Caffè, studio rivela, può causare cancro ai polmoni

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Apr 2019 alle ore 6:27am

Il consumo di due o più tazze di caffè o tè al giorno sarebbe in grado di aumentare il rischio di sviluppare un cancro ai polmoni, secondo una ricerca condotta da un team internazionale di scienziati presentato alla conferenza annuale dell’American Association for Cancer Research che si è tenuta ad Atlanta, in Georgia.

Gli autori dello studio hanno condotto uno studio su 17 analisi precedenti condotte negli Usa e in Asia, che ritenevano che l’assunzione delle due bevande fosse correlata all’insorgenza del tumore ai polmoni. Le ricerche analizzate si sono concentrate su persone non fumatrici alle quali è stata diagnosticata, però, la malattia.

Il consumo di tè e caffè sono strettamente correlate alle abitudini dei fumatori, gli studi precedenti potrebbero aver prodotto risultati incoerenti, si legge in una nota della ricerca. L’autore principale di questa nuova analisi è Jingjing Zhu dell’Università di Vanderbilt, che ha indicato che nelle precedenti indagini non era distinto ciò che causava lo sviluppo del cancro del polmone, tra il tabacco e le due bevande.

Ora, però, il nuovo studio ha rilevato che le persone che non fumavano ma bevevano due o più tazze di caffè al giorno avevano il 41% di possibilità in più di sviluppare la malattia, rispetto a quelle che non bevevano le due bevande. Allo stesso modo, i non fumatori che consumavano due o più tazze di tè al giorno avevano il 37% in più di probabilità di sviluppare quel tipo di cancro rispetto a quelli che non le bevevano.

Un rischio questo che era molto simile a tutte le età e razze e per tutti i tipi di caffè. Il caffè decaffeinato era associato al 15% in più di probabilità di provocare la malattia rispetto al caffè con caffeina. In questo caso, gli autori del nuovo studio suggeriscono che la caffeina non è l’innesco del cancro del polmone, ma qualcosa nel processo di torrefazione del caffè che crea il legame tra il consumo delle bevande e il rischio di sviluppare questo tipo di tumore.