Ictus, qual’è la giusta quantità di uova per evitarlo?

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Giu 2019 alle ore 6:15am

Le uova sono un alimento importante all’interno di qualsiasi regime alimentare in quanto sono un’ottima fonte di proteine e apportano nutrienti importanti come ad esempio la vitamina A, la riboflavina, l’acido folico, la vitamina B6 e B12, la colina, il ferro, il calcio, il fosforo e il potassio. Tuttavia, però, contengono molto colesterolo, ovvero circa 200 mg per uovo di medie dimensioni, concentrato nel tuorlo. Si tratterebbe quindi di una quantità davvero molto importante considerando che il fabbisogno giornaliero di colesterolo è di 300 milligrammi. Ecco allora perché si dice che le uova fanno male al cuore, e un nuovo studio sembra infatti confermarlo.

La ricerca in questione è americana ed è stata condotta dalla professoressa Katherine Tucker e team, dell’Università del Massachusetts Lowell, su 30mila persone adulte per 31 anni rilevando così che coloro che consumavano in media 1,5 uova grandi al giorno avevano anche un rischio di incorrere in malattie cardiovascolari come ictus e infarto ischemico maggiore del 17% rispetto al resto del campione. Si può quindi asserire, dicono gli esperti, che mangiare più di un uovo al giorno aumenta il rischio di soffrire cuore e imbattersi in un infarto. Si tratterebbe dunque di un monito molto importante per coloro che seguono la celebre dieta chetogenica, che non prevede carboidrati ma solo proteine. La conferma che troppe uova fanno male al cuore era comunque già arrivata da uno studio precedente.

La ricercatrice ha affermato, inoltre che “Anche per le persone in diete sane, l’effetto dannoso di un maggior apporto di uova e colesterolo è stato costante”. Durante tutti questi lunghi anni di studi e ricerche.

Il consiglio rimane dunque sempre lo stesso. E’ bene mangiarne 1 o al massimo due volte a settimana.