Si chiama Gymneva ed è la pianta che aiuta ad abbassare glicemia e trigliceridi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Gen 2020 alle ore 6:34am

La gymnema, conosciuta anche come Gymnema sylvestre, è una pianta appartenente alla famiglia botanica delle Asclepiadaceae, caratterizzata da numerosi benefici per la salute è nota soprattutto per la sua azione ipoglicemizzante.

Tale proprietà è dovuta alla presenza di acido gymnemico A1. Componente più attivo che agisce in due modi: prevede l’inibizione dell’assorbimento degli zuccheri a livello intestinale, migliora il metabolismo del glucosio a livello cellulare. Entrando nel dettaglio del primo caso le molecole del suddetto acido, quando vengono ingerite, si legano ai recettori deputati all’assorbimento del glucosio, bloccandone temporaneamente l’azione.

Il motivo per cui si verifica il meccanismo appena descritto è legato al fatto che l’acido gymnemico A1 ha peculiarità chimiche e strutturali molto simili a quelle del sopra citato monosaccaride aldeidico, il composto organico più diffuso in natura.

La gymnema, il cui estratto viene spesso utilizzato come rimedio naturale per tenere sotto controllo i livelli di trigliceridi nel sangue, è stata anche oggetto di numerosi approfondimenti scientifici. Ultimo degno di nota, è uno studio risalente al 2017 e portato avanti da un’equipe scientifica attiva presso l’ICAR-National Bureau of Fish Genetic Resources di Uttar Pradesh (India).

Gli esperti in questione hanno confermato l’efficacia ipoglicemizzante della pianta e il fatto che, da diverso tempo ormai, la gymnema è sotto la lente della comunità scientifica, sempre più attenta all’impiego di farmaci contro il diabete contraddistinti dalla presenza di fitomolecole bioattive provenienti da fonti naturali.

Proseguendo con i benefici di questa pianta ricordiamo l’effetto anti-dolce. Basta infatti mettere sulla lingua una piccola quantità di gymnema per percepire in maniera decisamente alterata i sapori dolci. Contraddistinta anche da una notevole efficacia lassativa, può essere apprezzata in diversi modi.

Tra questi è possibile citare la preparazione della tisana – bastano pochi grammi di foglie essiccate – o la tintura madre, per non parlare degli integratori caratterizzati dalla presenza di estratto secco. L’assunzione di gymnema andrebbe evitata in caso di accertata sensibilità a uno o più dei suoi componenti. Per togliersi qualsiasi dubbio, prima di assumerla è opportuno chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.