maggio 20th, 2019

Carboidrati addio con la dieta di Gianluca Mech

Pubblicato il 20 Mag 2019 alle 10:22am

Un nuovo studio promuove il principio della dieta fito-chetogenica (chetosi con la presenza di erbe officinali) del pioniere italiano Gianluca Mech. Stiamo parlando di quello che viene chiamato il Mech- Lab, ossia il laboratorio di ricerca scientifica sullo studio della chetosi presente nell’università di Padova e guidato dal prof. Antonio Paoli insieme ai suoi collaboratori, ha analizzato negli ultimi mesi. (altro…)

Google rompe i rapporti con Huawei: stop agli aggiornamenti Android per i cellulari

Pubblicato il 20 Mag 2019 alle 10:07am

Già a partire dalle prossime ore tutti i telefoni del colosso cinese Huawei rischierebbero di perdere l’accesso agli aggiornamenti del sistema operativo Android, cioè la mente che fa funzionare tutto. Non solo, applicazioni e servizi diventati ormai indispensabili per gli utenti occidentali, come Gmail e Play Store, ma anche il negozio digitale di Big G, scomparirebbero dai successivi prodotti firmati Huawei. E non unicamente in terra del Dragone, dove da sempre le app di Mountain View sono bandite, ma anche nel resto del mondo.

Lo rivela in esclusiva Reuters che avrebbe ricevuto una soffiata da una fonte ben informata, interna alla compagnia californiana: un’indiscrezione confermata anche dal sito di tecnologia The Verge, mentre un portavoce di Google ha dichiarato “ci stiamo adeguando all’ordine e valutando le implicazioni”, senza rilasciare dettagli in merito.

Una mossa questa molto importante ma che potrebbe comunque avere delle serie ripercussioni sull’azienda produttrice e segnare definitivamente la sua caduta dal mercato mondiale degli smartphone.

Cesare Cremonini e il suo nuovo tour negli stadi

Pubblicato il 20 Mag 2019 alle 8:07am

Cesare Cremonini ha annunciato ai fans un nuovo tour che partirà a fine maggio 2020 da Lignano Sabbiadoro e toccherà tutti gli stadi più importanti. Tra le date in programma anche San Siro e l’Olimpico.

Il cantautore bolognese ha annunciato le città del tour 2020 che lo vedrà protagonista in tutta Italia. Per il momento sono state rese note solo sette tappe, ma non è escluso che possano aggiungersene anche delle altre. Si va da Lignano Sabbiadoro a Bari, passando per Milano, Torino, Padova, Roma e Firenze. Per dare l’annuncio, Cremonini ha postato un video sulla sua pagina ufficiale Facebook.

Il tour, che si chiamera 2C2C. Le location finora confermate, in attesa delle date, sono lo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro, San Siro a Milano, l’Olimpico di Torino, lo Stadio Euganeo a Padova, l’Olimpico di Roma, il Franchi a Firenze e lo stadio Arena della Vittoria a Bari.

Cremonini ha pubblicato a dicembre Possibili scenari per pianoforte e voce, l’edizione speciale del suo album, Possibili scenari, che l’ha portato in giro per tutta Italia, nei palazzetti e negli stadi.

Come distinguere un melanoma da un neo, e prevenirlo

Pubblicato il 20 Mag 2019 alle 7:28am

In Italia, ogni anno – secondo il registro Airtum – si fanno oltre 7.300 nuove diagnosi di melanoma tra gli uomini e 6.700 tra donne, con un’incidenza raddoppiata negli ultimi 10 anni. Un dato ‘contenibile’ grazie al kit della prevenzione: regola dell’Abcde (Asimmetria, Bordi frastagliati, Colore variegato, Dimensione superiore ai 6 millimetri, Evoluzione rapida nel tempo), alla salute dei nei, a comportamenti corretti sotto il sole e controlli periodici e regolari, almeno uno l’anno, meglio se prima o dopo l’estate.

Queste alcune delle raccomandazioni, sottolineate dagli esperti in occasione della Giornata mondiale del melanoma celebrata il 13 maggio.

Gli specialisti invitano a non perdere di vista anche alcuni sintomi come sanguinamento, prurito o secchezza di un neo preesistente, una ‘macchiolina’ circondata da un nodulo o da un’area arrossata. Fare inoltre prevenzione, per scoprire la malattia in fase iniziale, in quanto significa oggi rendere il melanoma più curabile, grazie a un approccio multidisciplinare, protocolli innovativi – da nuovi farmaci sperimentali, target therapy e immunoterapia.

“Rivolgersi a centri di eccellenza che dispongono al proprio interno di Unità dedicate al melanoma – spiega Alessandra Gennari, professore associato di Oncologia dell’Università del Piemonte Orientale e direttore della Struttura complessa di Oncologia dell’azienda ospedaliera di Novara – fa la differenza nell’approccio diagnostico-terapeutico alla malattia“. Queste strutture, infatti, “permettono di prendere in carico il paziente avvalendosi laddove necessario della stretta collaborazione fra oncologi e dermatologi, con il coinvolgimento di chirurghi, radioterapisti, anatomopatologi e di inserire il paziente in un Pdta. Ovvero un percorso ‘specializzato’ di diagnosi e cura al melanoma che accompagnato dall’accesso alla struttura per una prima visita per la mappatura dei nei, fino ad arrivare alle eventuali cure diagnostiche e terapeutiche, chirurgiche o oncologiche, in funzione dello stadio di malattia“.

Per evitare, pertanto che un neo si trasformi in qualcosa di negativo, benigno o maligno, è necessario attuare comportamenti corretti quando ci si espone ai raggi solari. Un kit preventivo e protettivo fatto da un lato di misure pratiche: gradualità dell’esposizione al sole, soprattutto nei primi giorni che si prende il sole; evitare le ore di punta (dalle 11 alle 17); tintarelle senza l’uso di una corretta crema solare con filtri adeguati alla propria epidermide, spalmandone un generoso strato su tutta la parte esposta (comprese le zone spesso dimenticare come palpebre, occhi, orecchie, piedi), dopo ogni bagno e ogni 2 ore dalla precedente applicazione.

E ancora: indossare, o fare indossare in particolare modo ai bambini, indumenti e schermi protettivi: magliette, cappellini/bandane, occhiali da sole; idratare la pelle bevendo molta acqua e mangiando frutta e verdura anche sotto l’ombrellone nell’arco della giornata; nutrire la pelle quando si torna a casa con una buona crema idratante, un doposole

“Un ruolo chiave è svolto dal dermatologo – precisa Gennari – prima sentinella nell’individuare la presenza di un melanoma, ma anche educatore riguardo i fattori di rischio per il suo sviluppo. Questa neoplasia è infatti prevenibile sia con la corretta esposizione al sole, secondo i principi enunciati, sia sottoponendosi a controlli da effettuarsi periodicamente e ogni qual volta si osservino alterazioni nella ‘struttura’ dei nei“.

“La svolta terapeutica nell’ultimo decennio – conclude Gennari – è stata rappresentata dall’introduzione di nuovi farmaci che hanno migliorato la sopravvivenza e qualità di vita dei pazienti. Tra queste la target therapy, terapie a bersaglio molecolare che hanno ridotto l’utilizzo della chemioterapia nella malattia avanzata, oggi impiegabili anche in terapia adiuvante cioè a scopo preventivo dopo l’intervento chirurgico di asportazione del melanoma, e l’immunoterapia“.

Robert Pattinson in The Batman per Matt Reeves!

Pubblicato il 20 Mag 2019 alle 7:06am

Robert Pattinson interpreterà l’uomo pipistrello in The Batman, sotto la direzione artistica di Matt Reeves. (altro…)

Bimbo cade in un laghetto, è grave

Pubblicato il 20 Mag 2019 alle 6:01am

E’ stato ricoverato ed è finito in terapia intensiva pediatrica dell’ospedale di Novara il bambino di 5 anni che l’altra notte è finito nel laghetto di un ristorante di Soriso, in provincia di Novara. Le sue condizioni sono al momento critiche, ma secondo i sanitari sta rispondendo perfettamente alle cure che gli stanno facendo.

Il bimbo era con i suoi familiari, ucraini residenti a Borgomanero (Novara), al ristorante ‘Laghetto della Gelata’ , immerso nel verde a due passi dal Santuario della Gelata. Un laghetto, circondato da una staccionata con due file di legni nella tarda serata dell’altro ieri. Il piccolo era uscito dalla sala dirigendosi verso il laghetto, superata senza difficoltà la staccionata, è scivolato in acqua.

E’ stato poi un addetto del ristorante ad accorgersi di quanto accaduto, salvando il bambino dall’annegamento. Dopo le prime cure dei sanitari del 118, il piccolo è stato trasportato all’ospedale di Borgomanero, e poi trasferito a Novara. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per gli accertamenti del caso.