Cellulite: combatterla è possibile anche da casa!

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Apr 2020 alle ore 6:19am

La cellulite, è il punto debole di noi donne, per combatterla abbiamo letto articoli, seguito suggerimenti di amiche, visto pubblicità di ogni tipo e provato qualsiasi tipo di crema.

E’ vero, non dobbiamo essere ossessionate dalla perfezione, amare se stesse significa accettarsi per quello che si è, però, se possiamo migliorare qualcosa che non ci piace del nostro corpo perché non provare?! Sappiamo bene che quando facciamo qualcosa per noi, per la nostra persona, che ci permette di apprezzare di più noi stesse, qualsiasi cosa essa sia, aumenta di conseguenza la nostra autostima e siamo semplicemente felici!

Adesso la situazione è più complicata, a causa delle norme anti-contagio imposte dal Governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus non possiamo fare tutte quelle pratiche da sempre consigliate per contrastare la formazione della cellulite come camminare a lungo, nuotare o andare in palestra, ma possiamo combatterla tranquillamente anche da casa stando attente all’alimentazione e tenendosi in forma con degli esercizi mirati. In realtà la regola fondamentale, da sempre, è la costanza!

La cellulite anche nota come pannicolopatia edemato-fibrosclerotica, è un’infiammazione del pannicolo, il tessuto sottocutaneo adiposo, questa alterazione è causata dal ristagno dei liquidi in eccesso, da una ipertrofia delle cellule adipose e ad alterazione del sistema venoso e linfatico.

Avviene infatti, che le cellule adipose si gonfiano e le fibre di collagene comprimendosi possono rompersi formando la visibile e famigerata “buccia d’arancia”, in particolare nelle zone di cosce, fianchi e glutei. Le cause possono essere diverse, da cattiva circolazione ad alterazione ormonale, passando per fattori genetici ereditari, uno stile di vita errato caratterizzato da sedentarietà, chili in eccesso, fumo, eccessivo consumo di alcol.

Metodi di attacco

alimentazione equilibrata con cibi che contrastano la formazione della cellulite e la ritenzione idrica;

esercizi mirati con il PHA: un programma valido per stimolare la circolazione.

Alimentazione amica della pelle

Combatterla a tavola è il primo passo, ci sono infatti alimenti da preferire che favoriscono l’eliminazione delle tossine, aiutano la circolazione e di conseguenza contrastano anche il formarsi della cellulite. Altri invece che sono da evitare (dopo vedremo quali sono).

L’Idratazione è la parola d’ordine, fondamentale per combattere la cellulite, cosiddetta buccia d’arancia. E’ infatti, l’elemento essenziale che aiuta il processo di diuresi ed evita il formarsi dell’infiammazione.

Gli esperti consigliano di bere almeno 2 litri di acqua al giorno e prediligere alimenti che la contengono.

Cibi consigliati

Frutta e verdura a volontà! La frutta in particolar modo quella che contiene vitamina C che rinforza le pareti dei vasi sanguigni. Sì a kiwi, ananas, agrumi, frutti come quelli diuretici tra cui fragole, pesche e anguria, mirtilli e frutti rossi che aiutano la circolazione venosa e linfatica. Verdure, come pomodori, spinaci, lattuga, cavoli, broccoli, peperoni, cetrioli, finocchi e carciofi.

Le proteine in particolar modo contenute in carni bianche, pesce, legumi e uova.

Frutta secca ricca di potassio, un ottimo rimedio naturale contro il drenaggio dei liquidi in eccesso.

Alimenti integrali: pasta, riso e pane.

Tè verde, tisane drenanti e detox, caffè: il tè verde è da sempre conosciuto come un ottimo alleato contro la cellulite, poi ci sono il tarassaco, la betulla, la centella asiatica, la vite rossa.
Il caffè, meglio se applicato sulle cosce direttamente, con la pellicola trasparente. Di esso si prende la posa, con l’aggiunta qualche goccio di d’olio extravergine d’oliva, o olio essenziale di limone o mentolo, per farlo aderire meglio. Farlo stare un po’ in posa per circa 20 minuti e poi sciacquare sotto la doccia.

La caffeina come ingrediente principale, scatena una serie di reazioni che facilitano lo smaltimento delle cellule adipose, inibiscono lo stoccaggio del glucosio e frenano la moltiplicazione delle cellule grasse. Perché allora non risparmiare e creare da sé un impacco molto semplice da realizzare a costo, praticamente zero?!

Cibi sconsigliati

– Il peggior nemico è il sale! Evitarne il consumo e prediligere le spezie nel nostro condimento abituale.

Alimenti ricchi di grassi e zuccheri

Cotture con olio e burro, meglio alla griglia e al vapore.

Alimenti fritti

Bevande alcoliche

Allenamento con il PHA

Il PHA è l’acronimo di “peripheral heart action” che tradotto letteralmente significa azione periferica del cuore.

“La soluzione migliore è adottare una scheda di allenamento fai-da-te semplicissima, ma costruita seguendo la metodologia di training più efficacie contro gli inestetismi femminili” sostiene l’esperto Manuel Ometto personal fitness coach PFC Italia.

Il PHA consiste in un “training”, un insieme di esercizi validi per stimolare la circolazione e combattere la cellulite, grazie allo spostamento di sangue dell’apparato cardiovascolare tra gruppi muscolari distanti, ovvero tra la parte superiore e la parte inferiore del corpo che stimolano così la circolazione sanguigna e linfatica.

In questo programma di allenamento si lavora a corpo libero e con attrezzi facilmente reperibili. Si tratta poi di esercizi in serie senza pause, la pausa viene effettuata alla fine di ogni serie. E’ consigliabile fare un minimo di tre ripetizioni del circuito, in giorni alterni durante la settimana.

L’acqua è essenziale! Bere sempre prima di ogni allenamento, durante le piccole pause e alla fine del lavoro.

Per prima cosa si effettuano 5 minuti di riscaldamento: corsa sul posto, salite su scale velocemente, salto con la corda o jumping-jack.

Esercizio 1: squat con manubri (se non avete dei pesini potete usare le bottiglie di acqua), 15 ripetizioni.

Esercizio 2: crunch, fino al numero massimo di ripetizioni che riuscite ad effettuare.

Esercizio 3: push-up, 15 ripetizioni.

Esercizio 4: jumping-jack, 2 minuti.

Esercizio 5: affondi con manubri o bottiglie di acqua, 15 ripetizioni.

Esercizio 6: plank, 30 secondi.

Esercizio 7: curl con manubri o bottiglie di acqua, 15 ripetizioni.

Esercizio 8: corsa sul posto, 2 minuti

Esercizio 9: ponte glutei, 20 ripetizioni.

Esercizio 10: crunch inverso, 1 minuto.

Esercizio 11: french press verticale con manubri o bottiglie di acqua, alterni braccio destro e sinistro, 15 ripetizioni ciascuno.

Esercizio 12: corsa “skip” sul posto, 45 secondi.

Esercizio 13: stretching e recupero.

Dopo questo duro lavoro, una volta lavata la cute accuratamente, applicate nelle zone interessate un’ottima crema anticellulite o fanghi di alghe come quelli di Guam. I migliori in assoluto.

di Francesca Curri