aprile 10th, 2019

Walter Nudo ricoverato: “Due ischemie al cervello causate da un problema al cuore”

Pubblicato il 10 Apr 2019 alle 11:19am

Una nota ufficiale trasmessa all’Ansa chiarisce le vere condizioni di salute di Walter Nudo: “Walter si trovava in un ristorante a Los Angeles per un appuntamento di lavoro quando ha avuto un malore. È stato trasportato di urgenza all’ospedale più vicino a Beverly Hills. La risonanza magnetica ha riscontrato che Walter ha avuto due piccoli ‘ischemic stroke’, due ischemie sul lato sinistro del cervello, causate da un problema al cuore. Con il permesso dei dottori, ha preso il primo aereo e in questo momento sta rientrando in Italia dove lo aspettano all’Ospedale Monzino di Milano per l’intervento! Walter in questi casi è più preoccupato per gli altri che per se stesso e raccomanda a tutti di stare tranquilli”. (altro…)

Che cos’è il Candida auris? Un fungo resistente agli antibiotici che uccide in 3 mesi

Pubblicato il 10 Apr 2019 alle 11:07am

E’ una forma di Candida che non si riesce a curare e che sta prolificando nel mondo e può uccidere in soli tre mesi. E’ resistente agli antibiotici…si tratta della Candida auris, si conosce da appena 10 anni ma spaventa molto più di tante altre malattie gli esperti. Il fungo per ora sembra essere molto pericoloso per le persone immunodepresse o con un sistema immunitario compromesso.

Il contagio avviene molto facilmente, soprattutto negli ambienti in cui sono presenti persone infette, tanto che il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) l’ha aggiunta alla lista di germi considerati minacce impellenti”.

Il New York Times riporta un caso molto impressionante che rende l’idea della pericolosità di questa Candida. Di un paziente che fu ricoverato all’ospedale Mount Sinai di New York, e messo dai medici in isolamento in una stanza nel reparto di terapia intensiva. Dopo 90 giorni l’uomo morì e nella stanza fu necessario cambiare il soffitto e il pavimento perché la resistenza del fungo era tale che qualunque trattamento era stato vano. Ogni parte della stanza era risultata positiva al test e per scongiurare la possibilità di contagio si era deciso per una procedura straordinaria.

La Candida auris è un fungo che può causare infezioni pericolose nelle persone se raggiunge il sangue in circolo nel corpo. Causa febbre, dolori muscolari e affaticamento, sintomi facilmente confondibili con altre malattie, per questo è difficile diagnosticarla. La pericolosità non è tanto nella sintomatologia, ma nel fatto che è resistente alla maggior parte dei farmaci contro le infezioni di funghi: secondo il CDC, più del 90 per cento delle infezioni da C. auris resistono ad almeno uno di questi farmaci. Pericolosa per neonati, anziani, diabetici e persone con basse difese immunitarie, ha già ucciso in 90 giorni la metà dei pazienti che sono stati contagiati.

Per ora il maggior numero di casi è stato registrato in Giappone, dove si è sviluppata, ma si riportano casi in India, Pakistan e Sudafrica. Negli Stati Uniti ci sono stati 587 pazienti malati, mentre in Europa 620, distribuiti tra Austria, Francia, Germania, Norvegia, Regno Unito e Spagna. Proprio in queste due ultime nazioni pare ci sia stata la anche la maggiore parte di concentrazione di casi di contagio.

Fabrizio Moro, esce il 12 aprile Figli di nessuno, 10° album di inediti

Pubblicato il 10 Apr 2019 alle 8:56am

Esce venerdì 12 aprile “FIGLI DI NESSUNO” (Sony Music Italy), il decimo album di inediti di FABRIZIO MORO, disponibile in pre-order su iTunes e in pre-save su Spotify, e in pre-order fisico su Amazon in versione cd, vinile e vinile con card autografata esclusiva Amazon (https://smi.lnk.to/FigliDiNessunopreorder). (altro…)

La sposa del 2019

Pubblicato il 10 Apr 2019 alle 8:47am

Le fiere bridal, come Si Spositalia in programma dal 5 all’8 aprile a fieramilanocity, hanno proposto 220 collezioni provenienti da 24 Paesi del mondo sono una vetrina per le tendenze più ricercate per il giorno del sì. (altro…)

Cani in grado di diagnosticare i tumori appena si presentano, annusando il sangue delle persone

Pubblicato il 10 Apr 2019 alle 7:22am

Grazie al loro olfatto i cani possono diagnosticare i tumori, non appena si presentano. (altro…)

Una formulazione di micro e macronutrienti davvero mirata è in grado di colmare i deficit nutrizionali nelle malattie rare

Pubblicato il 10 Apr 2019 alle 7:21am

“Una formulazione di micro e macronutrienti mirata è in grado di colmare i deficit nutrizionali che si riscontrano spesso nelle persone con patologie rare. Un elemento molto importante anche in oncologia: se il paziente non è malnutrito, potrà rispondere meglio alla terapia. Secondo alcuni dati preliminari, è possibile ridurre la durata del ricovero di un giorno e mezzo, limitare il rischio di nuovi ricoveri a 30 giorni ed eseguire interventi più radicali”. E’ quanto annuncia il direttore dell’Area di Medicina interna, gastroenterologia e oncologia medica del Policlinico Gemelli, Antonio Gasbarrini, che illustra all’AdnKronos Salute i concetti cardine della ricerca ‘targata’ Gemelli Health System . Una ricerca che ha portato alla messa a punto di formulazioni per pazienti particolari o con malattie rare, in grado di colmare alcune lacune nell’offerta di micro e macronutrienti ad hoc.

“Una società neonata – aggiunge l’esperto, protagonista di uno Speciale in tre puntate sul microbiota, in onda su Doctor’s Life (canale 440 su Sky) – che nasce dall’osservazione che i pazienti portatori di malattie rare, in genere genetiche, hanno spesso una serie di deficit che portano a difetti nutrizionali, con carenze di micro o macronutrienti”.

“Tutti i prodotti studiati dal Gemelli Health System sono pensati per particolari patologie, e sempre a partire dalle osservazioni sui pazienti. Stiamo disegnando integratori specifici, a partire dalle osservazioni dei medici curanti, per colmare un vuoto in un settore in cui non esistevano formulazioni così personalizzate”.

Un altro settore di attività della società è quello “della malnutrizione di chi affronta la chemioterapia, l’immunoterapia o deve subire un intervento chirurgico. Una ri-nutrizione mirata di questi pazienti è importante per l’esito della chemio o della chirurgia”, continua ancora l’esperto. “In oncologia – ribadisce – puoi fare la terapia più a lungo e con meno effetti. Inoltre è possibile eseguire interventi più radicali. In sintesi, stiamo disegnando prodotti ad hoc per un’alimentazione il più possibile personalizzata, direi sartoriale, per un vasto gruppo di patologie o condizioni”, conclude infine lo specialista.