali, anche gravi, dovuti alle protesi e sfuggiti alle autorità regolatorie o coperti dai produttori.