Un miracolo della ricerca avvenuto a Napoli, alcuni giorni fa in Campania. Due piccoli pazienti di otto e nove anni affetti da una forma particolare di distrofia retinica ereditaria che li rendeva ipovedenti dalla nascita hanno recuperato la vista grazie a una tecnica innovativa eseguita per la prima volta nel nostro Paese e nella Clinica oculistica dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli in collaborazione con la Novartis.

La malattia è causata da mutazioni genetiche del gene chiamato RP65 e la terapia in questione, fornisce una copia funzionante di questo gene, che è in grado, attraverso una singola somministrazione, di migliorare la capacità visiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.