febbraio 25th, 2019

Claudio Baglioni, un gran finale a Firenze per il tour trionfale “AL Centro”, che ha già fatto 410.000 spettatori

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 1:46pm

CLAUDIO BAGLIONI chiuderà il TRIONFALE tour “AL CENTRO” con un GRAN FINALE, il prossimo 26 aprile al NELSON MANDELA FORUM di FIRENZE, con la 50esima notte di note in una delle più importanti ARENE INDOOR d’Italia. (altro…)

Enrico Ruggeri: svelati oggi cover e tracklist del nuovo album “Alma” in uscita il 15 marzo e in pre-order da venerdì 1 marzo

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 1:26pm

Il 15 marzo prossimo, a tre anni di distanza dal suo ultimo disco solista “Un viaggio incredibile”, esce il nuovo album di inediti di ERNICO RUGGERI “Alma” (Believe), che sarà disponibile in pre-order a partire da venerdì 1 marzo. (altro…)

Oscar 2019: “Green Book” di Peter Farrelly il miglior film. Lady Gaga oscar miglior canzone, con “Shallow”

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 11:02am

Adam Lambert e i Queen hanno aperto la cerimonia degli Oscar 2019, seguita da We are the champions, uno dei brani più celebri del gruppo di Freddie Mercury che ha infiammato il Dolby Theater e consegnato un inizio folgorante, diverso da tutte le altre cerimonie del passato.

L’inizio ha portato bene al film che ha vinto quattro Academy Award e che ha visto trionfare Rami Malek nel ruolo di Freddie Mercury. Sul palco l’attore ha dedicato il premio alla mamma e alla famiglia. E a tutti quelli che hanno partecipato. Il musicista ha voluto poi ringraziare i Queen ricordando anche Freddie Mercury che “ha lottato con la sua identità, abbiamo fatto un film su un uomo gay e immigrato e lo abbiamo celebrato. Questa è la prova che amiamo questa storia. Io sono egiziano, la mia è la prima generazione nata qui in America”. Infine la dedica alla fidanzata, Lucy Boynton, che nel film interpreta Mary Austin: “Sei il cuore del film”.

Green Book di Peter Farrelly porta a casa il premio più importante dalle mani di Julia Roberts: “abbiamo fatto questo film con amore, tenerezza e rispetto” ha detto il produttore, mentre il regista ha chiarito: “Questo è un film sull’amore che supera le differenze”.

Con un’ondata di nomination per storie e protagonisti afroamericani, vince un film che racconta la storia vera dell’incontro fra due uomini molto diversi e opposti tra loro. Nel lungo viaggio che li porterà in tournée impareranno a conoscersi e ad aiutarsi. Il film ha vinto anche come miglior sceneggiatura e il miglior attore non protagonista. È stato un colpo di scena di fine cerimonia, visto che il favorito era Roma di Alfonso Cuarón che però si è aggiudicato tre statuette, tutte e tre importanti. Pronostici rispettati per i migliori attori: Rami Malek, Mahershala Ali e Regina King mentre per il premio alla miglior attrice Olivia Colman l’ha spuntata sulla favorita Glenn Close che si conferma essere l’attrice con più nomination, ben 7, senza nessun Oscar. Lady Gaga ha vinto l’Oscar per la miglior canzone, con “Shallow“.

Per una pelle bellissima, ecco cosa mangiare

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 7:36am

Tè verde, curcuma, frutti rossi, frutta secca, semi di lino, cereali integrali e cioccolato crudo fondente, sono i 7 alimenti principali che possono contribuire a fare bella la nostra pelle. Mantenendola anche più giovane grazie ad effetti antiossidanti. A spiegarlo è la dottoressa Maria Teresa Viviano, responsabile di Dermocosmetologia dell’Idi di Roma. In generale, alla pelle fa bene un’alimentazione con pochi cibi che possono provocare infiammazione, ricca di vitamine e antiossidanti, meno di carboidrati raffinati, latticini e insaccati.

“Il cioccolato fondente crudo – evidenzia l’esperta – e’ ricco di polifenoli, ha un’azione antiossidante e antiradicalica. Si trova anche in polvere, con la quale si possono realizzare dolci con farina integrale, uova e zucchero grezzo”.

Il germe di grano, sotto forma di pane e pasta integrale, ha la vitamina E, e il te’ verde e’ ricco di polifenoli, in particolare l’epigallocatechingallato, con azione anti tumorale e anti- infiammatoria. Nonché, un’azione drenante sul microcircolo che può essere utilizzato per lo schiarimento naturale delle occhiaie grazie anche ad un’azione sinergica data dalla vitamina k.

La curcuma poi, ha un’azione antinfiammatoria. “Ha il problema però – sottolinea Viviano – di essere poco assimilabile. Per assorbirla si può accostare a olio d’oliva, avocado, salmone. E si attiva con piatti caldi, come zuppa di legumi o uova”. Infine, la pelle, in base all’età ha bisogno di cure diverse. Nei giovani, con acne e dermatite seborroica, meglio evitare carboidrati raffinati, mangiare meno latticini ed evitare integratori per lo sport e energy drink. In età adulta, l’ideale e’ una dieta ricca di vitamina E a base di mandorle, avocado, spinaci. Poi vitamina c che la si trova negli agrumi, nel kiwi, nelle fragole, nei peperoni e nei pomodori. Ottimi anche gli omega 3 del pesce azzurro e i carotenoidi, come carote, zucca, albicocche e il licopene del pomodoro, che hanno un effetto di stimolo sul collagene. Per la pelle matura luteina e reaxantina proteggono la pelle esposta al sole e aiutano a prevenire le macchie: si trovano in kiwi, uva, cavoli spinaci, zucchine.

Medicina estetica, i 5 trattamenti più sicuri

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 6:51am

La medicina estetica è meno invasiva rispetto alla chirurgia estetica e in forte crescita in Italia da almeno 15 anni. Ma è sicura? Visto che milioni sono gli italiani che la scelgono ogni anno. E quali sono i metodi a cui ci si può affidare con un rapporto costi benefici vantaggioso per i pazienti? (altro…)

A Torino arriva l’ambulatorio che deprescrive i farmaci. Troppi fanno male!

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 6:45am

E’ un ambulatorio che deprescrive i farmaci. Ovvero, il medico toglie i farmaci, facendo il contrario di ciò che accade nella maggior parte dei casi. Nessuna accusa ai curanti. Per qualcuno è davvero facile arrivare a mangiare pastiglie su pastiglie ogni giorno per malattie croniche. Si stima infatti che l’11 per cento di queste persone assuma ogni giorno anche dieci medicine sbagliando, confondendole o addirittura prendendole in orari sbagliati.

Il deprescrittore è nato proprio per loro. Se l’è inventato la Asl To3 con un progetto pilota nazionale che ha, in realtà, un nome molto più formale: si chiama ambulatorio per la «Deprescrizione e Riconciliazione Terapeutica (DeRT)» e ha sede nella Casa della salute di Torre Pellice, inaugurata il 1° febbraio scorso. Quattordici giorni dopo, in quello che è in realtà l’ex ospedale valdese della cittadina, sono arrivati i primi quattro pazienti per i medici «togli-farmaci». «Li hanno selezionati i dottori di famiglia del territorio, che poi sono i veri artefici di questo progetto, assieme alla Asl che lo ha subito valutato positivamente», racconta la dottoressa Paola Fasano, responsabile del distretto sanitario di Pinerolo. Sono persone con caratteristiche comuni: hanno tutti oltre 65 anni, sono pluripatologici, assumono più di cinque farmaci diversi al giorno e all’appuntamento nell’ambulatorio di Deprescrizione devono portare tutte le confezioni con sé, incluse quelle delle medicine da banco, che hanno comprato di loro spontanea volontà o consigliati dal passaparola. Nella Casa della salute, il medico di medicina generale, un infermiere di comunità e un familiare del paziente assieme, ovviamente, all’interessato rivedono l’elenco delle medicine, cercando di capire due cose: uno, se il paziente le prende davvero e lo fa con regolarità, e, due, se deve ancora assumerle tutte. «A volte ci ritroviamo persone che continuano ad assumere antidolorifici per mesi quando non hanno più alcun problema e necessità», dice ancora dottoressa Fasano.

Il deprescrittore li aiuta a liberarsi delle compresse che non servono più. Studi internazionali sostengono infatti che l’assunzione di cinque o più farmaci aumenta il rischio di ospedalizzazione e mortalità, tant’è che il dieci per cento dei ricoveri nei soggetti over 65 è dovuto a un danno da farmaco. In questo caso, i medici dell’ambulatorio utilizzano un programma informatico realizzato dall’Istituto «Mario Negri» di Milano proprio allo scopo di aiutare la deprescrizione. «E, di conseguenza, la fase successiva, cioè la riconciliazione terapeutica», sottolinea il direttore generale della Asl To3, Flavio Boraso. L’eventuale deprescrizione sarà comunque definita assieme al medico di base del paziente che continuerà a conoscere tutto di lui, restando un punto di riferimento.

Amazon lancia Echo Show con lo schermo da 10″

Pubblicato il 25 Feb 2019 alle 6:43am

Amazon porta in Italia Echo Show, l’altoparlante ‘smart’ con schermo da 10 pollici per guardare film, programmi TV, notiziari, foto e meteo, oltre ad effettuare anche, naturalmente le videochiamate. Il dispositivo, da alcuni giorni in preorder, si unisce all’interno della linea degli speaker Echo di Amazon, che secondo i ricercatori di Strategy Analytics sono stati i più venduti al mondo nel quarto trimestre 2018, con una quota di mercato globale del 35% a rispetto al 30% dei Google Home. (altro…)