Camminare scalzi fa bene alla salute, ecco perché

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Ago 2019 alle ore 6:55am

Secondo la teoria del Barefooting, indossare sempre calzature ai piedi, indebolirebbe la muscolatura e ne impedirebbe i movimenti naturali e corretti, facendo in modo che nel tempo il peso corporeo si sposti verso l’avampiede anziché gravare tutto sul tallone.

Camminare a piedi nudi invece, avrebbe numerosi benefici sulla nostra salute. In primis postura, in quanto favorirebbe un movimento armonico dell’organismo, eserciterebbe una pressione esatta della muscolatura dei piedi, favorirebbe una giusta distribuzione del peso facendo ritrovare il baricentro naturale, oltre che favorire la traspirazione e la circolazione sanguigna fino a godere di un vero e proprio massaggio benefico del piede per via del contatto che si ha con il suolo.

In questo Agosto caldissimo, il consiglio degli esperti è dunque quello di trovare un po’ di tempo libero, per sperimentare questi benefici passeggiando a piedi nudi sulla sabbia o su terreno erboso.

Vediamo nello specifico quali sono i possibili benefici del camminare scalzi:

Benefici:

– Maggior equilibrio del corpo.
– Migliora la postura.
– Rende la muscolatura dei piedi più forte.
– Conferisce un buon recupero e una maggiore stabilità.
– Migliora la circolazione sanguigna riducendone anche gonfiori.
– E’ un antistress naturale.
– È un massaggio naturale.
– Camminare scalzi riattiva la circolazione e il ritorno venoso.
– Questo vale anche per i più piccoli.