Pelle, come ci segnala la presenza di malattie autoimmuni

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Apr 2019 alle ore 8:42am

Una lesione della cute può essere sintomo di una malattia reumatologica. Ecco perché nessuna lesione cutanea grande o piccola che sia, non deve mai essere sottovalutata. Bisogna infatti sempre cercare una diagnosi corretta.

Se la lesione dermatologica è spia di un problema reumatologico, poi, è essenziale anche che ci sia una stretta collaborazione fra reumatologo e dermatologo. Per fare chiarezza è Piergiacomo Calzavara Pinton Presidente SIDeMAST (Società Italiana di Dermatologia) e Direttore della Clinica di Dermatologia, «Spedali Civili» di Brescia che rivela «Alcune Manifestazioni cutanee di diverso tipo rappresentano il primo segno dell’instaurarsi di malattie di natura autoimmune o reumatologica che possono anche essere molto gravi perché colpiscono organi interni e/o l’ apparato osteomuscolare. L’ esempio più noto è quello della psoriasi cutanea che in un 20% dei casi si associa ad artrite. Anche altre malattie autoimmuni gravi e sistemiche, tuttavia, come lupus, dermatomiosite, sclerodermia, e vasculiti sono precedute o si accompagnano a specifiche lesioni cutanee».