Lampedusa, naufragio di migranti, recuperati 9 corpi. Ci sono anche dispersi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Ott 2019 alle ore 1:56pm

Un naufragio di migranti è avvenuto durante la notte a poche miglia dalle coste lampedusane, ci sono molte donne e bambini.

Nove i corpi senza vita recuperati: oltre ai due cadaveri trovati nell’immediatezza dei soccorsi, altri sette sono stati recuperati in mattinata da due motovedette della Guardia Costiera, dopo essere stati avvistati da un elicottero della Guardia Costiera impegnato nell’attività di ricerca.

L’attività di ricerca dei dispersi prosegue ancora in queste ore. Ventidue i superstiti recuperati, già trasferiti in porto per le cure del caso.

C’erano una cinquantina di persone a bordo del barchino che è naufragato, in maggioranza tunisini e subsahariani. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, quando sono arrivate le motovedette per procedere al trasbordo i migranti si sono spostati tutti da un lato e, complice il mare mosso, hanno fatto ribaltare l’imbarcazione.

Ci sarebbero anche 8 bambini tra i dispersi: secondo quanto si apprende, lo hanno raccontato i sopravvissuti agli uomini della Guardia costiera e della Gdf che li hanno soccorsi.

La Procura di Agrigento ha aperto ora un fascicolo, contro ignoti. Il procuratore capo Luigi Patronaggio ha inviato Lampedusa un sostituto che seguirà da vicino l’evolversi della situazione.

Le condizioni meteo sono proibitive. Forte vento di maestrale, mare mosso e pioggia e le previsioni sono in ulteriore peggioramento. Nonostante questo le partenze non si fermano e questa notte anche la Open Arms ha soccorso 40 persone, tra cui un neonato, su una barca la cui presenza era già stata segnalata ieri sera. Il barchino rovesciatosi davanti Lampedusa era partito ieri mattina dalla Tunisia. A chiamare i soccorsi gli stessi migranti che intorno a mezzanotte, dicendo di essere una cinquantina, hanno contattato il centro di ricerca della Guardia costier di Palermo che ha subito avvertito Lampedusa. L’incidente intorno alle 3 del mattino quando, con i mare molto mosso, alla vista delle due motovedette i migranti si sono spostati tutti da una parte dell’imbarcazione facendola ribaltare.