agosto 7th, 2019

Tav, il Senato respinge la mozione M5S e governo si spacca: “Ci saranno conseguenze”

Pubblicato il 07 Ago 2019 alle 2:06pm

Il Senato ha votato questa mattina le mozioni sulla Tav. Quella del Movimento 5 Stelle, contraria all’opera, è stata bocciata con 181 no e 110 sì. Approvati invece tutti i documenti favorevoli alla Torino-Lione. Ma il capogruppo del Carroccio Massimiliano Romeo avverte l’alleato di governo: “Diremo sì a tutte le mozioni pro Tav, anche quella del Pd”, premette. E poi affonda il colpo: “La mozione M5s impegna il parlamento e non il governo, ma la questione politica resta. Se fate parte del governo dovete essere a favore della Tav. Se votate no ci saranno conseguenze”. “È crisi?”, è la domanda per Romeo alla fine della seduta: “Sono valutazioni che fa Salvini”, è la risposta. Il ministro M5S Danilo Toninelli – sempre più nel mirino del ministro dell’Interno – dice: “Ho votato no, vado avanti sereno”. (altro…)

Nato occhio artificiale con cellule umane, in grado di aprirsi e chiudersi

Pubblicato il 07 Ago 2019 alle 6:42am

E’ stato ricreato su chip dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania, che hanno sviluppato un modello 3D della sua superficie fatto con cellule umane, il nuovo occhio bionico capace di aprirsi e chiudersi e di ammiccare proprio come quello umano.

Pubblicato sulla rivista scientifica Nature Medicine, lo studio in questione spiega che i ricercatori guidati da Dongeun Huh, hanno sviluppato un modello 3d della superficie oculare che imita geometria e composizione cellulare degli strati più esterni dell’occhio umano. Per ricrearne la superficie di questo occhio bionico, i ricercatori hanno coltivato cellule di tessuto derivate dalla cornea e dalla congiuntiva in un’interfaccia aria-liquido.

La superficie è stata poi coltivata all’interno di una piattaforma che l’ha esposta a fluidi lacrimali e ad una palpebra di idrogel artificiale che ha imitato il battito spontaneo delle palpebre. Utilizzando questa piattaforma, gli autori hanno riprodotto con successo la malattia dell’occhio secco, testando gli effetti terapeutici di un farmaco sperimentale. Un risultato veramente eccezionale che però va considerato con prudenza.

«Sebbene sia possibile che questo nuovo sistema basato su cellule possa eventualmente sostituire i modelli animali esistenti – hanno spiegato i ricercatori – sono necessarie ulteriori indagini per dimostrare la sua capacità di far avanzare la scoperte e i test di futuri farmaci. Sara’ inoltre necessario un lavoro ulteriore per incorporare in questi modelli altri tipi e funzioni cellulari, come la vascolarizzazione, le cellule immunitarie e l’innervazione».

Un cerotto smart per tenere sotto controllo la salute

Pubblicato il 07 Ago 2019 alle 6:23am

Può fungere da elettrocardiogramma. Può tenere sotto osservazione il ritmo cardiaco, monitorare il respiro e i movimenti, e far leggere i dati direttamente sullo schermo del proprio smartphone o tablet. È un device inventato alla Georgia Tech: una sorta di cerotto smart, capace di carpire stando sulla pelle le informazioni sullo stato di salute e comunicarle in tempo reale.

Per chi soffre di disturbi cronici, potrebbe essere una vera innovazione, annullando l’invasività di alcuni esami e permettendo un monitoraggio continuativo e costante nel tempo.

Lo studio che ne descrive il funzionamento è stato appena riportato su Advanced Sciences.

Vacanze, bambini in viaggio: attenzione a cibo, sole e altitudine

Pubblicato il 07 Ago 2019 alle 6:21am

Arrivano alcuni consigli contenuti in un vademecum realizzato dall’ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como), con il supporto del primario di Pediatria, Gaetano Mariani. In montagna, prima regola per i genitori è quella di non raggiungere alte quote troppo rapidamente, cosa che potrebbe causare disturbi come mal di testa, insonnia, spossatezza, perdita di appetito e nausea. L’altitudine potenzia l’effetto delle radiazioni solari, pertanto sono necessari un filtro solare elevato e occhiali da sole. Scarpe alte e comode. Al mare o in piscina i bimbi devono essere adeguatamente protetti dal sole, aspettare di aver digerito prima di tuffarsi, evitare il bagno se l’acqua è troppo fredda. È bene poi, non allontanarsi troppo da riva con loro, specie se il mare è agitato e ricordarsi sempre che sono più facili le punture da tracina (il dolore scompare mettendo la sede della puntura a contatto con il calore). (altro…)

Italiane e cura della pelle: crescono prodotti bio e naturali

Pubblicato il 07 Ago 2019 alle 6:04am

Molto spesso le consumatrici italiane considerano lo Skincare come una categoria cosmetica irrinunciabile (93%) e molte di loro acquistano per puro piacere e divertimento (85%). Tuttavia all’interno di questo mondo esistono due approcci distinti a seconda che si parli di prodotti di cura o detergenza di bellezza per il viso. Le consumatrici considerano i prodotti per la cura del viso come un investimento a lungo termine per il mantenimento della giovinezza, il miglioramento di sé stesse e la protezione della pelle dagli aggressori esterni. Questo porta ad un elevato coinvolgimento emotivo e disponibilità di spesa verso i prodotti, capaci di influenzare sia l’estetica che il proprio benessere nei vari momenti della vita. In particolare in Italia i prodotti più utilizzati per la cura e il benessere del proprio viso sono le creme (71%) e le maschere (34%), le proprietà più apprezzate sono quelle idratanti (55% vs 61% EU) e anti-age.

Il 42% delle donne italiane dichiara di prendersi cura della propria pelle con l’obiettivo di sembrare più giovane rispetto al 37% delle donne europee (33% in Francia e 37% in Germania).

Questo si riflette che nelle scelte di cosmesi, le consumatrici italiane:

-fino ai 35 anni per la cura del proprio viso in generale, scelgano gli anti-age in particolare,

-tra i 35 ed i 55 anni gli anti-age perché diventano indispensabili per combattere i segni contro il tempo, e per questo si ricercano prodotti sempre più efficaci sia nell’immediato che a lungo termine,

-dai 55 anni la cura del viso diviene progressivamente un elemento importante, indispensabile, di ricerca e di benessere a 360° e quindi spesso legata ad un vero e proprio cambio di vita nel 72% dei casi.

I prodotti per la detergenza, invece, sono considerati più affini al mondo dell’igiene e, pur riconosciuti come fondamentali, non generano lo stesso coinvolgimento emotivo e progettuale. Il loro ruolo quotidiano ha come fine quello indispensabile di rinfrescare la pelle, preservarne il tono e rimuovere il trucco o i depositi degli agenti esterni.