Ipertrofia prostatica benigna, arriva online un sito web informativo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Gen 2020 alle ore 8:39am

L’ipertrofia prostatica benigna (IPB) è un disturbo molto diffuso che colpisce solo nel nostro Paese oltre 6 milioni di uomini. Eppure il 70% di chi ne è affetto decide di ignorare sintomi quali: difficoltà nello svuotare la vescica e necessità di andare spesso alla toilette, considerandoli del tutto normali in quanto legati all’età. Non si recano quindi dal medico e peggio ancora, si affidano al fai-da-te: un atteggiamento rischioso, e che si riscontra anche tra i più giovani.

Per informare i cittadini e divulgare la cultura della prevenzione, è da oggi online il sito web www.ipertrofiaprostaticabenigna.net, un portale realizzato da Fondazione PRO grazie al grant incondizionato di Pierre Fabre Pharma. Dove è possibile scoprire tutto quello che riguarda sintomi, prevenzione, diagnosi e terapie. L’obiettivo principale è quello di far comprendere come l’ipertrofia prostatica benigna non sia un disturbo da sottovalutare, in quanto condivide gli stessi sintomi di patologie molto più gravi, prima tra tutte il tumore alla prostata.

Se trascurata, può evolvere in una patologia molto più grave. Lo svuotamento solo parziale della vescica è la condizione ideale per l’accumulo di batteri, il che fa aumentare, conseguentemente, il rischio di prostatiti e pielonefriti. Continuare ad accumulare urina peraltro può favorire anche la formazione di calcoli dovuti alla cristallizzazione di sali nell’urina che non viene svuotata dalla vescica del tutto.