maggio 26th, 2019

Novara, bimbo morto di 2 anni, martoriato con lesione multiple in diverse parti del corpo. Arrestati madre incinta e compagno

Pubblicato il 26 Mag 2019 alle 11:51am

Il bimbo di 20 mesi morto all’ospedale Maggiore di Novara, è stato picchiato a morte. A stabilirlo è l’autopsia. Trovati segni terribili di percosse in diverse parti del corpo. Per l’omicidio sono stati fermati Nicholas Musi e Gaia Russo, la mamma del bambino con il suo nuovo compagno. Ma in questa tragedia c’è anche il padre del piccolo Leo, Mouez Ajouli, che soffre per la perdita del figlio.

L’accusa per la madre del bambino e il suo compagno è di omicidio volontario pluriaggravato. L’uomo si trova nel carcere di Novara mentre la donna, incinta, è agli arresti domiciliari.

Il corpicino senza vita di Leonardo, ucciso da un “colpo all’addome”, era “martoriato con lesioni multiple”, ha affermato il procuratore che segue il caso, Marilinda Mineccia. “E’ un omicidio avvenuto in un quadro di maltrattamenti pregressi”, ha aggiunto nel corso di una conferenza stampa con il questore di Novara, Rosanna Lavezzaro. Secondo l’autopsia, a provocare la morte del piccolo Leo, che avrebbe compiuto due anni a settembre, un violento colpo all’addome, che ha causato un’emorragia al fegato e ha portato al decesso in meno di mezzora. Il medico legale ha rilevato ecchimosi e lesioni un po’ ovunque: sulla testa, il torace, la schiena e persino sui genitali. Le lesioni risalirebbero alla mattina stessa del decesso.

Amici 2019: Alberto vincitore categoria canto, Rafael vincitore categoria ballo

Pubblicato il 26 Mag 2019 alle 11:31am

La Finale di Amici 2019 si è conclusa ieri sera è ha visto primeggiare e trionfare Alberto Urso, tenore messinese, che ha vinto anche la diciottesima edizione del talent di Canale 5 di Maria De Filippi! (altro…)

Giambattista Valli porta l’alta moda nel marchio low cost di H&M

Pubblicato il 26 Mag 2019 alle 8:15am

In occasione del gala dell’amfAR a Cannes è stata annunciata la nuova collaborazione di H&M che vedrà Giambattista Valli cimentarsi con la moda del colosso svedese nell’abbigliamento low cost, disegnando per la prima volta anche l’uomo. Per avere un assaggio di ciò che sta preparando il couturier romano vissuto a Parigi, dove ha fondato il suo atelier nel 2005, alcuni capi della pre- collezione sono stati indossati al gala a Cannes da Kendall Jenner, in tulle fucsia corto davanti con coda, Chris Lee (Li Yuchun) in tulle albicocca con coda, Chiara Ferragni in bianco corto e ricamato con strascico, H.E.R. in tulle lungo e candido, Bianca Brandolini d’Adda in top reggiseno bianco e mini, Ross Lynch in vestito maschile- debutto grigio a pois neri.

Capi disponibili dal 25 maggio in alcuni negozi e sul sito H&M mentre la collezione completa sarà in vendita nel mondo il 7 novembre. “Sono davvero felice di questa collaborazione – commenta Valli – H&M mi ha permesso di trasmettere la mia visione dello stile e di celebrare la bellezza con un pubblico più ampio. L’obiettivo è quello di condividere la mia passione per la bellezza, così come far parte dei più bei ricordi di coloro che indosseranno i miei capi e contribuire a creare storie d’amore in tutto il mondo”.

“Siamo entusiasti – aggiunge Ann-Sofie Johansson, creative advisor H&M – di aver collaborato con Valli. È il maestro dell’alta moda con un talento indiscusso per le silhouette. Poter offrire ai nostri clienti i suoi esclusivi modelli è un sogno che si avvera. Non vediamo l’ora di scoprire quale sarà la loro reazione dopo l’annuncio di questa fantastica collezione”.

Tiroide, se non funziona bene a rischio fertilità e cuore

Pubblicato il 26 Mag 2019 alle 7:31am

Una tiroide che non funziona bene, può portare problemi anche alla fertilità femminile. I disturbi tiroidei colpiscono infatti una donna su dieci, e spesso vengono ignorati, e di conseguenza, in assenza di adeguati controlli, non ricevono un trattamento adeguato.

Il cuore, ad esempio, è un organo che viene colpito sempre più spesso dalle alterazioni tiroidee, un eccesso di ormoni infatti, può determinare un aumento del battito cardiaco e può far aumentare addirittura i rischi di un possibile ictus. Tiroide e cuore parlano si influenzano a vicenda, ed è proprio per questo che bisogna tenere sempre i valori nei limiti consigliati per evitare problemi di ipertensione o di arterie ostruite.

Rivolgersi al proprio medico di famiglia per i dovuti accertamenti ed esami del caso.

Biotecnologie in ospedale anche per ortopedia

Pubblicato il 26 Mag 2019 alle 7:24am

Le biotecnologie sono sempre più utilizzate nel trattamento dell’artrosi precoce: la terapia con farmaci biologici è in grado di rallentare la degenerazione articolare e ritardare la sostituzione con protesi. È quanto emerge dal 50/mo Congresso degli Ortopedici Ospedalieri d’Italia (Otodi) che si è tenuto giorni fa a Sorrento: a breve, affermano gli esperti, “il 35% dei pazienti eviterà l’intervento chirurgico” ma l’invito è quello di rivolgersi soltanto a medici specialisti.

L’uso delle biotecnologie in ortopedia, sottolinea l’Otodi, “continua a dare risultati soddisfacenti e il numero dei pazienti che ha evitato l’intervento chirurgico nel 2018 è in continua crescita”. Acido ialuronico, ad esempio, i fattori di crescita e le cellule staminali, spiegano gli ortopedici, “danno risultati soddisfacenti e in pochi anni potrebbero sostituire fino al 35% delle operazioni chirurgiche. Basti pensare che sui giovani colpiti da preartrosi l’ortopedico ricorre quasi sempre alle cellule staminali”.

Ad oggi, ad esempio, oltre il 40% dei soggetti (50% maschi e 50% femmine) trattati con Prp (Plasma ricco di piastrine), campi magnetici e riabilitazione ha ottenuto significativi miglioramenti. “Il processo degenerativo delle articolazioni – sottolinea Giuseppe Monteleone, presidente del Congresso – spesso inizia in maniera insidiosa con fastidiosi doloretti saltuari o sotto stress. Fino a pochi anni fa si tendeva a sottovalutare la patologia inducendo i pazienti a terapie saltuarie sintomatologiche e a cambiare le proprie abitudini di vita adattandole alla patologia e riducendo la richiesta funzionale dell’articolazione ‘consumata’, in attesa della sostituzione dell’articolazione con una protesi meccanica”.

Saltimbocca alla Romana

Pubblicato il 26 Mag 2019 alle 6:32am

La ricetta che vi proponiamo in questo spazio culinario, è piatto tipico della gastronomia romana. I saltimbocca alla romana sono in però, piatto di carne presente anche nella tradizione culinaria della Spagna, del sud della Svizzera e della Grecia. Fettine di fesa di vitello che vengono decorate con una foglia di salvia e una fetta di prosciutto, fissate con uno stecco, vengono poi brasate in padella.

INGREDIENTI per 4 persone

– ½ kg di polpa di vitello in 8 fettine – 40 g di Burro Santa Lucia Galbani – 80 g di Prosciutto Crudo Galbacrudo. Galbani in 4 fette – 8 foglie di salvia – pepe q.b. – sale q.b.

PREPARAZIONE

1. Battete le fettine di vitello con l’ausilio del batticarne. 2. Disponete su ogni fettina una foglia di salvia precedentemente lavata e asciugata. 3. Ricopritela con mezza fetta di Prosciutto crudo Galbacrudo Galbani. 4. Fissate il tutto con uno stecchino di legno, senza però arrotolare la carne. 5. Fate scaldare il Burro Santa Lucia in un tegame capiente. 6. Appena il burro sarà diventato caldo, collocate all’interno del tegame le fettine preparate in precedenza. 7. Fate cuocere il tutto a fuoco vivace, pochi minuti per parte, voltando con cura le fettine e badando a non staccare il prosciutto. 8. A cottura ultimata, metteteli in un piatto da portata caldo. 9. Aggiungete al fondo di cottura del tegame un cucchiaio d’acqua calda e un pizzico di sale. 10. A fuoco moderato e con un cucchiaio di legno staccate il fondo di cottura. 11. Infine, versate il sughetto ottenuto sui vostri saltimbocca alla romana. Serviteli subito.