Giorgio Armani: “Donne continuano a subire violenza dagli stilisti”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Feb 2020 alle ore 6:47am

Italian fashion designer Girogi Armani greets after the fashion show by Emporio Armani during the Milan Fashion Week, in Milan, Italy, 21 February 2020. The Fall-Winter 2020 Women’s collections are presented at the Milano Moda Donna from 18 to 24 February 2020.
ANSA / MATTEO BAZZI

Italian fashion designer Girogi Armani greets after the fashion show by Emporio Armani during the Milan Fashion Week, in Milan, Italy, 21 February 2020. The Fall-Winter 2020 Women’s collections are presented at the Milano Moda Donna from 18 to 24 February 2020.
ANSA / MATTEO BAZZI

“Si può abusare di una donna in vari modi: o buttandola in un sottoscala o suggerendole di vestirsi in un certo modo”. Così Giorgio Armani, si esprime dopo la sfilata della linea Emporio, scagliandosi, con quella che definisce “una battuta”, contro il diktat delle tendenze, che manca di rispetto e toglie libertà alle donne.

Con la sua collezione, “ho dato una libertà alle donne – sottolinea – che è una vera libertà”. Non è libertà, invece, il fatto che “la signora che cammina per strada vede un manifesto di una donna con il seno e il fondoschiena in vista, e vuole farlo anche lei: questo è un modo per abusare di una donna”.

Ognuno può scegliere di proporre ciò che vuole, ma “evitiamo il ridicolo – è l’invito – poi diciamo che le donne subiscono violenza in un angolo, e anche dagli stilisti, da noi. Trovo che questo sia un po’ indegno”.