ottobre 28th, 2019

Lina Wertmuller, Oscar alla Carriera a Los Angeles ai Governors Awards Academy

Pubblicato il 28 Ott 2019 alle 6:20pm

Lina Wertmuller riceve l’Oscar alla carriera a Los Angeles ai Governors Award dell’Academy. A festeggiarla sul palco, a sorpresa, Isabella Rossellini e Sophia Loren. “Bisogna cambiare il nome a questa statuetta, perché Oscar? Chiamiamola con un nome di donna, chiamiamola Anna”, ha detto la regista 91 enne.

La Wertmuller ha trasformato il galà in un happening divertente soprattutto quando ha scherzato con la Rossellini sul palco in abito viola davanti alla regista superstiziosa che ha fatto più volte il segno delle corna davanti alla comunità del cinema che rideva.

A presentare il riconoscimento alla prima donna che nel 1976 venne candidata per l’Oscar alla regia, le colleghe Greta Gerwig e Jane Campion.

“Ti trovo benissimo” le ha detto Sophia Loren. “Sono qui per te per salutarti, era tempo che ci vedessimo”, è stata la risposta. Nella cerimonia all’Hollywood & Highline Center sono stati premiati alla carriera anche David Lynch, Geena Davis e Wes Studi.

Fitness al buio, aiuta ad ascoltare il proprio corpo

Pubblicato il 28 Ott 2019 alle 8:28am

“Si chiama fitness al buio, è un percorso funzionale che richiede un solo attrezzo: una mascherina – spiega Simone Morelli, istruttore di mobilità e attività sportive per disabili visivi, ideatore del metodo -. La si colloca sugli occhi, in penombra e ci concentra sui messaggi del corpo. Privati dalla vista che ci fornisce l’80% delle informazioni, attiviamo gli altri sensi: udito e tatto prima di tutto”.

La lezione “E’ strutturata in tre parti: Ambientamento, fase centrale con esercizi di allenamento funzionale inclusi flessioni, squat, lavoro a coppie, stretching conclusivo e condivisione dell’esperienza vissuta. Ci si può allenare da seduti, sdraiati, in piedi, in ginocchio. La musica a guidare la lezione. Molto spesso sono i partecipanti a suggerire la colonna sonora. Si parte da seduti per prendere confidenza con il contesto, si passa in quadrupedia e infine in stazione eretta. Non avendo la possibilità di guardarsi attorno, non si copiano i movimenti del vicino, ci si concentra tutto sul proprio corpo, sulle proprie emozioni, indicazioni del trainer. La lezione dura 60 minuti: soddisfacenti consumo calorico, impegno e concentrazione”.

Ma come affrontare il fitness al buio? “Per tappe, senza traumi. L’uso della mascherina avviene in modo graduale. Non è possibile calarsi all’improvviso nell’oscurità. Le prime lezioni sono di cinque minuti in cinque minuti con pause che durano circa 30 secondi fra una fase e l’altra. E’ necessario abituarsi un po’ alla volta: il buio va vissuto senza costrizioni. La vista ci dà informazioni importantissime che all’improvviso vengono a mancare: è necessario imparare a sostituirle. Dopo qualche lezione si possono aumentare i minuti e diminuire le pause. Nel giro di qualche settimana, si può affrontare la lezione completa”.

E’ bene provare anche a casa il fitness al buio? “Così si comincia a prendere confidenza con la mascherina in un ambiente conosciuto e protetto”.

1) Seduto a terra, schiena dritta, flettete le ginocchia e portatele al petto, prima la destra poi la sinistra. Ripetete i movimento almeno 10 volte per lato.

2) Provate in quadrupedia, mani sotto le spalle, ginocchia in linea con le anche. Portate in avanti il braccio destro teso per 10 volte, poi passate a quello sinistro. Attenzione, però, a non ruotare il bacino.

Dolci Halloween: piccole streghe al cioccolato

Pubblicato il 28 Ott 2019 alle 6:59am

La festa di Halloween è vicina. Se volete sorprendere i vostri bambini, ecco a voi una ricetta molto golosa e semplicissima da preparare: le Streghette di cioccolato!

Ingredienti per 4 persone

– 4 muffin – 4 coni cialda – 80 grammi cioccolato fondente – q.b. caramelle – q.b. liquirizia stringhe

Preparazione

1) Fondete 80 g di cioccolato, spalmatelo su 4 coni da gelato e lasciatelo solidificare.

2) Eliminate ora la calotta di 4 muffin al cioccolato e posizionatevi sopra 4 palline di gelato. Per i capelli usate pezzi di stringhe di liquirizia, per gli occhi lenti di cioccolato e per il naso caramelle gommose.

3) Completate le piccole streghette con i coni al cioccolato e servite.

Biosensore nel ciuccio per monitorare la salute del bebè

Pubblicato il 28 Ott 2019 alle 6:53am

Per il monitoraggio dei livelli di glucosio in tempo reale nella saliva, è stato sviluppato un biosensore basato su un ciuccio, un possibile aiuto in futuro per la diagnosi precoce e la cura del diabete nei neonati. A realizzarlo alcuni studiosi dell’Università della California di San Diego, i cui risultati molto incoraggianti, sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Analytical Chemistry. I ricercatori hanno precedentemente sviluppato biosensori indossabili che vengono incorporati negli indumenti o attaccati alla pelle. Tuttavia, l’uso a lungo termine di questi dispositivi può causare un disagio che i bambini non riescono a comunicare facilmente. (altro…)

In arrivo il cioccolato per i diabetici

Pubblicato il 28 Ott 2019 alle 6:30am

Per la gioia di tutti i diabetici è in arrivo un cioccolato molto ‘speciale’, messo a punto dai ricercatori del Dipartimento di Medicina interna e Scienze mediche dell’Università La Sapienza di Roma: contenente oleuropeina, una sostanza derivante dall’olio extravergine d’oliva, in grado di contribuire a tenere bassa la glicemia. (altro…)