aprile 16th, 2019

Gianni Morandi: Stasera gioco in casa, il nuovo tour dal 1 Novembre al Teatro Duse di Bologna

Pubblicato il 16 Apr 2019 alle 2:57pm

‘Stasera gioco in casa – Una vita di canzoni’, il nuovo progetto artistico di Gianni Morandi: 16 concerti, un solo palcoscenico, l’abbraccio del suo pubblico con il quale condividere ricordi, emozioni e soprattutto grande musica.

Sarà il Teatro Duse di Bologna ad ospitare, dal primo novembre, le 16 serate (12 in programma fino a dicembre 2019, più altre 4 nel 2020) nelle quali Gianni canterà, in forma acustica, i brani che hanno conquistato intere generazioni, ma racconterà anche i momenti più importanti della sua vita, gli aneddoti, gli incontri, le sfide e i sogni.

L’artista, che ha all’attivo 53 milioni di dischi venduti, 4.217 concerti in Italia e 426 all’estero, e che nel 2017 ha inciso il suo quarantesimo album intitolato ‘D’amore d’autore’, ha quindi scelto lo storico palcoscenico del Duse per un omaggio personale e speciale al vastissimo pubblico che lo segue e lo ama da sempre.

“C’è sempre un momento della vita in cui si sente il forte desiderio di tornare nel luogo da dove si è partiti, – spiega Gianni Morandi – la prima volta che ho cantato al Duse è stato nel 1964 e ricordo che mi tremavano le gambe. Dopo tanti anni e aver girato tutto il mondo, tornare nella mia città con una nuova serie di concerti è una grandissima emozione. Voglio ringraziare il Teatro Duse per avermi proposto questa nuova avventura artistica che mi darà la possibilità di cantare in teatro, dove l’atmosfera è sempre un po’ speciale ed è possibile instaurare una relazione più profonda con il pubblico”. “Attraverso le canzoni – prosegue Morandi – racconterò il mio viaggio nella musica e la mia vita. Mi piacerebbe anche presentare un brano inedito, composto appositamente per questa occasione, per la mia città e per questo teatro che è nel cuore di Bologna”.

LE DATE DEL 2019:

01 Novembre – ore 21

02 Novembre – ore 21

03 Novembre – ore 16

07 Novembre – ore 21

14 Novembre – ore 21

21 Novembre – ore 21

28 Novembre – ore 21

05 Dicembre – ore 21

12 Dicembre – ore 21

20 Dicembre – ore 21

21 Dicembre – ore 21

2 Dicembre – ore 16

Le 4 date del 2020 saranno annunciate prossimamente.

PREVENDITA IN ESCLUSIVA SU:

PREVENDITE

Le prevendite sono aperte dalle ore 15 del 16 aprile 2019, presso il call center e sul sito di Vivaticket.it, presso i punti vendita Vivaticket e presso la biglietteria del Teatro Duse.

BIGLIETTERIA

Teatro Duse | Via Cartoleria 42, Bologna | 051 231836 | biglietteria@teatrodusebologna.it

Dal martedì al sabato, dalle ore 15 alle 19 e da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli.

Mangiare dolci alla cannabis più pericoloso che fumarla

Pubblicato il 16 Apr 2019 alle 11:15am

In Italia sono sempre di più i negozi dove è possibile acquistare cioccolato, biscotti, dolci, gomme da masticare, birra e ogni genere di prodotto alimentare a base di cannabis (Magica Italia nel 2018 ne ha censiti almeno 713, in aumento del 75 per cento rispetto al 2017). Ce ne sono ormai dappertutto, specialmente a Milano. Un business in continua crescita e senza regole, fortemente sostenuto dall’idea che chi mangia o beve marijuana non avrà i danni di chi la fuma o ne aspira i vapori.

Ma purtroppo non è assolutamente così. Sui prodotti che si vendono in Italia si sa davvero ancora molto poco o quasi nulla. La cannabis è commestibile a parità di concentrazione dei principi attivi — THC e CBD — e fa male quanto quella che si fuma e forse anche di più. Lo dimostrerebbe un lavoro appena pubblicato su Annals of Internal Medicine, fatto in Colorado, dove la cannabis è legale, e dove ci sono stati più casi di intossicazione acuta, più disturbi psichiatrici e più problemi cardiovascolari in chi invece fa uso di prodotti commestibili, rispetto a chi la fuma.

Questo accade, in quanto, chi fuma cannabis o ne aspira i vapori comincia ad avvertirne gli effetti in un paio di minuti, e sopra una certa soglia — che varia molto da individuo ad individuo. I sintomi più comuni, sono gastrointestinali, nausea e vomito che induce ad interrompere il consumo.

La cannabis presa per bocca si assorbe invece lentamente ed entrano in gioco diversi fattori, tipo cosa si è mangiato prima o con quale prodotto la si sta assimilando (con il cioccolato, ad esempio, se ne assorbe di più che con la gomma da masticare). Tuttavia chi grazie alla cannabis vorrebbe sentirsi rilassato, spensierato e un po’ più «social», con biscotti e cioccolato sulle prime non prova niente, e così pensa di non averne presa abbastanza e ne cerca dell’altra. Nel frattempo la sostanza si accumula e quando si avvertono i primi disturbi potrebbe essere già in corso un’intossicazione.

In Colorado Di questo fenomeno se ne sono accorti per primi al pronto soccorso di uno degli ospedali dell’Università del Colorado. I medici hanno infatti notato qualcosa che a prima vista pareva molto strano, quasi paradossale: quei ragazzi (ma anche adulti) che arrivavano dopo aver assunto cannabis per bocca sembravano stare peggio di chi la marijuana l’aveva fumata o inalata. A dirla tutta, rispetto a chi la fumava, quelli che avevano mangiato biscotti o dolcetti alla cannabis erano una piccola minoranza — uno su dieci —, ma sembrava che i disturbi più gravi si concentrassero proprio su di loro. A questo punto i medici hanno deciso di analizzare 10 mila pazienti arrivati al pronto soccorso per abuso di alcol e cannabis. Hanno così scoperto che in 3 mila di loro i disturbi erano riconducibili solo e soltanto alla cannabis e 250 ne avevano presa esclusivamente per bocca.

Tumore, in arrivo nuovo vaccino che insegna al sistema immunitario ad ucciderlo

Pubblicato il 16 Apr 2019 alle 8:53am

Ricercatori sono alle prese con un nuovo tipo di immunoterapia contro i tumori iniettando cellule tumorali modificate, quest’ultime in grado di attirare l’attenzione del sistema immunitario che riesce a localizzare e distruggere le cellule malate. (altro…)

Shopping terapeutico, può abbassare ansia e stress e aiutare a mantenersi in forma

Pubblicato il 16 Apr 2019 alle 8:51am

Lo shopping può essere terapeutico, parola di esperti. Essere om grado di abbassare ansia e stress e aiutare a mantenersi anche in forma. Di curare la mente e lo stato d’animo delle persone. Ma non solo. (altro…)

Allarme di epidemia di fegato grasso fra i giovani europei

Pubblicato il 16 Apr 2019 alle 8:43am

E’ allarme, una ricerca della Bristol University, nel Regno Unito, che hanno analizzato i dati di oltre 4 mila giovanissimi arruolati in uno studio longitudinale che ha monitorato la salute di una coorte di bambini nati tra il 1991 e il 1992 ad Avon, in Inghilterra, tutti a 18 anni, sottoposti ad esami ecografici che hanno rivelato la presenza di fegato grasso non alcolico nel 2,5% del campione. Cinque anni dopo, nuovo esame chiamato fibroscan ha scoperto che oltre il 20% presentava depositi di grasso nel fegato (steatosi). E la metà dei casi classificata come grave. Non solo, gli esami hanno mostrato la presenza di fibrosi nel 2,4% dei casi.

“Siamo molto preoccupati di quello che abbiamo scoperto – spiega Kushala Abeysekera dell’University of Bristol, presentando il lavoro a Vienna – a soli 24 anni un giovane su cinque ha la steatosi e uno su 40 ha segni di fibrosi. E questo in un gruppo di persone giovani e asintomatiche”. I risultati dello studio “devono suggerire di alzare la guardia sul fegato grasso non alcolico nei giovani”.

Moda primavera – estate 2019, i 5 pezzi must – have

Pubblicato il 16 Apr 2019 alle 6:29am

Tornano di moda, per la primavera – estate 2019, i cerchietti per capelli, decorati con pietre e preziosi cristalli Swarovski, modello principessa, insomma, come quelli che vengono proposti da Prada e Miu Miu e altre celebri marche.

E ancora, i pantaloni da ciclista sono altro must have di questa stagione estiva 2019.

Comunemente chiamati ciclisti, o biker pants, o ancora peggio ‘pinocchietti’. Sulle passerelle milanesi sono arrivati abbinati ad una T-shirt, oppure sotto abiti eleganti, così da mostrare anche una certa versatilità di stile secondo l’abbinamento ai tacchi alti oppure alle sportive sneakers.

Le donne di una certa età, possono però puntare su bermuda, in versione più elegante, da portare con la giacca, come fosse un tailleur corto, soluzione proposta anche da Emporio Armani e Prada. Infine l'”effetto nudo”, oltre agli impermeabili tocca anche agli accessori, sandali e boot per la pioggia assieme a borse di Chanel, e a pantaloni gaucho trasparenti di Giorgio Armani.

E che dire degli altri ‘imperdibili’ intramontabili da avere in guardaroba? Camicie bianche con rouches e plissè da regina i capi di abbigliamento o gli accessori ispirazione giungla, in pelli o ecopelli stampate animalier, ovvero a macchie leopardo, serpente o zebra.