Cellulare alla guida: “ritiro immediato della patente”, la proposta di Polstrada

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Feb 2019 alle ore 6:43am

La Commissione Trasporti della Camera sta mettendo a punto il nuovo Codice della strada e fra le varie iniziative propone l’opportunità di inserire una norma che miri al ritiro immediato della patente per i guidatori che vengono sorpresi al volante mentre parlano al telefono con lo smartphone in mano.

La proposta è stata avanzata dalla Polizia stradale, che sottolinea come: “La principale causa degli incidenti stradali sia appunto la distrazione e l’uso improprio di smartphone e altri dispositivi al volante”.

La Polstrada sostiene che in questi anni si sta assistendo ad un vero e proprio incremento delle violazioni, auspicando invece un incremento nell’utilizzo di auricolari e dispositivi di viva voce che oggi si stanno velocemente diffondendo su iniziativa dei produttori di accessori.

Il nuovo Codice della Strada impone dunque al conducente di mantenere le mani fisse sul volante in qualsiasi momento: è severamente vietato lasciare il volante per afferrare un qualsiasi oggetto, a maggior ragione se si tratta di uno smartphone che può offrire esperienze in grado di distogliere in maniera importante l’attenzione dalla guida.

Fra le altre modifiche al Codice, la Polstrada ha dato anche indicazioni riguardo all’abuso di sostanze stupefacenti con la possibilità di perseguire anche chi è stato trovato positivo ma non necessariamente in stato di alterazione e alle procedure di verifica degli etilometri in possesso agli organi di polizia.