gennaio 11th, 2019

Avellino, bus in scarpata, 40 morti: assolto l’ad di Autostrade Giovanni Castellucci

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 12:39pm

E’ stato assolto Giovanni Castellucci, ad di Autostrade per l’Italia, nel processo per il bus precipitato dal viadotto Acqualonga, sull’autostrada A16 Napoli-Canosa, il 28 luglio 2013 in cui persero la vita 40 persone. Per lui l’accusa, e altri 11 dirigenti e funzionari, era di omicidio colposo plurimo e disastro colposo, con condanna di 10 anni di reclusione. (altro…)

Canzone dell’amore perduto, esce oggi, venerdì 11 gennaio, un’imperdibile versione reinterpretata da cantautore siciliano Colapesce!

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 10:41am

A vent’anni dalla scomparsa di Fabrizio De André esce oggi, venerdì 11 gennaio, “CANZONE DELL’AMORE PERDUTO” (Sony Music / Legacy Recordings per gentile concessione di 42 Records), in un’imperdibile versione speciale del brano, reinterpretato dal cantautore siciliano COLAPESCE!

Da oggi in radio, il brano è disponibile in streaming e digital download, al link:

https://SMI.lnk.to/CanzonedellamoreperdutoColapesce

“Le canzoni di Fabrizio, questa canzone di Fabrizio, fanno parte del nostro patrimonio genetico collettivo, sono di tutti, si riflettono nella vita di tutti. Parlano a tutti. E noi che le eseguiamo, quando le eseguiamo, diventiamo dei tramiti. Per cui sì, mi scuso con i fan, la famiglia, e tutti, io odio chi fa le cover di De André. E da oggi odio un po’ anche me stesso. Ma in realtà sono felice di averlo fatto e di averlo fatto ora”, dichiara Colapesce.

Luciano Ligabue, Luci d’America: da oggi in radio e in digitale, il singolo estratto dall’album di inediti in uscita a marzo. Ascoltalo

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 10:03am

E’ in rotazione radiofonica e download digitale, da oggi, 11 gennaio 2019, Luci d’America, il primo singolo di Luciano Ligabue estratto dal dodicesimo album di inediti in uscita a marzo 2019 (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music).

Lunedì 14 gennaio il video del brano, girato in California, sarà disponibile online.

Luci d’America” è prodotto da Federico Nardelli. In estate il rocker sarà poi in concerto con un tour nei principali stadi italiani.

Testo Luci d’America

Ligabue, Luci d’America, Testo Vieni qui e guarda fuori Fammi un po’ vedere come tu la vedi Io vedo fumo sulle macerie Tu guardi nello stesso punto e sorridi

Dai che allora andiamo al mare La penisola intanto riesce a galleggiare Facciamo che guido e tu guardi fuori Perché a guardare resti tu la migliore

E serve pane e fortuna E serve vino e coraggio Soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio

Le luci d’America Le stelle sull’Africa Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima

Vieni qui andiamo fuori Fuori da uno schermo, dalle mie prigioni C’è ancora il sole che fa il suo lavoro Sui Santi subito e sui tagliagole Prestami i tuoi occhi ancora che io guardo un dito Mentre tu la luna E fatti vicina, un po’ più vicina Che adesso voglio un altro panorama

E serve pane e fortuna E serve avere coraggio Soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio

Le luci d’America Le stelle sull’Africa Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima La luce dell’Africa Le stelle d’America

Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima La luce dell’Africa Le stelle d’America

E fra distruzione e meraviglia E tu che mi aspetti sulla soglia Di certi miracoli Uno può accorgersi Solo da sveglio

Le luci d’America Le stelle sull’Africa Si accende lo spettacolo Le luci che ti scappano dall’anima La luce dell’africa Le stelle d’america

Luci d’America” è una road song perfetta per essere ascoltata e cantata durante un viaggio in macchina, sfrecciando in autostrada – immaginando di percorrere la Route 66: “E serve pane e fortuna / e serve avere coraggio / soprattutto ci vogliono buoni compagni di viaggio”. I suoni sono compatti, solidi, i ritmi trascinanti, con un riff affidato alle tastiere che sembra ricordare molto certe produzioni dei Coldplay o degli U2.

Bimba di 10 anni si toglie la vita e lascia una lettera per la madre: “sarai la donna più felice del mondo”

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 9:52am

E’ accaduto in Messico dove una bambina di appena 10 anni si è tolta la vita per fare un regalo alla mamma.

La piccola si è impiccata il 6 gennaio scorso, nel giorno del Three Kings Day, o “El Dia de Reyes”, un festival popolare in Messico dove le famiglie si scambiano doni.

Come riporta il Metro.co.uk, la piccola avrebbe scritto di essere «addolorata» per la vita di sua madre, e che la sua morte sarebbe stata per lei un «grande regalo» dal momento che si sentiva sempre dire da lei «vorrei che non fossi mai nata». «Sono io il motivo per cui papà è andato via di casa» e «spero che un giorno ti ricorderai di me e quando sarai in cielo, finalmente, mi abbraccerai» ha lasciato scritto la piccola.

Le autorità di Aguascalientes, in Messico, stanno indagando sulla morte e hanno confermato la causa del decesso come strangolamento per impiccagione.

Corte Costituzionale, giudicato inammissibile i ricorso presentato da 37 senatori del Pd

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 7:12am

La Corte Costituzionale ha giudicato “inammissibile” il ricorso presentato da 37 senatori del Partito democratico sul conflitto tra poteri durante l’approvazione della manovra in Parlamento a fine dicembre, e stabilito le future modalità di decisione e approvazione che comportino forti e gravi compressioni dei tempi di discussione, le quali “dovranno essere abbandonate altrimenti potranno non superare il vaglio di costituzionalità”. Il ricorso era stato annunciato durante l’iter di discussione e approvazione della legge di bilancio al Senato. (altro…)

La dipendenza da smartphone si cura con un secondo cellulare ma non digitale

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 6:16am

Contro la dipendenza da smartphone e la reperibilità h24 che la connessione internet dei telefonini ci ha ‘regalato’, si prospetta una nuova soluzione. Tornare ad un vecchio telefonino non digitale.

Il dump-phone si stanno infatti diffondendo in Corea dove sono stati acquistati soprattutto per far passare gli esami senza distrazioni agli studenti con, in cambio, lo sconto per l’acquisto di un vero smartphone solo dopo aver superato gli esami e la promozione.

Successo inaspettato anche a Londra dove invece incarnano una nuova forma di status symbol fra gli adulti. Anche manager.

“Chi può permetterselo ritorna così ai vecchi cellulari. Si sta online solo alla scrivania, – commenta Andrea Carraro, smart home architect nel cuore della City. “In giro per la città le persone sono sempre connesse e camminano a testa bassa senza mai guardarsi in giro. Nel metrò sono tutti chini a consultare internet, ancora più che in Italia. Così molti miei clienti mi mostrano il loro nuovo telefono dump che usano quando sono fuori dallo studio o dall’ufficio, rimandano la consultazione di posta e social una volta alla scrivania”. “I love my dump-phone, – ha precisato i giorni scorsi anche la giornalista Alice O’Keeffe sul The Guardian . – Ho abbandonato il mio I Phone e comprato un telefono vecchio stile, un dump-phone senza internet, detto anche ‘feature-phone’”.

“Bisogna ricominciare a fermare le persone in strada per chiedere informazioni, – precisa O’Keeffe. – Senza internet inoltre niente accesso al conto bancario quando si vuole ma ci si sente di sicuro più ‘centrati’, meno distratti. Per poche sterline si riconquista il proprio cervello e ciò è impagabile”.

Denim evergreen, protagonista della primavera estate 2019

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 6:00am

Il Denim diventa evergreen: per la prossima primavera-estate infatti la Premier Vision di Londra parla del trend del tie-dye (metodo di tintura a nodi per un risultato colorato hippie e non omogeneo), pattern in 3D (disegni fantasia), contaminazioni seriche, strappi, orli sdruciti e tessuti stretch che grazie alle ultime tecnologie consentono un comfort massimo senza impattare la tenuta della silhouette.

“A livello mondiale, il mercato del denim è sicuramente in crescita: secondo le stime attuali, il giro di affari è di 56 miliardi di dollari per il 2017 e dovrebbe passare a 59 miliardi nel 2023, con una crescita più di volume che di prezzo trainata principalmente dai paesi emergenti di Asia o Sud-Est asiatico”, commenta all’ANSA il direttore di Premier Vision Denim, Guglielmo Olearo.

Leader nel mercato del denim sono ora Stati come la Turchia, il Pakistan, la Libia e la Cina per quanto riguarda la parte materica, mentre in Italia grandi eccellenze presenti in Lombardia, Veneto, Marche e Abruzzo.

Il denim è ora un prodotto multi-community. Etichette e negozi di moda e di lusso hanno integrato il denim in tutte le loro collezioni creative esplorando nuovi aspetti di questo prezioso materiale. Il salone leader del denim ha scelto la cornice industriale dell’Old Truman Brewery, un ex stabilimento di birra risalente al XVII secolo nel quartiere di Shoreditch, per il suo debutto nella capitale britannica. La prossima edizione del salone sarà a Milano il 5 e 6 giugno al Superstudio Più in via Tortona; dopodiché la fiera tornerà a Londra nel dicembre 2019.