aprile 6th, 2019

Pesticidi sulle mele, pericolosi per la salute, serve una legge

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 11:41am

Il Codacons in una nota ha affermato che “Recenti studi hanno verificato come sulle bucce delle mele comunemente in vendita presso i negozi ed i supermercati italiani si trovino tantissimi pesticidi (più di 10) utilizzati di frequente. I risultati dimostrano infatti che in nessun caso vengono superati i limiti massimi previsti per legge per la presenza del singolo pesticida, ma la presenza di molteplici sostanze chimiche può portare al fenomeno del cosiddetto multiresiduo”.

“Se infatti le singole presenze di pesticidi possono non essere in violazione con la legge – spiega il Codacons – la sommatoria tra i vari pesticidi presenti può provocare seri problemi all’organismo umano. Il fenomeno necessita di un deciso intervento del Ministero per le politiche agricole, che vada a normare tale aspetto, altrimenti sottovalutato”.

“Presenteremo – conclude – un esposto in Procura della Repubblica al fine che vengano accertate eventuali violazioni.”

Come ritrovare forma e benessere senza digiunare

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 11:40am

Il digiuno è da sempre considerato un esercizio che consiste nel raggiungere uno stato di grazia, in parte fisico e in parte mentale e spirituale. Ecco infatti che molte religioni lo adottano come depurazione corporea all’ascesi e all’avvicinamento a Dio.

L’oncologo Umberto Veronesi ha promosso poi, visti i benefici, il digiuno settimanale come “medicina” non tanto per perdere peso, quanto per prevenire le malattie e prolungare la vita. Non una “dieta detox”, ma un vero e proprio regime alimentare salutare.

L’astinenza totale dal cibo, anche se per un solo giorno alla settimana, può però risultare molto faticosa e richiedere una forza di volontà e una determinazione che non tutti posseggono, gli stessi effetti si possono vedere poi attraverso un regime alimentare chiamato “Dieta Mima Digiuno”, il cui inventore è lo scienziato italiano Valter Longo (direttore del programma Longevità & Cancro dell’Ifom di Milano e direttore del Longevity Institute all’Università della Southern California) che è stato anche inserito dalla rivista Time nell’elenco dei 50 personaggi più influenti del 2018 insieme a Bill e Melinda Gates e ai neo-Nobel James P. Allison e Tasuku Honjo.

La Dieta Mima Digiuno è un regime alimentare a basso contenuto di calorie, basso contenuto di zuccheri semplici e proteine e alto contenuto di acidi grassi insaturi che, secondo gli studi consente di ottenere notevoli benefici: dopo soli tre mesi con 5 giorni al mese di Dieta Mima Digiuno, gli esami sui pazienti sottoposti ai test hanno dimostrato una riduzione del peso corporeo, della massa grassa addominale, della pressione arteriosa, della glicemia a digiuno, dei trigliceridi, della proteina C reattiva (indice di infiammazione corporea) e del fattore di crescita insulino-simile (associato all’invecchiamento cellulare). “I dati ottenuti su biomarker e fattori di rischio associati a invecchiamento, cancro, diabete e malattie cardiovascolari, unitamente all’elevata compliance alla dieta e alla sua sicurezza di utilizzo indicano che la Dieta Mima Digiuno possa rappresentare una strategia alimentare ad alto potenziale di efficacia nella promozione della salute umana”.

Per ritrovare in forma bastano dunque 5 giorni al mese di dieta. Che può diventare ancora più facile da programmare e seguire grazie a ProLon, un protocollo alimentare scientificamente sviluppato e clinicamente testato che replica fedelmente la Dieta Mima Digiuno, a base vegetale, senza glutine e senza lattosio, che include zuppe, minestre, tisane, barrette, bevande, snack, tè e integratori progettati per minimizzare i disagi del digiuno e il senso di fame, garantendo al tempo stesso il giusto apporto delle componenti nutritive essenziali e riproducendo sull’organismo gli stessi effetti benefici della Dieta Mima Digiuno.

ProLon, come la DMD riesce ad “ingannare” l’organismo che, ritrovandosi in una condizione di restrizione calorica controllata, reagisce come se stesse digiunando per davvero, sviluppando le capacità naturali di rigenerazione, protezione e difesa sistemica. Tanto che, in uno studio clinico condotto su 100 pazienti che hanno assunto ProLon per 5 giorni al mese per 3 mesi, è stato rilevato mediamente un calo di peso corporeo di circa 2,27 kg grazie alla diminuzione di grasso addominale, la diminuzione di 2,54 cm di circonferenza vita, un temporaneo e significativo aumento di cellule staminali e marker di rigenerazione, un calo della pressione arteriosa, la diminuzione del colesterolo LDL, la riduzione del 14% del marker IGF-1 e la riduzione del 50% della proteina C reattiva.

Per saperne di più, su questo programma di dimagrimento, faq, ecc visita il sito web prolon.it.

Eman, esce il 19 aprile il nuovo album in pre-order su iTunes e in pre-save su Spotify

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 8:52am

Il prossimo 19 aprile esce “Eman” (Jackie & Juliet / Artist First), il nuovo album del cantautore EMAN, all’anagrafe Emanuele Aceto, anticipato dal singolo “Giuda”, disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming. (altro…)

Acquisto auto: sbloccato l’ecobonus fino a 6000 euro

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 8:15am

Sbloccato ecobonus per l’acquisto di auto elettriche e ibridi previsti dalla Legge di Bilancio 2019. Come annunciato ieri dal Mise e dal Mit in una nota. Registrato alla Corte dei Conti, e sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale adottato dal Mise di concerto con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il ministero dell’Economia e delle Finanze, che rende operativa la procedura di erogazione dell’incentivo.

L’ecobonus va da 1.500 a 6mila euro per l’acquisto, anche in leasing, e l’immatricolazione di un veicolo con emissioni di Co2 inferiori a 70 g/km e prezzo da listino ufficiale della casa produttrice inferiore a 50mila euro (Iva esclusa). L’importo varia a seconda della presenza o meno della contestuale consegna per la rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 1, 2, 3 o 4. Il venditore riconosce all’acquirente il contributo sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto. Incentivi previsti anche per moto, motorini e pulmini.

Boom di ascolti per Raffaella Carrà e il suo ” A raccontare comincia tu”

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 6:34am

Carramba che sorpresa! O meglio che non sorpresa. Raffaella Carrà torna in tv e non si smentisce mai. Il suo ritorno in prima serata su Rai3 fa il boom di ascolti. La Carrà, 76 anni da far invidia alle più giovani conduttrici, mancava al pubblico italiano da moltissimi anni.

La Raffa nazionale è stata accolta anche da un’ovazione social. “A Raccontare Comincia Tu”, prima di 6 puntate che ha avuto come ospite d’onore Fiorello, ha ottenuto 2.299.000 spettatori con il 9.4% di share, battendo per numero di ascolti anche il film trasmesso da Canale 5 “Quasi Amici”, che ha registrato 2.077.000 spettatori e il 9.7% di share.

Essere belli è questione di geni

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 6:16am

Il segreto della bellezza è scritto nei geni, che hanno un ruolo chiave nella determinazione della bellezza dell’essere umano. E’ quanto emerge da un nuovo studio condotto da Qiongshi Lu e dai suoi colleghi dell’Università del Wisconsin-Madison, pubblicato su ‘Plos Genetics’. Il team ha identificato infatti i ‘geni della bellezza’, scoprendo che sono diversi in uomini e donne.

Il team Usa ha esaminato le informazioni genetiche di 4.383 soggetti, per individuare le parti del genoma legate alla bellezza del viso. Alcuni volontari hanno valutato le foto degli annuari scolastici dei partecipanti sulla base della loro bellezza, e i ricercatori hanno confrontato poi i punteggi con le informazioni genetiche di ciascuno, scoprendo che i loro ruoli e la relazione con altre caratteristiche umane variavano a seconda del sesso. Nelle donne, alcune varianti genetiche legate alla bellezza sembravano essere correlate ai geni che impattavano sulla massa corporea, mentre nei maschi le varianti erano legate ai geni che influivano sui livelli di colesterolo nel sangue.

Lo studio fornisce ora nuovi spunti sui fattori genetici alla base dell’attrattiva di un volto, mettendo in risalto le complesse relazioni tra bellezza e altri tratti umani. “Non esiste un” gene principale “che determini la bellezza di una persona”, ha osservato Qiongshi Lu. “Invece, questo fattore è molto probabilmente associato a un gran numero di componenti genetiche, con effetti deboli” se prese singolarmente. “In particolare, la specificità del sesso è uno schema ricorrente, osservato in quasi tutte le analisi del nostro studio”, conclude.