marzo 6th, 2020

Coronavirus: ricercatori della Corea del Sud scoperto anticorpi che lo neutralizzano

Pubblicato il 06 Mar 2020 alle 7:23pm

Un team di ricercatori Korea Chemical Technology Research Institute, della Corea del Sud è riuscito ad individuare gli anticorpi che sarebbero in grado di neutralizzare il virus Sars-Cov-2.

La Corea del Sud è uno dei paesi più colpiti dall’epidemia di Coronavirus, con oltre 6.000 casi e 42 morti, al momento.

Nel suo studio, pubblicato su bioRxiv, il team d scienziati parla del coronavirus 2019 (COVID-19), concentrandosi su specifici anticorpi in grado di fermare il diffondersi del virus.

“L’anticorpo neutralizzante, che si lega al capside virale in modo da inibire l’ingresso cellulare del virus e il rivestimento del genoma, è la difesa specifica contro gli invasori virali”

Gli scienziati, sono andati lla ricerca di anticorpi in grado di “combattere” e neutralizzare l’attività del virus nella cellula. Ed effettivamente il risultato è stato a tutti gli effetti positivo: gli anticorpi sono stati rilevati sulla base di studi anticorpali sul virus SARS (sindrome respiratoria acuta grave) e MERS (sindrome respiratoria mediorientale) e, secondo gli esperti, potrebbero essere utilizzati in futuro dagli operatori sanitari per curare il Coronavirus.

I ricercatori hanno rilevato somiglianze tra i virus SARS e COVID-19 attraverso l’analisi del genoma di quest’ultimo.

La scoperta di anticorpi che neutralizzano l’nCoV è un buon segnale, dicono i ricercatori, perché apre la strada alla formulazione di vaccini e farmaci per prevenire e curare il virus che sta terrorizzando il mondo intero.

Si tratta di due anticorpi neutralizzanti la SARS e un anticorpo neutralizzante la MERS che possono combinarsi con la proteina Spike del COVID-19. La Spike è una proteina utilizzata dal Coronavirus per infiltrarsi nelle cellule.

Come hanno spiegato, se ai pazienti vengono iniettati antigeni attraverso vaccini che usano anticorpi che neutralizzano la SARS e la MERS, il corpo umano, grazie alla risposta immunitaria, può formare anticorpi e neutralizzare i patogeni.

Kim Bum Tae, a capo dello studio sulla sintesi CEVI, così chiamata, ha dichiarato: “Metteremo in campo tutte le nostre capacità di ricerca sul modo di affrontare il Covid-19“.

Inoltre, il team ha ottenuto l’RNA del nCoV coltivando virus da persone infette in Corea e realizzando che il Covid-19 in Corea sarebbe più facile da rilevare rispetto ad altri paesi.

Fibromialgia, dalle Università di Verona e Genova una nuova importante scoperta scientifica

Pubblicato il 06 Mar 2020 alle 8:20am

Un team di ricerca, ell’Università di Genova e dell’Università di Verona, guidato dai Prof.ri Antonio Puccetti, Claudio Lunardi e dalla Prof.ssa Marzia Dolcino, ha condotto uno studio, in corso di pubblicazione su una prestigiosa rivista scientifica di fama internazionale, ha scoperto che la fibromialgia è una malattia reumatica ad origine autoimmune.

La sindrome fibromialgica, ricordiamo, è caratterizzata da dolore cronico, stanchezza cronica, disturbi del sonno e cognitivi. E da diversi altri sintomi tra cui spiccano, senz’altro, rigidità osteoarticolare, colon irritabile e a volte intolleranza al glutine non celiaca, cefalea, secchezza degli occhi e della bocca, vertigini, difficoltà respiratorie, formicolii diffusi e altri sintomi ancora molto fastidiosi, in diverse aree del corpo (collo, spalle, fianchi, glutei, ginocchia, avambracci).

I criteri per la classificazione della malattia, sono costantemente aggiornati per una sempre maggiore accuratezza nel processo diagnostico.

Un tempo considerata di origine psichiatrica e non malattia reumatologica, grazie alla ricerca è stato possibile identificare alcune caratteristiche che fanno rientrare questa patologia tra quelle reumatiche, in quanto accompagnata molto spesso da malattie autoimmuni sistemiche, che colpiscono prevalentemente il sesso femminile. La Fibromialgia, può infatti insorgere dopo traumi o infezioni, o anche stress e eventi traumatici emotivi molto forti.

Si presenta con alterazioni immunologiche a causa della presenza di autoanticorpi (“classici” e diretti contro le piccole fibre dei nervi), o per la presenza di cellule autoreattive; elementi che sostengono l’ipotesi che la malattia fibromialgica rientri fra le malattie autoimmuni sistemiche con neuroinfiammazione cronica che è responsabile del dolore cronico.

Attraverso un approfondita analisi genetica condotta su 542 mila geni umani i ricercatori sono riusciti ad identificare nei pazienti la presenza di particolari profili di espressione genica (infiammazione, proliferazione cellulare, danno epiteliale, risposta immune) (vedi figura a torta con spicchi) strettamente associati alla fibromialgia suggerendo un’origine autoimmune per la malattia, confermata dalla presenza nei pazienti studiati di sottopopolazioni di linfociti autoreattivi, e di marcatori sierologici(autoanticorpi etc), tipici dell’auto immunità” spiega la Prof.ssa Dolcino, che ha messo a punto lo studio genetico.

I fattori che contribuiscono all’insorgenza di una malattia autoimmune sono sia ambientali che genetici.

“Questo studio è molto importante, spiega il Prof. Lunardi, perché sostiene l’ipotesi che la fibromialgia abbia una componente autoimmune con importanti risvolti dal punto di vista terapeutico”.

“La dimostrazione che la fibromialgia sia una malattia autoimmune impone di rivedere le strategie terapeutiche utilizzate finora e di trattare la malattia attraverso interessanti prospettive per l’individuazione di nuovi bersagli terapeutici per la messa a punto di un trattamento personalizzato”, conclude il professore.

Per chi ha interesse di approfondire gli aspetti della ricerca genetica può contattare il team della Prof. Dolcino all’indirizzo marziadolcino@gmail.com.

Per chi volesse invece ulteriori informazioni sull’argomento è a disposizione il team del prof. Puccetti alla mail apuccetti@gmail.com o tramite Whatsapp al numero 327 2591563).

Per chi volesse entrare in contatto con il Prof. Puccetti è a Roma e può chiamare il numero 06/6790194, o a Verona al n. 045/7901331 Oppure online tramite i portali web, iDoctors, Dottori.it e Mio Dottore.

Burro di arachidi: i suoi benefici e come realizzarlo in casa

Pubblicato il 06 Mar 2020 alle 7:16am

Il burro di arachidi è uno degli alimenti più di moda, e uno dei più gustosi! Utilizzato dagli sportivi e dai personaggi dello spettacolo, lo vediamo molto spesso sulle foto postate nei vari social, spalmato su fette di pane tostato a colazione o proposto in varie ricette “fit”. Questo perché gli arachidi anche se non poco calorici (circa 500 Kcal ogni 100 grammi), hanno ricche proprietà benefiche per la salute della nostra pelle e del nostro corpo. (altro…)

Niccolò Fabi: è online da ieri il video di “Ecco”, tratto dal tour “Tradizione e Tradimento”. Aggiunte altre 3 date al tour estivo

Pubblicato il 06 Mar 2020 alle 6:34am

È online da ieri, giovedì 5 marzo, il video live di “Ecco”, con le immagini registrate il 20 gennaio scorso all’Auditorium Parco della Musica di Roma, durante il tour teatrale “Tradizione e Tradimento” che il cantautore romano, Niccolò Fabi ha portato in giro per tutta Italia nei mesi di dicembre e gennaio. L’esecuzione di “Ecco”, brano che dà il titolo all’omonimo disco del 2012, raccoglie al suo interno tutta l’intensità emotiva che ha caratterizzato il tour che ha riscosso un grande successo. Le immagini live e l’arrangiamento del brano, la potenza musicale, l’intimità delle parole, il gioco di luci e il racconto dei visual sugli schermi lasciano forte testimonianza di come il cantautore abbia portato in scena un live coraggioso, ricco di sperimentazioni e grandi emozioni.

Il video live è visibile al seguente link: https://youtu.be/z4FfFAuvgC4

Dopo il tour nei teatri, NICCOLÒ FABI tornerà a giugno protagonista sui palchi delle prestigiose e storiche location outdoor del nostro Paese e delle principali rassegne musicali d’estate. Alle prime date già annunciate del tour, che partirà il 24 giugno dal Teatro Romano di Ostia Antica – Roma, si aggiungeranno altre 3 nuovi appuntamenti live: il 16 luglio all’Arena Flegrea di NAPOLI, il 24 luglio al Moonland Festival di SARZANA (La Spezia) e il 5 agosto al Dromos Festival di FORDONGIANUS (Oristano).

I biglietti per le nuove date del tour sono disponibili dalle ore 16.00 di oggi, venerdì 6 marzo, sul sito di Ticketone.

Ad accompagnare Fabi in tour gli amici e colleghi Roberto Angelini, Pier Cortese, Alberto Bianco, Daniele “mf coffee” Rossi e Filippo Cornaglia.

Queste le date del tour estivo di “TRADIZIONE E TRADIMENTO” (calendario del tour in aggiornamento) confermate ad oggi 6 marzo 2020:

24 GIUGNO – ROMA – TEATRO ROMANO DI OSTIA ANTICA (Rock in Roma)

26 GIUGNO – FIESOLE (FI) – TEATRO ROMANO (Estate Fiesolana)

27 GIUGNO – VERONA – TEATRO ROMANO (Rumors Festival)

10 LUGLIO – BOLOGNA – SEQUOIE MUSIC PARK

11 LUGLIO – GRUGLIASCO (TO) – GRUVILLAGE

16 LUGLIO – NAPOLI – ARENA FLEGREA (Noisy Naples Fest) – NUOVA DATA

24 LUGLIO – SARZANA (SP) – MOONLAND FESTIVAL – NUOVA DATA

25 LUGLIO – CESENA – ROCCA MALATESTIANA (Acieloaperto)

26 LUGLIO – GARDONE RIVIERA (BS) – ANFITEATRO DEL VITTORIALE (Tener-A-Mente)

5 AGOSTO – FORDONGIANUS (OR) – ANTICHE TERME ROMANE (Dromos Festival) – NUOVA DATA

8 AGOSTO – LOCOROTONDO (BA) – LOCUS FESTIVAL

10 SETTEMBRE – MILANO – MAGNOLIA

I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it e nei punti vendita e di prevendita abituali. Il tour è prodotto e organizzato da Magellano Concerti e Ovest.