febbraio 24th, 2019

L’eleganza in pelle di Tod’s per l’autunno inverno 2019-2020

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 11:59am

La collezione di Tod’s per la prossima stagione autunno inverno 2019 2020 si veste di pelle. Una pelle sofisticata, elegante, metropolitana, colorata. (altro…)

Cosa mangiare quando si ha la pressione alta?

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 11:48am

L’ipertensione, è uno stato patologico in cui i livelli di pressione arteriosa sono superiori alla norma. Tale condizione fisica può provocare conseguenze anche serie sulla salute delle persone che ne sono affette. Una giusta alimentazione può però prevenire e curare tale stato.

Alimenti che curano l’ipertensione sono quelli ricchi di potassio: ad esempio le banane, le patate, i pomodori, le arance e le mandorle. Il potassio è fondamentale per un corretto funzionamento delle cellule e per la regolarizzazione della pressione arteriosa. Questo minerale bilancia l’eccesso di sodio, uno dei principali responsabili dell’ipertensione.

Il pesce è un altro elemento i cui grassi ricchi di omega 3 risultano essere antinfiammatori e in grado di regolarizzare la pressione arteriosa. Il salmone , altro alimento ideale per chi soffre alta.

E ancora, sedano, zafferano, semi e spezie utilissimi per far abbassare la pressione sanguigna. La frutta e le verdure fresche (con poco condimento) in quanto contengono molti sali minerali e acqua e non permettono l’eccesso di sodio.

Molto efficace nell’alimentazione anche l’aglio , uno dei principali alleati contro l’ipertensione, in quanto è in grado di rilassare la muscolatura e dilatare i vasi sanguigni. Preferibilmente se mangiato a crudo, onde evitare l’alito cattivo. Basta tagliare un piccolo spicchio ed inghiottirlo come fosse una pastiglia! In alternativa potete sempre assumere delle pastiglie che trovate in commercio.

Cosa non mangiare

Chi ha problemi di pressione alta deve assolutamente evitare di mangiare alimenti che contengono sale aggiunto.

In caso di pressione alta è infatti sconsigliato mangiare pane, salumi, insaccati, piatti già pronti, formaggi, salse di soia, pizza.

Chi soffre di questo disturbo deve abolire la saliera dalla tavola, deve cucinare personalmente i propri pasti e mangiare cibi freschi e mai confezionati e pronti. Condirli con spezie, peperoncino o limone.

Se concedete al vostro corpo una sana alimentazione, vedrete che starete meglio e il vostro organismo vi ringrazierà!

Scoperta in una pianta giapponese la molecola che allunga la vita delle cellule

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 8:56am

E’ stata scoperta dai ricercatori in una pianta giappone, una molecola che è in grado di allungare la vita delle cellule. Il cui cattivo funzionamento sarebbe all’origine sia di malattie molto diffuse, infezioni, infiammazioni e tumori, che disturbi legati all’invecchiamento, a causa dell’accumulo di molecole tossiche nella cellula. Nei test di laboratorio la sostanza ha allungato la vita di lievito, vermi e moscerini della frutta di circa il 20% e ha ridotto il declino cellulare associato all’età nelle cellule umane in coltura. (altro…)

XXV Giornata Nazionale per la lotta alla Sclerodermia

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 8:15am

Il GILS, Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia, sabato 16 marzo torna nell’Aula Magna dell’Università Statale di Milano per il proprio convegno annuale e la 25esima Giornata Nazionale. (altro…)

Mal di testa: come riconoscerlo, fattori scatenanti e cura

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 7:02am

In Italia sono oltre 7 milioni le persone che soffrono di mal di testa, che rappresenta una delle forme di dolore più diffuso nella popolazione. Il mal di testa, il cui nome scientifico è cefalea, non è pericoloso e può essere curato con dei farmaci antidolorifici da banco o con semplici accorgimenti allo stile di vita quotidiano. (altro…)

Versace, per la moda Autunno Inverno 2019/20 codici del marchio reinterpretati in una dicotomia tra lusso e grunge

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 6:36am

La collezione donna per l’Autunno-Inverno 2019-20 di Versace, va in scena a Milano, a Palazzo della Borsa, con codici del marchio, reinterpretati in una dicotomia tra lusso e grunge. Tutto si declina attraverso l’uso di tessuti estremamente ricchi, ma con un effetto volutamente consumato, evidenziato da orli tagliati a vivo o sfilacciati, così come a maglie sfrangiate ad arte.

“Oggi le donne si sentono libere di allontanarsi da tutto ciò che sa di ovvio – dice Donatella Versace -. Con questa collezione volevo far vedere quel lato del loro carattere che non ha paura di uscire dalla comfort zone, perché consapevoli che nell’imperfezione sta la nuova perfezione”.

Ecco poi lo scatto di Avedon, protagonista Donatella Versace, che diventa stampa sulle T-shirts.

La campagna di Blonde e il flacone della fragranza sono di ispirazione per la collezione, con stampe e ricami caratterizzati dalle più iconiche boccette di profumo. Non sono le sole, si mischiano ai riferimenti all’arte classica.

Monumenti veri e propri prendono vita nei toni accesi della stampa Vittoria, che prende il nome dall’omonima statua presente presso la National Gallery di Londra. La V Barocca è protagonista su sete, lurex jacquard ed è l’elemento distintivo della nuova borsa Virtus (nome della divinità romana simbolo di forza, coraggio e carattere). Ma il lusso si mixa col grunge: i maglioni di cashmere hanno un effetto usato, mentre i tweed sono sovrapposti a elementi che richiamano tanto il mondo del bondage.

Il reggiseno si indossano sopra la maglieria. Le calzamaglie sono abbinate ad abitini di seta, le pellicce ecologiche sono adornate dalla Catena Greca dorata, mentre la metalleria conferisce agli stivali di pelle un tocco inequivocabile, in perfetto stile Versace.

Foto Ansa