L’80% degli adolescenti fa poca attività fisica

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Nov 2019 alle ore 6:41am

L’80% degli adolescenti fa meno di un’ora di attività fisica al giorno, la ‘dose minima’ raccomandata dall’OMS. A rivelarlo uno studio condotto su un milione e seicentomila ragazzi dagli 11 ai 17 anni di 146 paesi del mondo. La ricerca in questione è stata pubblicata ieri su The Lancet Child & Adolescent Health.

Le ragazze le più pigre
I ricercatori hanno analizzato i dati raccolti attraverso le scuole. La valutazione ha incluso tutti i tipi di attività fisica, come ad esempio il tempo trascorso in giochi attivi, attività ricreative e sportive, faccende domestiche, passeggiate a piedi, in bicicletta o con altri tipi di trasporto attivo oltre alle ore di educazione fisica. A sorpresa, le più pigre sono risultate essere le ragazze: l’85% di loro si muove meno di un’ora al giorno contro il 78% dei ragazzi. Un dato questo che riguarda tutti i paesi del mondo ma in particolare le adolescenti di Tonga, Samoa, Afghanistan e Zambia. Nel 73% dei paesi inclusi nello studio la differenza tra i generi è aumentata tra il 2001 e il 2016.

Ragazzi più attivi
Un piccolo miglioramento si è registrato, invece, tra il 2001 e il 2016 nelle abitudini dei ragazzi: la percentuale di quelli che praticavano un livello di attività fisica insufficiente è passata dall’80 al 78%. Anche se si tratta di un lieve calo che riguarda alcuni paesi in particolare tra cui Bangladesh, Singapore, Thailandia, Irlanda e Stati Uniti, rappresenta comunque un segnale positivo controbilanciato dal trend negativo delle ragazze. Per questo, secondo gli esperti, non si riuscirà a raggiungere la riduzione del 15% di adolescenti che non si muovono abbastanza ogni giorno.

In Italia, invece, situazione tende a peggiorare
In Italia la percentuale di adolescenti di entrambi i sessi che non praticavano la giusta quantità di attività fisica ogni giorno era nel 2001 dell’86,7% (di cui il 90,6% ragazze). Dopo quindici anni, la situazione è peggiorata passando all’88,6% di cui il 91,5% ragazze. Una fotografia che trova una conferma anche nei dati raccolti dal nostro Istituto Superiore di Sanità sui ragazzi fra gli 11 e i 15 anni dai quali emerge che meno del 10% svolge almeno un’ora quotidiana di movimento, come raccomandato dall’Oms.

Gli esperti si dichiarano preoccupati di questa situazione, perché può compromettere la loro salute attuale e futura. A livello fisico e psicologico.