maggio 15th, 2019

A sorpresa Laura Pausini e Biagio Antonacci incantano Piazza di Spagna a Roma, vestiti da Ragazza con l’Orecchino di Perla e Vincent Van Gogh

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 11:08am

Alle ore 18.40 di ieri, martedì 14 maggio, Laura Pausini e Biagio Antonacci hanno incantato Piazza di Spagna a Roma con un evento fuori dal comune e a sorpresa! (altro…)

Caffè, quanti al giorno per salvaguardare il cuore?

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 10:51am

Secondo un recente studio condotto dalla University of South Australia e pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrion “Il caffè è lo stimolante più consumato al mondo, in quanto, ci sveglia, aumenta la nostra energia e ci aiuta a concentrarci, ma molto spesso ci si chiede anche quanto caffè si possa consumare. – A spiegarlo l’autore dello studio, Elina Hyppönen – la quale afferma che – La maggior parte delle persone è d’accordo sul fatto che se si beve tanto caffè, ci si sente poi più nervosi, irritabili, e magari anche un po’ nauseati”.

Prendendo in esame i dati di 347.077 soggetti tra i 37 e i 73 anni raccolti nella Biobank del Regno Unito, dall’analisi condotta è emerso che bere più di 6 caffè al giorno possa aumentare del 22% il rischio di insorgenza dell’ipertensione, come primo segnale delle malattie cardiovascolari e patologie del cuore. Questa è la prima volta in cui viene fissato un limite massimo in merito a quanti caffè si possano bere al giorno per salvaguardare la propria salute.

La mutazione del gene CYP1A2 permetterebbe di fatto, di metabolizzare più velocemente la caffeina. L’analisi ha messo in luce che i soggetti portatori di questa mutazione assimilando il principio attivo del caffè ad una velocità quattro volte superiore alla media non ha evidenziato che queste persone possano consumare con maggiore frequenza la bevanda senza presentare effetti collaterali. “Si stima che tre miliardi di caffè vengano bevuti ogni giorno in tutto il mondo. – conclude Hyppönen – Conoscere i limiti di ciò che ci fa bene oppure no è un imperativo. E come per molte altre cose, si tratta solo di consumarlo con moderazione”.

Dieta del latte come perdere fino a cinque chili in otto giorni

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 7:21am

Il latte di mucca può essere utilizzato in qualsiasi istante della giornata: dal risveglio, per dare una carica in più di energia, al momento di coricarsi, quando aiuta a rilassarsi a scrollarsi di dosso lo stress di una giornata. Nutriente e curativo, fornisce proteine di altissimo valore biologico, più di tre grammi per cento grammi di prodotto, cioè le più adatte a coprire le necessità fisiologiche della crescita, della riparazione dei tessuti e della formazione di ormoni e di anticorpi.

Il latte contiene grassi saturi e colesterolo, ma recentemente è stata messa in evidenza anche la presenza di un acido grasso particolare e protettivo nei confronti dei tumori: l’acido linoleico coniugato. Il latte intero fornisce più di tre grammi di grassi e sessantaquattro calorie per cento grammi. Chi ha problemi di linea, può sostituirlo con quello parzialmente scremato, meno di due grammi di grassi e quarantasei calorie, o con il “leggero”, grassi quasi zero e trentasei calorie.

Il latte contiene anche zucchero, lattosio, che può essere la causa principale dell’intolleranza al latte: provoca disturbi gastrointestinali più o meno importanti, meteorismo e gonfiore alla pancia. E per quanto riguarda i sali minerali, vanta una concentrazione unica di calcio e fosforo: un equilibrio che rende il calcio perfettamente assorbibile e utilizzabile da tutto l’organismo essendo anche ricco di vitamina A e vitamine del gruppo B.

La dieta del latte è una dieta ipocalorica che può essere seguita per non più di otto giorni dal momento che è fortemente sbilanciata. Da evitare per chi è intollerante al lattosio. Prima di adottare questo regime alimentare è bene sentire sempre prima il parere di un medico di fiducia.

Dieta del latte: schema tipo della settimana per perdere fino a 5 chili in 8 giorni.

Primo giorno: bere 6 bicchieri di latte durante tutto l’arco della giornata.

Secondo giorno: quattro bicchieri di latte e due frutti durante la giornata.

Terzo giorno: due bicchieri di latte, due frutti e 150 grammi di formaggio light durante la giornata.

Quarto giorno: quattro bicchieri di latte, due frutti, 150 grammi di carne magra (una bistecca o del petto di pollo) cotta ai ferri o alla piastra, senza condimenti, distribuiti durante l’arco della giornata.

Quinto giorno: due bicchieri di latte, due frutti, un uovo sodo condito con un due cucchiaini di olio extravergine d’oliva, 150 grammi di carne magra cotta ai ferri o alla piastra.

Sesto giorno: due bicchieri di latte, due frutti, un uovo sodo leggermente condito con olio, 150 grammi di carne magra cotta ai ferri e 100 grammi di formaggio di tipo light.

Settimo giorno: tre bicchieri di latte e tre frutti, durante l’arco della giornata.

Ottavo giorno: due bicchieri di latte, un frutto, 150 grammi di carne magra cotta a vapore o alla piastra e 150 grammi di formaggio light da consumare durante la giornata.

Nel corso della giornata sono ammesse tazze di tè verde che si desiderano, non zuccherate. E al posto dello zucchero un dolcificante. Tra la frutta, è consigliato evitare mele, ma favore frutti che contengono acqua come ad esempio agrumi. In alternativa al semplice bicchiere di latte, ogni tanto si può optare per un frullato fatto con latte scremato e frutta. Rientrano nella categoria formaggi light consentiti la ricotta, la robiola e in genere i formaggi freschi e magri.

Bianca Guaccero parla a Domenica In della separazione dal marito: “I due anni più difficili della mia vita”

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 6:55am

“È stato molto difficile, ho sofferto molto”. Ha dichiarato Bianca Guaccero intervistata a “Domenica In”, parlando in lacrime della sua separazione dal marito Dario Acocella, con cui ha avuto la figlia Alice, che ora ha quattro anni. (altro…)

Gin tonic nella dieta per bruciare più calorie

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 6:24am

Inserire il Gin Tonic nella dieta aiuterebbe a bruciare calorie più in fretta, parola di esperti. A dirlo un recente studio incentrato sull’attività del metabolismo.

Gli scienziati che hanno condotto lo studio sui topi, hanno dato a metà dei topi dell’acqua e all’altra metà del gin. Successivamente i ricercatori hanno analizzato la quantità di calorie bruciate in un prefissato lasso di tempo. E così, a sorpresa, hanno scoperto che i topi che avevano consumato del gin avevano subito un incremento del loro tasso metabolico. Che tradotto in parole povere vuol dire che avevano bruciato molte più calorie rispetto ai topi che avevano consumato solo acqua.

Alcuni soggetti hanno poi avuto un aumento anche del 17% del tasso metabolico. Tutto merito dell’effetto noto come “postbruciato”. Quando il fegato è intento a degradare l’alcol (qualsiasi tipo di alcolico), infatti, ecco che il metabolismo aumenta. E il gin non fa alcuna eccezione.

Bonus bebè potenziato per redditi fino a 35.000 euro

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 6:15am

Un bonus bebè potenziato e ampliato ai redditi Isee fino a 35mila euro, per intercettare il ceto medio con un nuovo incentivo alla natalità, e detrazioni fiscali acquisto di pannolini e latte in polvere. Sono questi i principali due emendamenti governativi pro famiglia presentati dal ministro Lorenzo Fontana al decreto crescita. «Continuiamo la politica seria e concreta per il rilancio della natalità – spiega Fontana – dopo quasi un anno, tutti nel governo si sono resi conto che il rilancio demografico è la sfida per lo sviluppo e il futuro del Paese. Sono diventati miei discepoli».

Secondo il Forum delle famiglie, in Italia il declino demografico fa sì che ogni anno sparisca l’equivalente di una città di quasi 200 mila abitanti. «Da una parte, aumenta la speranza di vita e crescono gli “over-65”; dall’altra, non si fanno più figli: erano 821 mila nel 1945, sono arrivati a poco più di un milione 20 anni dopo; sono crollati a 474 mila nel 2016, fino ai 449mila del 2018».