Disponibili test del sangue che scoprono tumori in anticipo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Gen 2020 alle ore 7:12am

Antonio Russo, ordinario di Oncologia medica dell’Università di Palermo, spiega che sono disponibili test del sangue, anche in Italia, in grado di individuare tumori anche in anticipo.

La «biopsia liquida» è una procedura minimamente invasiva che consente di ottenere del materiale biologico, derivante direttamente dal tumore, attraverso un semplice prelievo di sangue (ma anche di saliva e urine) sul quale è possibile svolgere analisi in grado di fornire importanti informazioni. In pratica si analizza il Dna del tumore, così è come se avessimo la sua «carta d’identità» e i risultati del test possono essere utili su più fronti: scegliere per ogni malato la terapia più mirata da seguire e verificare nel tempo se la cura sta procedendo come dovrebbe. Nei malati per i quali c’è indicazione specifica a effettuare questo test, il costo è completamente a carico del Sistema sanitario nazionale, dunque l’esame è gratuito.

Il principio su cui si basano questi i test (da qualche anno in vendita sia su Internet, sia proposti da alcuni centri diagnostici) è che il rischio di cancro possa essere già scritto nel nostro Dna alcuni anni prima della diagnosi e che questi esami permettano di scoprirlo, tramite un prelievo di sangue, con ampio anticipo.