aprile 27th, 2019

Oms, bimbi fino a 2 anni mai davanti ad uno schermo

Pubblicato il 27 Apr 2019 alle 11:15am

Meno ore passate davanti alla tv o seduti in un passeggino, rispettare le giuste ore di sonno può aiutare i bambini a crescere più sani e previene l’obesità. E’ quanto è stato rilevato dall’Organizzazione mondiale della sanità in una direttiva che riguarda la salute dei bimbi di meno di cinque anni per i quali è salutare, si spiega una nota, stare meno nel passeggino, dormire il giusto e dedicare più tempo ai giochi attivi.

Non c’è nulla di più sbagliato dunque secondo l’Oms per i bambini non camminare e giocare con giochi elettronici tra cui il tablet.

Decoder riesce a tradurre in parole i segnali del cervello, un primo passo per aiutare chi non può parlare

Pubblicato il 27 Apr 2019 alle 11:14am

Un decoder basato sull’intelligenza artificiale sarebbe in grado di tradurre in parole l’attività del nostro cervello. Il primo passo verso future interfacce cervello-macchina che restituiranno la capacità di parlare a chi non può più farlo a causa di una malattia come il Parkinson o la Sla, o anche un incidente stradale. Descritto sulla rivista scientifica Nature, il dispositivo è stato sviluppato dal gruppo dell’università della California a San Francisco coordinato da Gopala Anumanchipalli.

“Questa ricerca è una dimostrazione che in futuro saremo in grado creare strumenti che tradurranno il pensiero in ‘azioni’ come la parola”. A spiegarlo è Carlo Miniussi, direttore del Centro Mente Cervello (Cimec), dell’Università di Trento a Rovereto a l’ANSA. Il risultato, “in linea con altri simili ottenuti anche in Italia, mostra – ha aggiunto – che ci sono delle chiare prospettive per la costruzione di ‘neuro-protesi’ che possono migliorare la nostra esistenza, non solo quando siamo affetti da una patologia che compromette la nostra capacità di parlare, ma anche per controllare arti robotici”.

Il dispositivo riproduce virtualmente gli organi coinvolti nel linguaggio, come labbra, mandibola, lingua, e laringe. Per metterlo a punto i ricercatori hanno registrato l’attività delle aree della corteccia del cervello di cinque volontari che parlavano ad alta voce. Hanno analizzato i loro segnali cerebrali che controllavano i movimenti degli organi coinvolti nel linguaggio e il sistema basato sull’intelligenza artificiale che li ha convertiti in suoni e parole grazie a un sintetizzatore.

I sono riusciti ad articolare 101 frasi e i volontari che le ascoltavano sono riusciti a identificarle e a trascriverle.

Ron: da ieri disponibile il disco live “Lucio!!”, in radio il nuovo singolo “Tutta la vita” e da giugno il Tour

Pubblicato il 27 Apr 2019 alle 8:00am

E’ da ieri, venerdì 26 aprile, disponibile il disco live di Ron “Lucio!!”, live registrato lo scorso giugno al Teatro Romano di Verona (https://SMI.lnk.to/Ron_LucioLIVE), contenete una serie di duetti unici ed emozionanti interpretati dalle grandi voci della musica italiana in un luogo di eccezione.

Sempre da ieri, è in rotazione radiofonica il nuovo singolo dal titolo “Tutta la vita”, estratto dall’album live.

Massimo Ranieri, Fiorella Mannoia, Alice, Serena Autieri, Luca Carboni, Paola Turci, Gigi D’Alessio, Ornella Vanoni, sono solo alcuni degli artisti che hanno accompagnato Ron in questa grande festa tributo a Lucio Dalla.

Omaggio al grande Dalla, il disco “Lucio!!” è composto da 11 brani tra cui 8 duetti registrati durante il live al Teatro Romano di Verona, e 3 brani registrati appositamente in studio per l’occasione: il duetto insieme a Federico Zampaglione sulle note di “Felicità” e i brani “Anna e Marco” e “Tutta la vita” interpretati da Ron.

Questa la tracklist dell’album “Lucio!!”: “Cara” (in duetto con Fiorella Mannoia), “Vita” (in duetto con Massimo Ranieri), “Tu non mi basti mai” (in duetto con Serena Autieri), “Cosa Sarà” (in duetto con Paola Turci), “Chissà se lo sai” (Ornella Vanoni in duetto virtuale con Lucio Dalla), “Canzone” (in duetto con Gigi D’Alessio), “Quale allegria”, (in duetto con Luca Carboni), “Almeno Pensami” (in duetto con Alice), “Felicità” (in duetto con Federico Zampaglione), “Anna e Marco” e “Tutta la vita”.

A grande richiesta, inoltre, ripartirà da giugno e attraverserà l’intera penisola “Lucio!! Il Tour”, l’omaggio live di Ron all’amico di sempre Lucio Dalla.

Per la realizzazione del disco “Lucio!!” si ringraziano tutti gli artisti presenti nell’album e i rispettivi management, i cugini di Lucio e la Fondazione Lucio Dalla.

Padova, intervento senza sangue per testimone di Geova

Pubblicato il 27 Apr 2019 alle 7:11am

Si può entrare in una sala operatoria di cardiochirurgia con una situazione clinica devastante, con un alto rischio di mortalità e rimanere sotto i ferri per undici ore, senza trasfusioni di sangue?

Ebbene sì, è accaduto nell’Azienda Ospedaliera di Padova, nel reparto di Cardiochirurgia del professor Gino Gerosa, direttore del Centro.

L’equipe padovana ha permesso al paziente V.L.S. di 67 anni, Testimone di Geova, di tornare sano e salvo nella sua Lecce.

Un risultato straordinario che ha sottolineato non solo la professionalità e la flessibilità degli operatori, ma anche la pratica sempre più diffusa e soprattutto l’efficacia della chirurgia senza sangue anche in interventi estremamente complessi. Il paziente pugliese presentava uno scompenso cardiaco associato a una voluminosa raccolta ascessuale coinvolgente la valvola aortica, la giunzione mitro-aortica e la vecchia protesi (risultato di un intervento di sostituzione valvolare aortica mediante un tubo “valvolato” e protesi per l’aneurisma aortico, intervento di una decina di anni fa).

V.L.S. presentava una lesione pseudoaneurismatica con flusso in cavità, aderenze allo sterno posteriore e una preoccupante anemia.

Una situazione compromessa da infezione estesa, un cuore “pieno di pus”: una sfida assieme al dottor Rubino, al professor Corrado, alla professoressa Anna Aprile, medico legale dell’Azienda Ospedaliera, al reparto di Malattie Infettive, nonché al reparto immunotrasfusionale diretto dalla dott.ssa De Silvestro. L’intervento avrebbe comportato un rischio di mortalità altissimo (già altri centri cardiochirurgici italiani l’avevano sconsigliato: le possibilità di sopravvivenza sarebbero state meno del 15%). Ma V.L.S, rassicurato che non ci sarebbero state emotrasfusioni per la sua religione che non lo prevede, non aveva dubbi. Era deciso.

In una lettera di ringraziamento a tutta la squadra di cardiochirurgia dell’ospedale di Padova, V.L.S. ricorda: “La mia paura più grande non era quella di morire durante o dopo l’intervento, ma di essere definito inoperabile, con l’unica soluzione di tornare a casa ad aspettare di morire senza tentare nulla”.

Ora il paziente sta bene, conclusa la fase riabilitativa tornerà a casa: i sanitari sono ottimisti, hanno pianificato il prossimo reintervento fra una decina d’anni e più. Non è la prima volta che un intervento chirurgico così complesso sia stato effettuato senza sangue: oltre a questo di Padova, sono oramai moltissimi gli interventi bloodless- sottolinea il comunicato medico – prova evidente dei grandi progressi della chirurgia, che ha reso possibile eseguire anche le operazioni più complesse senza correre i rischi correlati con le trasfusioni di sangue, come malattie trasmesse per via ematica, reazioni del sistema immunitario e complicanze dovute all’errore umano.

Trucco occhi primavera estate 2019

Pubblicato il 27 Apr 2019 alle 6:39am

Per la primavera estate 2019 il trucco viso spazia dai toni caldi e nude a quelli forti e accesi. Ma partiamo dalla base, che è luminosa e salutare. Le guance sono colorate di rosa pesca, con blush applicato in grande quantità, ma ben sfumato. Gli zigomi sono scolpiti grazie a sapienti giochi luce e di terre. Le tecniche di sculpting si riproducono sulle palpebre per dare profondità allo sguardo con pochi tocchi. Il tutto all’insegna della naturalezza più estrema e assoluta.

Gli ombretti marroni Tra il make up classico, non troppo impegnativo e che sta bene a tutte rientrano gli ombretti di colore marrone della primavera estate 2019. Perfetto per le carnagioni abbronzate così come per quelle delicatamente ambrate.

Sì dunque a smokey eyes anche per il giorno. Le nuance? Tutte quelle che ricordano tantissimo la terra e la natura: argilla, sabbia, tortora, castagna.

Make up occhi colorati I colori degli occhi della primavera estate 2019, dicevamo, puntano anche su nuance delicate dei pastello e del color oro che dona luce e splendore a tutto il viso in generale. Si applicano dunque in tocchi delicati nell’angolo interno dell’occhio e a tutta palpebra in modo sfumato. Perfetti come passepartout per il trucco di tutti i giorni.

Ultimo, parte oggi dal PalaSele di Eboli con il nuovo tour “Colpa delle Favole”, sold out da mesi

Pubblicato il 27 Apr 2019 alle 5:28am

Prende il via oggi, sabato 27 aprile, dal PalaSele di Eboli la nuova tournee, tutta sold out, di Ultimo, nome d’arte di Niccolò Moriconi, che con il “Colpa delle Favole Tour” ha già registrato da mesi il tutto esaurito. Dai live nei piccoli locali del 2018 ai club, per arrivare ai palasport: Ultimo torna nella sua dimensione preferita, quella live dove, insieme al pubblico, condivide sentimenti e stati d’animo, in uno scambio continuo di momenti che rimangono impressi nella memoria. (altro…)