gennaio 13th, 2020

Ipertensione, camminare per tenerla sottocontrollo

Pubblicato il 13 Gen 2020 alle 8:51am

L’ipertensione è tra le patologie più diffuse nei giorni nostri e nei paesi più sviluppati, dove una persona su tre ne è colpita. Nella rubrica “Carlino Salute” ne parla il dottor Vinicio Fiorani, responsabile di Cardiochirurgia a Salus Hospital. (altro…)

Sauna, benefica per cuore, ecco perché

Pubblicato il 13 Gen 2020 alle 7:43am

La sauna fa bene al cuore. Grazie appunto ai mutamenti di temperatura che questa produce, il sangue viaggia verso i capillari della pelle, perché il corpo ha bisogno di eliminare il calore in eccesso indotto dall’ambiente in cui si sta.

Durante le sedute di sauna il nostro cuore effettua una sorta di ‘ginnastica cardiovascolare’: “due sedute di sauna di fatto allenano tutti i vasi del corpo e hanno un effetto benefico sul cuore sulla pressione arteriosa, ad esempio.

Una recente ricerca scientifica dimostra che andare in sauna almeno quattro volte alla settimana riduce il rischio di mortalità cardiovascolare anche del 60%.

Uno studio prospettico è stato condotto su di un campione di popolazione di oltre 2300 uomini di mezza età della Finlandia orientale (presumibilmente gli stessi risultati valgono anche per le donne che comunque sono meno soggette a problemi cardiovascolari).

I dati di questa ricerca, raccolti in 20 anni, dimostrano che per ottenere i migliori risultati possibili sul cuore, ci si deve sottoporre alla sauna – impiegando almeno 20 minuti a seduta – per quattro volte alla settimana. Tutte le azioni finalizzate alla prevenzione della malattie del cuore hanno un ruolo importante. I medicinali in genere non hanno questa capacità.

La sauna rappresenta quindi il modo più naturale, economico ed indolore per migliorare la salute del cuore!

Vene varicose, come sbarazzarsene in modo naturale

Pubblicato il 13 Gen 2020 alle 7:19am

Le vene varicose (o varici) sono vene dilatate, di apparenza tortuosa, incapaci di raccogliere il sangue periferico delle gambe e indirizzarne il flusso verso il cuore. (altro…)

Dinner cancelling, la dieta che fa perdere tre chili in sole due settimane, la conferma arriva anche da Fiorello

Pubblicato il 13 Gen 2020 alle 6:49am

Questa dieta promette di far perdere tre chili in sole due settimane – e ad assicurarlo è anche Fiorello (che l’ha provata) nell’intervista rilasciata a Chi dopo il suo esordio a novembre nella trasmissione Viva Rai Play.

Arriva dalla Germania, ed è, un metodo di alimentazione.

La «Dinner Cancelling» è stata messa a punto qualche anno fa dal nutrizionista tedesco Dieter Grabbe, è una tattica in cui tutto gira intorno specifici momenti di digiuno giornaliero. E il suo effetto, oltre che avere un’azione dimagrante, ha risvolti positivi su tutto il corpo: secondo il suo ideatore, che ha pubblicato diversi libri sul tema tradotti anche in italiano — l’ultimo è Dinner-Cancelling (Niente cena!), Red edizioni —, permetterebbe anche di detossificare l’organismo, rinforzando sistema immunitario e rallentando i processi di invecchiamento.

Come funziona? La dieta «Dinner Cancelling», come anticipa il nome stesso, prevede di eliminare del tutto la cena. L’indicazione è quella di seguire un regime alimentare equilibrato nelle prime ore del giorno, mangiando in modo regolare a colazione, pranzo e merenda, e di interrompere poi l’assunzione di cibo la sera (i liquidi sono ammessi, ma solo quelli non zuccherati). In questo modo si mette sottosopra il metabolismo e anche l’orologio biologico ottenendo effetti stupefacenti sulla forma fisica.

Dalle 17 in poi niente cibo: solo acqua, bevande depurative senza zuccheri (o al massimo un cucchiaino di miele), tè e liquidi ricchi di minerali e vitamine. Secondo il nutrizionista Dieter Grabbe, infatti, le cinque del pomeriggio sarebbe l’ora X oltre la quale il metabolismo subisce un rallentamento e mangiare significherebbe affaticare il corpo, con il rischio di accumulare energia sotto forma di lipidi.

Per sopravvivere alle ore di digiuno il trucco è fare colazioni abbondanti. A base di frutta, cereali, marmellata o miele, jogurt.

Per mantenere il peso perso velocemente (circa 3-4 chili in quindici giorni) è necessario saltare la cena almeno tre volte a settimana per sempre. Il digiuno intermittente è una soluzione semplice e in linea con i ritmi circadiani del corpo (i momenti di attività e riposo dell’organismo che coincidono con il giorno e la notte), ma per un risultato funzionale e non rischioso per la salute occorre consultare sempre un nutrizionista. Naturalmente.