Progeria: morta a 8 anni la bimba più giovane

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Feb 2020 alle ore 7:33am

Anna Sakidon è morta all’età di 8 anni. Si tratta della bambina più piccola affetta da progeria, malattia rara che «rende vecchi». Pesava 17 kg e aveva l’età biologica di un’80enne.

La storia della «ragazza meravigliosa»
Anna è morta di vecchiaia in Ucraina. Al mondo come lei ci sono solo altre 160 persone, tra cui l’italiano Sammy Basso. La bambina è la vittima più giovane, i suoi organi interni non hanno retto. Timofey Nagorny, capo della Fondazione dei volontari ucraini che ha sostenuto le cure mediche di Anna Sakidon, aveva dichiarato: «Il suo unico sogno è scoprire un giorno che la diagnosi dei dottori era sbagliata». La notizia è stata data da un canale web ucraino dalla dottoressa Nadezhda Kataman che parlava di Anna come “meravigliosa ragazza”, curata presso il Complesso medico regionale dei bambini di Volyn fin dall’infanzia. «Per i bambini con diagnosi di progeria un anno equivale a 8-10 anni, quindi la sua età reale era tra i 70 e gli 80 anni – ha spiegato la dottoressa».

LEGGI ANCHE