aprile 12th, 2019

Il Volo: da oggi in radio “A chi mi dice”, nuovo singolo!

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 1:51pm

Da oggi, venerdì 12 aprile, è in radio “A chi mi dice”, il nuovo singolo de IL VOLO, cover dell’adattamento in italiano di Tiziano Ferro del brano “Breathe Easy” dei Blue, impreziosito dalla celebre vocalità del trio.

Il singolo è estratto dall’album “Musica” (Sony Music) che contiene, oltre al brano sanremese “Musica che resta” con il quale il trio ha conquistato il podio al 69° Festival di Sanremo, gli inediti “Fino a quando fa bene” e “Vicinissimo” e le cover di “Arrivederci Roma”, “People”, “La nave del olvido”, “Lontano dagli occhi”, “Be My Love”, “La voce del silenzio” e “Meravigliosa Creatura”. Con 11 brani e la produzione di Michele Canova, il nuovo album dà risalto alla personalità delle tre diverse voci di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, raccogliendo i loro gusti e le loro influenze musicali in un disco che rappresenta 10 anni di una lunga amicizia e di musica insieme.

“Musica” ha confermato l’ulteriore successo mondiale del trio arrivando nella TOP 10 di iTunes degli album più venduti in ben 14 Paesi, da Malta al Brasile, dalla Finlandia all’Israele.

Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali, si prepara così ad una serie di prestigiosi appuntamenti live da maggio 2019 a maggio 2020, che testimoniano l’autentico successo dei tre cantanti in tutto il mondo in questi 10 anni di carriera!

Di seguito le date del tour estivo, che raggiungerà le più belle location italiane: 22 giugno Piazza Grande a Palmanova (Udine), 26 giugno Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, 9 luglio Parco di Nervi – Genova – NUOVA DATA, 11 luglio Arena della Versilia Cinquale (Massa-Carrara), 13 luglio Moon & Stars Festival di Locarno – NUOVA DATA, 14 luglio Ippodromo di Maia Merano (Bolzano), 16 luglio Arena della Regina Cattolica (Rimini), 19 luglio Malta Fairs and Conventions Centre Malta, 23 luglio Teatro Antico di Taormina (Messina), 27 luglio Fossato del Castello – Barletta (Barletta-Andria-Trani), 28 luglio Piazza Duomo – Lecce, 30 luglio Anfiteatro La Civitella – Chieti.

Il tour culminerà con uno show all’ARENA DI VERONA il 24 settembre!

Il tour italiano è prodotto da Il Volo Srl e organizzato da Friends & Partners.

I festeggiamenti per i 10 anni di carriera prevedono imperdibili concerti in tutto il mondo. Si parte a maggio 2019 con i live in Giappone, dove già nel 2017 il trio aveva registrato il sold out a Tokyo e a Kawasaki. A fine maggio Il Volo sarà in Italia per due esclusive date a Matera. L’estate vedrà i tre artisti protagonisti nelle più belle location italiane, un tour che culminerà con lo show all’Arena di Verona. In autunno Il Volo sarà in concerto nelle città più importanti in Europa e in America Latina. La festa del trio italiano più famoso al mondo, continuerà fino a maggio 2020, con un tour negli Stati Uniti, in Canada e ancora tante sorprese!

Colesterolo alto, i 5 alimenti che lo abbassano

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 1:09pm

Il colesterolo alto è un fattore di rischio per la salute, ma può essere facilmente abbassato con alcuni cambiamenti alimentari.

Il colesterolo è una sostanza grassa che si trova nel corpo. Ne esistono due tipi: LDL (colesterolo “cattivo”) e HDL (colesterolo “buono”). Troppo colesterolo “cattivo” può causare problemi cardiovascolari e per questo bisogna subito correre ai ripari con una giusta alimentazione. Il neurizionista Rob Hobson ha rivelato a Express.co.uk sette alimenti che è possibile mangiare per ridurre il colesterolo. Vediamo quali sono.

– Avena: tipo di fibra solubile che si combina con il colesterolo nell’intestino e lo rimuove dall’organismo. Potete aggiungerla alla dieta usandola come guarnizione per i cereali per la colazione o potete usarla per fare delle belle frittelle e spuntini sani.

– Fagioli, legumi e lenticchie: legumi ad alto contenuto di fibre solubili. Aiutano a rimuovere il colesterolo dall’organismo. Sono versatili e li puoi usare nelle insalate o puoi semplicemente buttarli nei piatti di tutti i giorni (…)”.

– Noci, arachidi e mandorle e olio extravergine di oliva, altri alleati del cuore. Contengono grassi monoinsaturi che aiutano a ridurre il colesterolo LDL e aumentare il colesterolo HDL.

– Soia. 25 g di proteine ​​di soia al giorno possono ridurre il colesterolo del 5%. “Puoi facilmente aggiungere la soia alla tua dieta scambiando il tuo latte normale con latte di soia o mangiando cibi come il tofu o nello jogurt”. Dice l’esperto.

– Mele, uva e bacche. “Contengono un tipo di fibra solubile chiamata pectina, che di nuovo si lega con il colesterolo nell’intestino e aiuta a rimuoverlo dal corpo umano”.

Metabolismo, per il girovita un aiuto naturale da acqua e limone

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 1:06pm

«Bisogna bere tanta acqua e limone durante il giorno, specialmente la mattina appena alzati e sempre dopo avere urinato. È buona cosa prenderla come abitudine sistematica una volta usciti dal bagno. Mai bere durante i pasti». A consigliarlo è Henry Chenot, il medico di origini catalane ma francese di adozione, che all’inizio degli anni Settanta creò il primo di una serie di laboratori di fitocosmetica e fitoterapia e nel 1999 la «biontologia», il nuovo concetto per studiare l’evoluzione dell’invecchiamento psicofisico, applicando il metodo di disintossicazione che porta il suo nome.

In Franciacorta, e a Merano due oasi di benessere portano il suo nome. Secondo Chenot il vero elisir di lunga vita è semplicemente un bicchier d’acqua e limone. In quanto, oltre ad idratare riequilibra il pH sanguigno, libera dalle tossine e aiuta il fegato, inoltre, pulisce la pelle e fornisce il giusto apporto di vitamine – una buona concentrazione di vitamina C e di acido citrico – nonché sali minerali che regolano il metabolismo e stimolano la peristalsi, conferendo anche un incarnato luminoso, sano e bello.

L’attenzione, che bisogna fare, è che devono essere fette di limone con scorza (meglio, quindi, se agrumi provenienti da un’agricoltura biologica, non trattati) immerse nell’acqua. Il succo da solo non basta, mentre con la buccia il mix si esprime al meglio e con tutte le sue proprietà benefiche.

Un vero toccasana che alcalinizza e rafforza il sistema immunitario, in grado di sgonfiare la pancia e facilitare anche la perdita di peso. un binomio salutare per l’organismo anche per il girovita.

«Fa benissimo bere anche acqua e aceto di mele», sottolinea Chenot, « nella misura di un cucchiaio per litro d’acqua, perché il sidro di mele agisce sul tessuto connettivo». Un buon drenaggio dell’organismo, è indispensabile se si considera che l’acqua rappresenta per il 60 per cento il costituente principale del corpo umano, in particolare dei tessuti molli, e che la giusta idratazione rientra nei parametri di un corretto stile di vita e di un armonico benessere psicofisico.

Declino memoria bloccato con impulsi elettrici

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 8:12am

Gli organi del nostro corpo, come del resto anche il cervello non è esente da invecchiamento. Si tratta però di un processo che porta alla costante degenerazione delle connessioni interneuronali con conseguente perdita di capacità cognitive prima tra tutte la memoria. Questo processo è un passo obbligato nella vita umana. ma sembra però che gli scienziati abbiano trovato un’interruttore per invertire tale processo sfruttando la plasticità neuronale, capacità unica dei neuroni che consente l’adattamento, tramite la creazione di nuove connessioni e il riarrangiamento di quelle già presenti, a determinati stimoli.

Il Dott. Reinhart, neuroscienziato dell’Università di Boston, spiega che il lavoro si è incentrato su una parte della cognizione chiamato memoria di lavoro, fondamentale per un’ampia varietà di compiti, come ad esempio il riconoscimento dei volti, l’eseguire operazioni aritmetiche e navigare in un nuovo ambiente.

La memoria di lavoro è particolarmente sensibile ad invecchiamento e il suo deterioramento è causato da una desincronizzazione elettrica nelle due regioni temporali e frontali che ne causa il declino progressivo poiché ne riduce le capacità di interscambio di informazioni danneggiando le connessioni a distanza tra i neuroni della sostanza grigia.

Gli scienziati hanno allora deciso di fare un confronto tra 42 persone di età compresa tra i 20 e 29 anni e altre 42 persone con età compresa tra 60 e 76 anni. Il gruppo più vecchio era più lento e meno accurato nei test, perciò l’equipe ha deciso di sottoporli a stimolazione elettrica non invasiva mirando a sincronizzare le aree del cervello, ciò ha prodotto un notevole miglioramento delle prestazioni cognitive nel gruppo più anziano dei soggetti, con un risultato maggiormente positivo nei soggetti con la più critica situazione di partenza.

“Stiamo vedendo i più grandi miglioramenti nelle persone con i maggiori deficit al basale e questo è sicuramente un ottimo auspicio per il lavoro clinico nei pazienti con disturbi cognitivi“, ha dichiarato infine Reinhart.

Ma cosa ci dice il cervello, con Paola Cortellesi dal 18 aprile al cinema

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 8:10am

Arriva al cinema, MA COSA CI DICE IL CERVELLO, un film di Riccardo Milani. Con Paola Cortellesi, Stefano Fresi, Tomas Arana, Teco Celio, Remo Girone il 18 aprile 2019. Distribuzione Vision Distribution. (altro…)

Grazie al vaccino contro Hpv, -88% casi di tumori al collo dell’utero

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 7:33am

Il vaccino contro il Papillomavirus (Hpv) che viene effettuato intorno ai 12-13 anni di età premette di ridurre, fino all’88%, le lesioni che provocano i tumori al collo dell’utero. Ma più ci si vaccina tardi e meno efficace è la protezione. Arriva infatti anche la conferma da uno studio pubblicato sul British Medical Journal, che ha analizzato quasi 140.000 ragazze, le quali grazie a tale vaccinazione anti Hpv avevano fatto registrare una riduzione dei casi, del tumori tra i più diffusi tra le donne.

Il programma di vaccinazione contro l’Hpv per ragazze tra 12 e 13 anni è stato introdotto in Scozia nel 2008.

La ricerca condotta presso l’Università di Edimburgo ha analizzato i suoi effetti sullo sviluppo delle neoplasie intraepiteliali cervicali (Cin), ovvero lesioni precancerse che precedono il tumore alla cervice e che possono essere di pericolosità lieve, moderata o anche grave. Per farlo hanno comparato i dati sulla vaccinazione e i risultati degli screening ginecologici di 138.692 giovani donne nate tra il 1988 e il 1996: tra loro vi erano donne non vaccinate (nate tra il 1988 e 1990), donne che avevano avuto la possibilità di recuperare la vaccinazione tra i 14 e i 17 anni (nate tra il 1991 e 1994) e ragazze sottoposte alla vaccinazione di routine a 12-13 anni (nate tra 1995 e 1996).

Questo ultimo gruppo beneficiava di una riduzione del 79% di lesioni precancerose di lieve pericolosità, una riduzione dell’88% di quelle moderate e dell’86% delle lesioni più gravi. Ma la capacità di prevenzione si è scoperto che diminuiva per chi si vaccinava tardivamente: tra chi lo aveva fatto a 17 anni la riduzione delle lesioni gravi scendeva dall’86% al 51%. «Le cifre sono impressionanti» commenta Kevin Pollock, ricercatore presso la Glasgow Caledonian University e coautore dello studio. «E mostrano che il vaccino HPV è associato alla quasi completa eliminazione delle lesioni cervicali nelle giovani donne scozzesi, già dopo solo otto anni dall’inizio del programma vaccinale».

Festival di Sanremo 2020, conduzione per Amadeus, prossimo alla firma

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 6:25am

Il prossimo Festival di Sanremo sarà condotto da Amadeus. Una corsa solitaria che non lo avrebbe più insieme all’amico Carlo Conti (che è già stato al timone della kermesse) nel ruolo di direttore artistico.

Dopo il biennio con la conduzione e direzione artistica di Claudio Baglioni sembra infatti che il prossimo Festival della canzone italiana sarà condotta dal conduttore emiliano, senza affiancamento di Conti, come in precedenza si era vociferato. A darne notizia il settimanale “Chi”, diretto da Alfonso Signorini: “Mancano solo le firme – si legge nelle “Chicche di gossip” – e Amadeus potrà annunciare la realizzazione del suo grande desiderio condurre il Festival di Sanremo.