marzo 6th, 2019

Approvata la Legittima difesa, la Camera vota sì alla riforma. Ecco cosa prevede

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 6:41pm

E’ arrivato poco fa il via libera della Camera per la Legittima Difesa, tanto voluta dal leader della Lega e ministro dell’interno Matteo Salvini. Nonostante i dossier del M5S e gli strappi di Di Maio, la riforma sulla legittima difesa ha ottenuto 373 sì a Montecitorio.

L’Aula della Camera ha approvato in seconda lettura la legge che modifica alcuni articoli del codice penale, del codice civile e del codice di procedura penale. Ecco nello specifico che cosa prevede il testo e quali sono le più importanti novità. (altro…)

Settimana Mondiale del Cervello, conosci il neurologo. Ecco cosa fare per tutelarlo al meglio

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 2:11pm

Una sinfonia, quella rappresentata dai più comuni e frequenti gesti quotidiani, diretta da un maestro d’orchestra d’eccezione: il cervello. Affascinante e misterioso, l’organo più prezioso del corpo umano coordina, infatti, in modo armonico le funzioni di tutto l’organismo. Per questo, proteggerlo risulta di fondamentale importanza. “Proteggi il tuo cervello” è il claim che quest’anno la Società Italiana di Neurologia (SIN) lancia in occasione della Settimana Mondiale del Cervello dall’11 al 17 marzo in oltre 80 Paesi del mondo. Obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza e sottolineare l’importanza della prevenzione nella lotta alle malattie neurologiche, che solo in Italia colpiscono circa 5 milioni di persone.

Dalla Malattia di Alzheimer a quella di Parkinson, dall’Ictus cerebrale alla Sclerosi Multipla, dall’epilessia fino ad arrivare all’emicrania e ai disturbi del sonno. Sono questi alcuni dei disturbi neurologici che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, colpiscono ben 1 miliardo di persone nel mondo. Oltre 47 milioni i casi di demenza e una stima di circa 7.7 milioni di nuovi malati ogni anno. Tra le demenze, la forma più comune è l’Alzheimer con cui sono chiamati a convivere 40 milioni di persone nel mondo. Sono circa 6 milioni, invece, le persone che ogni anno muoiono a causa di un Ictus cerebrale e 33 milioni i sopravvissuti con esiti più o meno invalidanti. Quanto alla Sclerosi Multipla (SM), circa 2.5 milioni le persone che convivono con le sue manifestazioni, mentre sono 6 milioni quelle affette dalla Malattia di Parkinson. Infine l’emicrania cronica che colpisce nel mondo 1 persona su 10 ed è ritenuta seconda causa di disabilità per il forte impatto che ha su chi ne è affetto.

Adottare uno stile di vita sano è il primo passo per prendersi cura del proprio cervello, ma la prevenzione passa anche attraverso un consulto dello specialista di riferimento. Il neurologo, l’unico in grado di comprendere lo straordinario ingranaggio del sistema nervoso, e protagonista indiscusso dello spot “Conosci il Neurologo, Proteggi il Tuo Cervello” che la SIN ha voluto realizzare e diffondere proprio oggi in occasione del lancio della Settimana Mondiale del Cervello. Lo spot verrà trasmesso sulle principali reti nazionali dalla RAI a LA7, da Sky a Mediaset.

“La SIN ha fortemente voluto realizzare e diffondere questo spot per promuovere la figura dell’unico specialista che conosce a fondo il cervello e il suo funzionamento – ha commentato il Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente SIN – Spesso, infatti, il paziente ha una paura ingiustificata di rivolgersi al neurologo, rinviando il consulto medico anche laddove necessario. Iniziative come la Settimana Mondiale del Cervello sono importanti occasioni per ricordare, in Italia e nel mondo, l’importanza della prevenzione nel contrastare l’insorgenza di patologie neurologiche. Proteggere il nostro cervello significa sia modificare errate abitudini che spesso ci vedono protagonisti, sia non sottovalutare sintomi e manifestazione che possono far sospettare un disturbo neurologico e che richiedono il parere del neurologo. Disturbi della memoria, del linguaggio, ma anche del sonno, possono infatti essere la spia di importanti disordini neurologici. La diagnosi precoce rappresenta una potente arma a nostra disposizione: solo riconoscendo tempestivamente un disturbo, infatti, è possibile mettere in atto quell’intervento terapeutico volto a limitare quanto più possibile importanti conseguenze”.

Alla conferenza stampa che si è tenuta questa mattina al Palazzo Bovera hanno partecipato il Prof. Mario Zappia, Segretario SIN, Professore Ordinario di Neurologia presso l’Università di Catania e Direttore della Clinica Neurologica dell’A.O.U “Policlinico Vittorio Emanuele” di Catania, il Prof. Giuseppe Plazzi, Centro per lo Studio e la Cura dei Disturbi del Sonno dell’Università di Bologna, il Prof. Carlo Ferrarese, Direttore Scientifico del Centro di Neuroscienze dell’Università di Milano-Bicocca e Direttore della Clinica Neurologica presso l’Ospedale San Gerardo di Monza, il Prof. Danilo Toni, Associato in Neurologia, Direttore Unità di Trattamento Neurovascolare e Neurologia d’Urgenza Policlinico Umberto I di Roma, il Prof. Antonio Toscano, Professore Ordinario di Neurologia, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Messina, il Prof. Roberto Eleopra, Vicepresidente SIN e UOC Neurologia 1 – Parkinson e Disordini del Movimento, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta Milano, il Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente della SIN, Clinica Neurologica Università di Genova.

Nel corso della settimana di prevenzione del cervello sono previsti incontri divulgativi e convegni scientifici, attività per gli studenti delle scuole secondarie e open day presso le cliniche neurologiche: numerose iniziative gratuite che si svolgeranno in tutto il territorio nazionale e avranno come protagonista il nostro organo più complesso, il cervello, che ci permette di pensare, ricordare, muovere, sentire, parlare, vedere, dormire e organizzare tutte le nostre numerose attività.

Monica Bellucci ha un nuovo compagno, ha 18 anni in meno di lei

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 11:52am

L’attrice italiana, naturalizzata francese 54enne Monica Bellucci fa la sua prima apparizione pubblica insieme al suo nuovo fidanzato Nicolas Lefebvre, più giovane di lei di 18 anni, in occasione delle sfilate che si tengono in questi giorni a Parigi. (altro…)

Agrumi contro la glicemia alta

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 11:09am

La frutta, se consumata in dosi corrette, permette di regolarizzare i valori alti di glicemia, ma anche obesità, ipertensione e sindrome metabolica. Tuttavia vi è un particolare tipo di frutta che è ideale per contrastare gli zuccheri nel sangue. Parliamo di agrumi. Questi frutti contengono, infatti, vitamine, flavonoidi, fibre e antiossidanti: in particolare l’esperetina che inibisce alcuni zuccheri contrastando così l’aumento della glicemia.

Arance, limoni, mandarini, cedri, pompelmi, pomeli, mandaranci, bergamotti e qualsiasi altro frutto che provenga dalla famiglia del Citrus, c’è solo l’imbarazzo della scelta. E’ importante consumarli freschi, appena sbucciati, evitandoli in macedonie in quanto tale portata prevede l’aggiunta di zuccheri artificiali estremamente dannosi per chi soffre di diabete.

In quanto frutti, bisogna inoltre evitare di assumerli in concomitanza a un pasto eccessivamente ricco di carboidrati poiché ciò comporterebbe un eccesso di glicemia: meglio associarli dunque a verdure.

Chanel: in passerella l’ultima collezione disegnata da Karl Lagerfeld

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 9:26am

Al Grand Palais di Parigi ha sfilato l’ultima collezione – quella per l’autunno-inverno 2019/2020 – di Chanel disegnata da Karl Lagerfeld, il leggendario stilista che rivoluzionò il mondo della moda e che guidò l’azienda francese dal 1982 fino alla morte, avvenuta a 85 anni il 19 febbraio scorso. C’è stata ovviamente grande commozione tra il pubblico e tra le modelle, un minuto di silenzio osservato in suo ricordo ad aprire la sfilata e Heroes di David Bowie come colonna sonora per chiuderla.

In passerella tante modelle da lui preferite: Cara Delevingne, Kaia Gerber, Mariacarla Boscono, Vittoria Ceretti e anche Penélope Cruz, mentre a guardarla c’erano top model e testimonial storiche di Chanel, da Claudia Schiffer a Monica Bellucci.

Sfilata, dicevamo, che è stata anche scenografica, in quanto ambientata in un villaggio sciistico, tra chalet alpini, panche, lampioni, alberi e gli sci marchiati Chanel coperti di neve. Gli abiti larghi e dai tagli morbidi, con i classici tailleur di Chanel accompagnati da cappotti over e pellicce bianche, cappelli e borsette a tracolla, maglioncini beige con fiocchi di neve ricamati, abiti bianchi con piccoli sciatori stampati sopra e vestiti da sera con gonne in piume e corpetti di cristalli.

La sfilata è stata supervisionata da Virginie Viard, da trent’anni braccio destro di Lagerfeld, che ne prenderà il posto.

Sinusite, cause e rimedi naturali

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 8:18am

La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali deputati a tutelare il cervello da eventuali traumi, depurare l’aria inspirata e a proteggere, attraverso l’inglobamento nel muco, da germi, batteri o polveri irritanti. Se il drenaggio del muco è ostacolato, i microrganismi ristagnano all’interno dei seni.

La sinusite se di tipo acuto provoca dolore e gonfiore in corrispondenza dei seni interessati, più frequentemente i seni frontali e mascellari. Il dolore, spesso è localizzato in corrispondenza delle arcate sopraciliari o degli zigomi è può essere accompagnato da cefalea, febbre e fuoriuscita di secrezioni molto dense dal naso.

La sinusite cronica in genere si manifesta con ostruzione, congestione e gocciolamento nasale. Possibili complicanze sono rinite acuta (raffreddore) o cronica (di natura allergica).

La sinusite può avere diverse origini. Le più comuni sono:

infezioni di tipo batterico, – infezioni di tipo virale, come raffreddore o influenza, allergia, – infezioni fungine (più rare).

Ci sono poi alcuni fattori che possono aumentare la probabilità di dover fare i conti con la sinusite, come nel caso del setto nasale deviato, o il cattivo funzionamento del sistema immunitario.

La diagnosi di sinusite deve essere fatta da un medico esperto, un otorinolaringoiatra attraverso un esame clinico. Il primo passo è quello della rinoscopia che permetterà di analizzare lo stato degli osti del seno paradossale attraverso un endoscopio a fibre ottiche. In alcuni casi può essere necessario ricorrere ad una TAC per confutare ogni possibile dubbio.

CURE NATURALI CONTRO LA SINUSITE

L’alimentazione ha una sua importanza. Deve essere a base di vitamina C, assunta tramite agrumi, kiwi, broccoli, mango, patate, pomodori, ribes nero, spinaci. Latticini, grassi animali e burro possono provocare invece il disturbo, è per questo se ne dovrebbe limitare l’assunzione, in quanto tendono ad aumentare la produzione di muco, fattore peggiorativo della sinusite. In sostituzione di latte e dei latticini, aumentare l’apporto di prodotti a base di latte di soia o di riso o d’avena, come nel caso di dessert di riso, yogurt di soia o tofu.

Tra i rimedi fitoterapici se è c’è anche un’infezione virale, è utile assumere l’estratto secco di Andrographis panicolata (6 g al giorno, in dose dimezzata nei bambini al di sotto di 14 anni, controindicato in gravidanza) a digiuno al mattino, circa 30 minuti prima della colazione. L’Echinacea Angustifolia (sottoforma di tintura madre, 30 gocce, 3 volte al dì) in grado di aumentare le difese immunitarie, dall’azione antinfettiva e antibatterica, immunostimolante e antiflogistica.

La terapia va eseguita a cicli di due mesi di trattamento e un mese di sospensione. Controindicata invece in caso di asma, leucemia, patologie autoimmuni.

Sono efficaci come anche come rimedi naturali contro la sinusite il Ribes Nigrum (1 DH Gemme, nella dose di 50 gocce, in un’unica somministrazione al mattino a digiuno) associato a un infuso di Rosa canina.

Altri rimedi naturali Aggiungete all’acqua del deumidificatore qualche goccia di olio essenziale di eucalipto per migliorare la respirazione. In una bacinella di acqua bollente mettete 10 gocce di olio essenziale di menta. Copritevi il capo con un asciugamano e inspirate per 3 minuti circa, interrompete e riprendete a inspirare finché l’acqua non sprigionerà vapore.

Tumore al seno, dai geni il rischio di metastasi

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 8:13am

Identificati dai i geni che sono in grado di predire il rischio di sviluppare metastasi nel tumore al seno. La ricerca, sostenuta dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, è frutto del lavoro svolto da parte dell’Istituto Europeo di Oncologia e dell’Università di Milano. Una scoperta tutta italiana che potrà aprire le porte a nuove terapie personalizzate in funzione della probabilità di comparsa di metastasi.

Si tratta della scoperta di una nuova firma molecolare costituita da geni molto espressi in alcuni tumori mammari e in grado di predire il rischio di metastasi a distanza.

Al momento si stanno conducendo studi di validazione dell’efficacia clinica della firma molecolare utilizzando gruppi di pazienti arruolate in studi clinici internazionali. Questo rappresenta un passaggio indispensabile, spiegano i ricercatori, per l’introduzione di tale metodica nella pratica clinica nei prossimi anni.

Trapianto di fegato da vivente, l’organo può rigenerare in 15 giorni

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 7:05am

A Padova un trapianto da donatore vivente ha permesso di guarire un paziente altrimenti inoperabile, sostituendo il fegato invaso dalle metastasi di un tumore al colon. Un’operazione che è avvenuta in due fasi e che rappresenta un’autentica rivoluzione: la sesta al mondo. (altro…)

Dieta Mediterranea, un nuovo riconoscimento arriva dagli Usa

Pubblicato il 06 Mar 2019 alle 6:18am

Dagli Stati Uniti arriva un nuovo riconoscimento sui possibili effetti benefici della dieta mediterranea. Lo rende noto Confagricoltura sulla base della classifica stilata da Us News and World Report, autorità a livello mondiale nella consulenza ai consumatori, su 41 regimi alimentari. (altro…)