Sanremo 2019, i dati Auditel sugli ascolti della prima serata

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 06 Feb 2019 alle ore 11:50am


Parte con buoni ascolti ma in calo il Baglioni Bis, del Festival di Sanremo 2019. La prima puntata è stata vista da 10.086.000 telespettatori con il 49,5% di share preceduta da una anteprima, dalle 20.47 alle 21.13, chiamata Sanremo Start vista da 10.956.000 con il 38,66% di share. Nel dettaglio la prima parte ha ottenuto, dalle 21.16 alle 23.56, 12.282.000 spettatori con il 49.4% mentre la seconda parte, dalle 0.01 all’1.14, ha raccolto 5.120.000 spettatori con il 50.11%.
La prima serata dell’edizione 2018 era stata vista da 11.603.000 con il 52,1% di share. Nel dettaglio erano stati in 13.776.000 e il 51,4% dalle 20.43 alle 23.47 e 6.619.000 e il 55,3% dalle 23.52 all’1.14. Persi dunque per strada oltre un milione e mezzo di telespettatori e oltre il 3% di share considerando l’esistenza quest’anno dell’anteprima, assente lo scorso anno, dove nella prima parte si esibiva Fiorello. Sarà la seconda serata a fornire il vero verdetto per questa 69° edizione del Festival di Sanremo.

Inoltre, il picco di ascolto in termini di spettatori è stato registrato alle 21.46 con 15 milioni 662 mila per l’esibizione di Andrea e Matteo Bocelli, quello di share alle 23.30 con il 54 per cento per Giorgia.
Per quanto riguarda i social #Sanremo2019 sfiora 3 milioni di interazioni risultando l’evento televisivo più commentato da settembre 2018. Crescono le interazioni su Instagram, il social dei giovanissimi (+100 mila) e Facebook (+50 mila).
Buon esordio del “Dopofestival” (1 milione 663 mila spettatori, share del 36 per cento), mentre la striscia quotidiana “Prima Festival”, in onda dopo il Tg1, ha ottenuto 8 milioni 12 mila telespettatori, per uno share del 29.9 per cento di share, miglior dato dell’edizione 2019.
Nel prime time Rai1 è stata la rete più seguita con 12 milioni 444 mila telespettatori e uno share del 43.8 per cento.

“Via” cantano i tre conduttori in apertura su una scala sospesa sul palco dell’Ariston, il Festival inaugura la sua 69° edizione dopo settimane di polemiche sui migranti. Questa volta il bis Baglioni lo ha potuto preparare con molto più anticipo, anche se cose da rivedere e perfezionare sono veramente tante. Ma a sorpresa, il paragone con lo scorso anno sembra non reggere almeno alla prima. Forse anche perché Baglioni non canta. Lo scorso anno si esibiva molto di più, e anche sui social gli internauti commentavano di volta in volta, e con grandissimo entusiasmo le sue esibizioni singole, oltre che quelle con i super ospiti sul palco dell’Ariston, serata per serata.

Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino, sembrano essere un tantino più in alto rispetto ai nuovi arrivati. E più in sintonia con il padrone di casa.

A noi Sanremo 2019 è piaciuto molto, ma certamente, possiamo dire, che c’è ancora qualcosa da fare, rivedere e perfezionare. Forse anche la voglia della Raffaele di uscire dai personaggi per metterci la faccia finisce per essere un limite, senza trucco e parrucco, facendola rendere meno della metà.
Bisio poi, molto teso nelle battute. Magari perché l’esordio, bene invece nel monologo a difesa di Baglioni, contro la stampa che a molti non è piaciuto, o ancora una volta è stato frainteso.

Siamo certi che Baglioni e suoi compagni di viaggio ce la metteranno tutta per sollevare gli ascolti e proporre qualcosa di nuovo e ancora più scoppiettante nelle prossime serate.

Fatto sta, che la media complessiva del Festival 2018, sempre di Baglioni, è stata di 10.869.600 con uno share del 52,16%. Riuscirà il nostro capitano a superare tale primato?

I presupposti ci sono tutti…Staremo a vedere.