maggio 27th, 2019

Europee, Salvini esulta: la Lega prima anche a Lampedusa 45,85% e a Riace 30,75%

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 12:32pm

Matteo Salvini all’indomani delle elezioni europee che vedono la Lega come il primo partito italiano, nella sua seconda conferenza stampa delle elezioni europee, ribadisce che il governo va avanti ma detta anche l’agenda dell’Esecutivo a trazione leghista: «Questo voto italiano e francese permetterà all’Europa di investire ancora più soldi sui grandi opere, come la Tav e altre infrastrutture stradali, portuali e aeroportuali. È un mandato chiaro: andate e fate». Stesso discorso vale anche per le autonomie. (altro…)

Elezioni Europee: trionfo Lega, primo partito, bene Pd, calo per il M5S. Cresce invece Fdi che raddoppia

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 12:00pm

E’ boom della Lega in questa tornata elettorale delle europee 2019. La Lega di Matteo Salvini è il primo partito a livello nazionale col 34,34% di consensi con 9.123.555 voti. Raddoppia così rispetto alle alle politiche di un anno fa quando prese il 17 per cento dei consensi. Il confronto con le Europee di cinque anni fa è senz’altro senza precedenti: il partito del Carroccio nel 2014 prese appena il 6,2 per cento delle preferenze.

Altro dato molto significativo è il sorpasso del Partito democratico sul M5s: i democratici, dopo l’arrivo alla guida della segreteria di Nicola Zingaretti, e l’addio di Matteo Renzi, prendono il 22,71% con 6.032.221 di voti, risalendo di quattro punti dal 18 dalle passate politiche. Niente a che vedere, naturalmente, con l’exploit del 2014 con il 40% delle preferenze.

Crolla invece il partito di Luigi di Maio. Il M5s, si aggiudica il 17,05 per cento con 4.529.905 delle preferenze: solo un anno fa alle politiche aveva ottenuto il 32 per cento, mentre alle Europee del 2014, il 21%.

A Forza Italia va invece l’8,78% pari a 2.333.579 voti e a Fdi al 6,46% con 1.717.054 voti. Buono il partito della Meloni che raddoppia nei consensi.

CIRCOSCRIZIONE NORD EST E OVEST- Al Nord è vittoria netta del Carroccio che va oltre il tetto del 40%, il M5s cala invece al Nord Est che al Nord Ovest, mentre il Pd sale sopra il 23 per cento. Al Nord Ovest, il partito di Salvini prende il 40,7% di voti, il Pd è il secondo partito col 23,45%, mentre il M5s è al 11,19%. Forza Italia è al 8,8%, Fdi al 5,6. Al Nord Est La Lega è al 41, il Pd è al 23,79, M5s al 10,3, Fi 5,8, Fdi al 5,7%.

In Lombardia la Lega ottiene il 43,38% di voti. Il Pd è al 23,08%. Il M5s al 9,34%. Fi al8,86%, Fdi al 5.53%. Mentre + Europa al 3.09%. Solo nel capoluogo lombardo il Pd risulta essere il primo partito attestandosi al 35,97%. I dem sono seguiti dalla Lega con il 27,39% e da Forza Italia al 10,18%. Il Movimento 5 stelle incassa invece l’8,53%. Mentre + Europa è al 5.3%.

Ma la Lega è il primo partito anche in Emilia-Romagna. Salvini prende il 33,8%, contro il 31,2% del Pd. Sotto la media nazionale il Movimento 5 stelle con il 12,9%. Il Pd risulta il primo partito solo nelle province di Reggio Emilia, Bologna (36,7%), Ravenna, mentre la Lega sfonda in territori come Piacenza (45,3%) e Ferrara (41,9%).

Il Carroccio si conferma anche primo partito in Trentino-Alto Adige con 137.739 voti (27,78%) staccando di oltre un punto percentuale il Südtiroler Volkspartei che si ferma al 26,18% con 129.795 voti. Terzo il Pd con 79.329 voti (16%) e +Europa che sale al 7,07% con 35.044 voti ed Europa Verde con 31.561 (6,37%). Male il Movimento 5 stelle che si ferma al 6,29% con 31.167 voti e Forza Italia con 17.587 voti (3,55%). In coda Fratelli d’Italia con 16.695 voti (3,37%) e La Sinistra con 5.969 voti (1,20%).

CIRCOSCRIZIONE CENTRO ITALIA – La Lega è il partito più votato anche al centro, con il 33,45% dei consensi nella circoscrizione (Toscana, Marche, Umbria e Lazio). Il secondo partito il Pd con il 26,82%, seguito da M5s (15,95%), Fdi (6,98%), Fi (6,25%).

Il Partito democratico è il più votato in Toscana con 622.934 voti e il 33,31%. Seconda la Lega con 588.727 voti e il 31,48%, seguita dal Movimento 5 stelle al 12,68% e 237.109 voti, Forza Italia al 5,82% e 108.793 voti e Fratelli d’Italia al 4,93% e 92.233 voti. A Firenze il Pd è il primo partito, con il 43,7% e 83.959 voti. Lega al 20,26%(38.931 voti) e M5s al 9,75%, 18.735 voti. Forza Italia al 5,51%, Fdi al 5,25%.

I democratici non ce la fanno invece nel Lazio, regione governata da Nicola Zingaretti e dove invece sfonda la Lega: il Carroccio è il primo partito nella regione della Capitale, governata dal Pd, con il 32,66%. I dem sono quasi dieci punti sotto, al 23,79%; ancora più indietro il M5s con il 17,93%. Il Pd è invece primo partito a Roma con il 30,62%, segue la Lega al 25,78%. Il M5s nella Capitale governa con la sindaca Virginia Raggi è staccato a 17,58%. Il quarto partito della città è Fratelli d’Italia, con l’8,7%; più indietro c’è Forza Italia al 5,57%. I radicali di +Europa fanno il 4%. Seguono la Sinistra al 2,87, Europa Verde al 2,22. Al di sotto del punto percentuale sia il Partito comunista che Casapound, che si ferma allo 0,42.

CIRCOSCRIZIONE SUD – M5s è il primo partito nella Circoscrizione Sud (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) con il 29,20%. Il secondo partito è la Lega con il 23,34%, seguita da Pd 17,91%, Fi con il 12,25% e FdI con il 7,57%. A Lampedusa la Lega fa il pieno e supera il 44 per cento dei voti. Su 1.404 votanti il Carroccio ha ottenuto 618 voti, con il 44,01 per cento dei voti, mentre il Pd si è fermato a 282 voti con il 20,08 per cento dei voti.

In Molise il Movimento 5 stelle prende 43.330 voti e il 28,76%, è il primo partito alle elezioni europee in Molise. Secondo posto per la Lega con 36.544 voti e il 24,26%, seguita da Forza Italia al 15,31% con 23.060 voti, dal Partito democratico al 14,64% con 22.058 voti e da Fratelli d’Italia al 6,33% con 9.534 voti.

Il Movimento 5 stelle si conferma primo partito in Campania con il 33,86%, ma anche in Campania la Lega si prende la sua rivincita, sfondando col 19,20%, a pochi voti dal Pd. I dati degli scrutini in Campania segnano un’enorme crescita del partito di Salvini che un anno fa, nel collegio Campania 1, si era fermato al 2,89%. Netto calo del M5s, che alle Politiche 2018 aveva toccato il 54,13%, mentre si vede rimontare il Pd che passa da un 12% del 2018 ad un 19% del 2019, ma anche in Campania è dietro la Lega, seppur di poche migliaia di voti. Sensibile calo anche per Forza Italia, che si attesta al 13,65%, mentre Fratelli d’Italia cresce e porta a casa il 5,82%. In Campania è andato alle urne il 47,62% degli elettori. Nella città di Napoli, la Lega di Salvini raccoglie il 12,36% dei voti ed è il terzo partito dietro il Movimento 5 stelle, al 39,86% (che in città conferma il suo primato con oltre 400 mila preferenze) e al Pd, che chiude al 23,29%, andando oltre le 200 mila. Lega e Forza Italia sono divise da poche migliaia di voti.

CIRCOSCRIZIONE ISOLE – Nella circoscrizione Isole (Sicilia e Sardegna), M5s è il primo partito con 605.863 voti (29,85%). Segue la Lega con 454.935 voti (22,42%), il Pd con 375.001 consensi (18,48%), Fi con 299.729 voti (14,77%), Fdi con 147.812 voti (7,28%). Ottimo risultato della Lega anche nell’isola di Lampedusa che ottiene il 44% dei consensi.

Affluenza in calo a livello nazionale al 56,1%. In aumento invece in Europa, oltre il 50%. I populisti avanzano ma non sfondano. In Germania regge la Merkel. In Francia vince la Le Pen. Nel Regno Unito vola col Brexit.

George Clooney preoccupato per la famiglia: la moglie Amal porta in tribunale l’Isis

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 9:04am

L’attore hollywoodiano George Clooney teme per le sorti della sua famiglia. La moglie Amal, avvocato, sta conducendo una causa contro l’Isis davanti alla corte francese,. e per questo motivo il divo di Hollywood si è detto seriamente preoccupato per la sicurezza dei propri figli, i gemellini Alexander ed Ella, di quasi due anni. “Non vogliamo che i nostri figli siano dei bersagli, quindi dobbiamo prestare attenzione”, ha spiegato.

L’attore, in un’intervista a The Hollywood Reporter, ha sottolineato che “mia moglie sta portando il primo caso contro l’Isis in tribunale, quindi abbiamo un sacco di problemi, problemi di sicurezza reali, che dobbiamo affrontare quotidianamente”.

Il caso di cui si sta occupando Amal Clooney è la causa è stata intentata in Francia contro Lafarge, colosso francese del cemento, che avrebbe pagato i militanti dell’Isis per poter tenere attivo un impianto nel nord della Siria. L’accusa per la società è quella di complicità nei crimini dell’Isis. Un gruppo di donne yazide, assistite dalla signora Clooney, si è costituito parte civile nel procedimento chiedendo un risarcimento: le vittime, infatti, sono state rapite dall’Isis e trasformate in schiave sessuali per mano dei miliziani.

“Questo processo – aveva sottolineato Amal a novembre, quando è stata intentata la causa – è un’opportunità per stabilire che l’Isis, e tutti coloro che l’assistono, sarà considerato responsabile dei crimini commessi, e che alle vittime sarà riconosciuto un giusto risarcimento”.

La moglie di George è contemporaneamente impegnata in un altro processo contro l’Isis, questa volta in Germania, contro una 27enne tedesca che si era unita all’Isis in Siria, e che è accusata di non aver fatto nulla per salvare una bimba, utilizzata come schiava, che il marito ha lasciato morire di sete.

Irlanda: referendum su divorzio più rapido, passato col 82% dei sì

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 8:49am

In Irlanda è vittoria schiacciante con il voto alla riforma del divorzio: l’82% degli elettori ha scelto il sì, abolendo così la legge in base alla quale sono necessari quattro anni di separazione per poterlo ottenere. (altro…)

Prada dice addio alle pellicce!

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 7:05am

Il gruppo Prada entra a far parte della famiglia ‘fur-free’. Dalle collezioni donna della primavera/estate 2020 il gruppo italiano del lusso quotato ad Hong Kong non userà più pellicce animali per realizzare nuovi prodotti. La decisione è stata annunciata con la Fur Free Alliance (Ffa, che riunisce oltre 50 organizzazioni in più di 40 paesi) ed è frutto di un dialogo positivo tra il Gruppo, Ffa, Lav e The Humane Society of the United States.

Per la mente creativa Miuccia Prada si tratta di un traguardo importante per un’azienda che ha in innovazione e responsabilità sociale i suoi valori fondanti. “La ricerca e lo sviluppo di materiali alternativi – ha spiegato – consentirà all’azienda di esplorare nuove frontiere della creatività e di rispondere, allo stesso tempo, alla domanda di prodotti più responsabili”.

Prada è solo l’ultima delle aziende del lusso a dire no alle pellicce, in un settore sempre più attento ai temi della sostenibilità. rte.

Olio di iperico, un miracoloso alleato della salute della pelle

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 7:00am

L’olio di Iperico o olio di San Giovanni è uno dei più noti rimedi naturali per la salute della nostra pelle. Un vero e proprio elisir di bellezza, che assicura un’azione anti age e riparatrice senza pari. Si trova facilmente in erboristeria e con il suo caratteristico colore rosso, è fondamentale nella risoluzione di problemi legati ad ustioni, cicatrici ma anche per combattere rughe e inestetismi cutanei come smagliature, dermatiti anche da pannolino, psoriasi, acne, macchie scure, secchezza cutanea, e chi più ne ha più ne metta.

E’ un olio adatto per tutti i tipi di pelle da quelle mature a quelle acneiche, fino ad arrivare a quelle più delicate e giovani come quelle dei bambini.

Applicato ogni giorno, magari alla sera, con un massaggio sulla pelle umida, in modo da veicolare le particelle di olio nell’epidermide, assicura un’azione idratante, emolliente e anti age molto potente. Lo si può aggiungere anche nella crema base per la notte, miscelandone qualche goccia ad una noce di crema sul palmo della mano.