Piedi gonfi, ritenzione idrica e cattiva circolazione: dai rimedi naturali ai massaggiatori elettrici

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Gen 2019 alle ore 7:38am

Svegliarsi ogni mattina coi piedi gonfi non è solo spiacevole e fastidioso ma può nascondere una vera e propria patologia o la conseguenza di un comportamento scorretto, ed è dunque un evento che merita d’essere senza ombra di dubbio approfondito.

I piedi possono gonfiarsi per la loro lontananza dal cuore. Senza contare lo sforzo che fanno per sorreggere tutto il peso del corpo: ecco dunque che, come conseguenza dello stress e dell’immobilità notturna (che non consente di drenare i liquidi), al mattino possono apparire gonfi e doloranti. Ci sono però casi in cui, dietro questi sintomi si nasconde un’alimentazione eccessivamente ricca di zucchero, sale, lieviti, dolci, alcol e farine raffinate, una scarsa o esigua attività fisica e vizi come fumo e alcol.

Ma svegliarsi coi piedi gonfi potrebbe essere anche frutto di oscillazioni ormonali, di un’insufficienza linfatica e circolatoria, di squilibri a carico di fegato e reni, gotta. Una volta accertata la causa, o le cause, è bene intervenire alla radice per risolvere il problema. Magari con il consulto di uno specialista.

Per la ritenzione idrica, molto salutari sono ad esempio le tisane drenanti a base di centella asiatica, pungitopo, semi di finocchio. Se però si tende ad alzarsi spesso la notte a fare pipì, invece di bere questa tisana prima di andare a letto, è sempre meglio assumerla a metà pomeriggio o prima di cena.

Altro consiglio molto importante per contrastare e prevenire la ritenzione idrica e una cattiva circolazione è quello di adoperare i sali di Epsom. Efficaci in quanto ricchi di espsomite e magnesio solfato eptaidrato. In una bacinella con dell’acqua, sciogliete una tazza di sali minerali e immergeteci dentro i vostri piedi sino alle caviglie, per circa 15 minuti.

Aloe vera. Altro rimedio molto naturale ed efficace ad azione depurativa e antinfiammatoria, capace di combattere la ritenzione idrica, è l’aloe vera. Vi basterà, miscelare la polpa ricavata dalla pianta che potrete acquistare e tenere a casa vostra, o il succo acquistato nei centri commerciali ed erboristerie e berlo. In alternativa al succo da bere, potete applicare la polpa, ossia il gel, direttamente sulle zone da trattare. Vedrete che se lo lascerete per un po’ in frigo, il benessere e il sollievo saranno assicurati sin dalla prima applciazione.

Cetriolo. Utilizzato sui piedi, tagliato a fettine, deve essere applicato direttamente sulla parte gonfia e dolorante dei vostri piedi. Vedrete i benefici che vi darà!

Altro rimedio molto efficace che ci sentiamo di consigliarvi è il massaggio a base di oli essenziali. Per trovare sollievo al risveglio è possibile massaggiare i vostri piedi gonfi con una miscela a base di olio essenziale di cipresso e di finocchio aggiunti ad un olio normale, tipo l’olio di oliva. Si parte dai piedi e le caviglie e si sale sino alle cosce e all’inguine.

Infine in commercio, se volete qualcosa di più efficace del semplice massaggio manuale, potete sempre acquistare un massaggiatore elettrico, con rulli vibranti , molto indicati per chi soffre di problemi di circolazione sanguigna. E per coloro che soffrono di calli e duroni è meglio scegliere un massaggiatore dotato anche di idromassaggio, con l’azione del calore combinata. Una volta individuata la finalità dell’acquisto, bisogna capire quanto si è disposti a spendere. Il massaggiatore piedi elettrico a pedana è la tipologia più semplice ed economica: è sufficiente appoggiare i piedi in corrispondenza delle due zone evidenziate, dove si trovano delle testine massaggianti. Quest’ultime simulano un vero e proprio massaggio shiatsu con movimenti circolari. Più testine sono presenti all’interno della pedana, più sarà efficace il massaggio che andrete a fare ai vostri piedi. Il vantaggio del massaggiatore piedi elettrico a pedana è che di solito risulta essere molto compatto, facile da riporre in casa, ma anche da trasportare in ufficio o da portare con sé in vacanza.

Il massaggiatore per piedi elettrico a calotta appartiene alla categoria di quelli più costosi. In genere, consiste in una struttura con due cavità in tessuto in cui inserire i piedi. All’interno sono presenti dei cuscinetti che, gonfiandosi e sgonfiandosi, offriranno un massaggio più o meno intenso. E’ possibile che vi siano collocati rulli e delle testine rotanti sotto la pianta del piede. Questo tipo di dispositivo offre quindi più tipologie di massaggio e con un effetto più avvolgente, dal momento che i piedi sono immersi nella struttura. C’è un aspetto molto importante da considerare qualora lo si voglia acquistare per altre persone: i modelli di massaggiatore piedi a calotta spesso hanno un limite per la misura del piede da ospitare. E’ bene quindi informarsi in precedenza riguardo a questo aspetto prima di fare un regalo gradito, ma inutilizzabile. Il prezzo dei massaggiatori per piedi è anche influenzato dalla quantità di funzioni aggiuntive di cui dispongono; le più diffuse sono:

– Riscaldamento
– Timer per regolare in anticipo la durata del massaggio
– Programmi automatici dove una serie di massaggi, la loro intensità e durata sono già impostate
– Regolazione dell’intensità
– Accessori quali telecomando per regolare il dispositivo a distanza senza doversi piegare
– Plus come piedini antiscivolo sotto la base per stabilizzare l’apparecchio

I massaggiatori piedi elettrici per ordine di prezzo sono acquistabili su Amazon: si parte da un minimo di 59,99€ fino ad arrivare ad un massimo di 549,99€.