gennaio 26th, 2020

Alba Ferretti sfila a Rimini con un tributo a Federico Fellini

Pubblicato il 26 Gen 2020 alle 7:32am

Alberta Ferretti ha scelto di presentare le sue nuove creazioni il 22 maggio a Rimini, città natale del regista Federico Fellini, e terra in cui la stilista ha le sue radici.

“Sono felice di presentare la mia prossima collezione nei luoghi in cui sono nata e dove è cominciata la mia carriera, ancora oggi – dice Ferretti – la Romagna è la terra in cui vivo e ritrovo me stessa. Mi piace l’idea di rendere omaggio alla mia regione e a un artista come Federico Fellini, che è riuscito a rappresentare attraverso le sue opere la storia del nostro Paese e a far conoscere la cultura italiana nel mondo”.

Sarà un tributo al cinema di Federico Fellini, in occasione del centenario della sua nascita. La sfilata della collezione della Ferretti è la Resort 2012.

Tumore al cervello, scoperta la proteina che può bloccarlo

Pubblicato il 26 Gen 2020 alle 6:37am

Si tratta della proteina TAU, in grado di bloccare il tumore al cervello, fra le cause principali delle patologie neurodegenerative come nel caso dell’Alzheimer. Ne sono convinti i giovani autori dello studio, dell’Instituto de Salud Carlos III (ISCIII). In quanto, dalla loro analisi su 180 pazienti reclutati è emersa una netta ed evidente connessione tra i gliomi (tumori cerebrali altamente letali) e malattie neurodegenerative. (altro…)

L’esercizio fisico intenso può salvare dalle malattie del cuore

Pubblicato il 26 Gen 2020 alle 6:35am

Le donne che fanno attività fisica intensa durante uno stress test cardiaco, dicono i ricercatori, hanno meno possibilità di morire di malattie cardiache, cancro e altre cause di salute. Alta intensità significa corsa e nuoto sostenuti, oppure attività come kickboxing o crossfit.

Secondo uno studio, presentato alla European Society of Cardiology nel 2019, gli esperti hanno esaminato due gruppi di donne: uno che aveva buone capacità di esercizio, l’altro più scarso. Ebbene, la maggior parte delle donne nello studio aveva un’età compresa tra 50 e 75 anni e sono state seguite per circa 5 anni.

I ricercatori hanno osservato che le donne del primo gruppo sono state in grado di allenarsi a un’intensità pari a 10 equivalenti metabolici (MET), o superiore, durante un ecocardiogramma da sforzo. Infatti, dicono i ricercatori, qualsiasi cosa oltre i 6 MET è considerata un esercizio intenso: una corsa di più di un chilometro in 10 minuti è circa 10 MET, la mountain bike in salita è 14 MET.

Da qui hanno capito che le donne con scarsa capacità di esercizio avevano quasi quattro volte più probabilità di morire di malattie cardiovascolari rispetto alle donne con una buona capacità di esercizio fisico.

Bologna Fiera: 44esima edizione

Pubblicato il 26 Gen 2020 alle 6:02am

Aperta da venerdì 24 gennaio 2020 a domenica 26 gennaio, a Bologna, l’edizione numero 44 di Arte Fiera, la più longeva fiera d’arte moderna e contemporanea d’Italia, quest’anno ha presentato tante novità da vedere!

Presenti 155 gallerie tra italiane e straniere, per un totale di 345 artisti, divise in 4 sezioni: la MainSection (108 gallerie), Fotografie e immagini in movimento (20 gallerie), e le nuovissime sezioni Focus (8 gallerie) e Pittura XXI (19 gallerie). Queste ultime due sono di fatto l’assoluta novità per Arte Fiera 2020; Focus, a cura di Laura Cherubini, prende in esame le ricerche artistiche della prima metà del XX secolo e del secondo dopoguerra, con un taglio differente ogni anno. Pittura XXI, invece, a cura di Davide Ferri, è la prima sezione di una fiera, in Italia o all’estero, dedicata interamente alla pittura contemporanea.

Promossa la nuova location, i padiglioni numero 15 e 18 della Fiera di Bologna, e molto meritato, di essere visitate, anche le sezioni Focus a cura di Laura Cherubini e Pittura XXI a cura di Davide Ferri, rispettivamente dedicate a nomi importanti del XX secolo e alle tendenze contemporanee della pittura, che si conferma su un buon livello anche Fotografia e immagini in movimento, che ha esordito l’anno passato, sempre, come quest’anno, con la curatela del gruppo Fantom.

Il direttore Simone Menegoi, giunto alla sua seconda esperienza con Arte Fiera, e il suo staff, hanno svolto un lavoro straordinario: dopo una prima edizione interlocutoria, sono giunti a questa seconda edizione targata Menegoi in cui l’impronta nuova si vede è vista e si è fatta anche tanto sentire e molto apprezzare. Più spazio è stato dato alla ricerca…gli stand più curati e ricercati, tante nuove le proposte, molto azzeccata l’idea di far portare solo tre artisti agli espositori di medie dimensioni e sei a quelli più grandi, con una bella conferma per sezione dedicata alla fotografia, un buon bilanciamento tra moderno e contemporaneo, e un buon dialogo sempre molto proattivo e proficuo con la città di Bologna.

Non sono però mancati i punti critici (a cominciare dall’elevato costo del biglietto, che da diversi anni è ormai molto alto, specie se raffrontato a quello delle altre importanti fiere italiane): la quasi totale assenza di gallerie internazionali, alcuni espositori che da diverse edizioni ci propongono sempre le stesse cose, la qualità discontinua di alcuni stand, un’identità che non è ancora ben definita, sebbene in tal senso si siano fatti dei passi in avanti, con un’Arte Fiera che decide di puntare tutto (o quasi) sull’arte italiana.