maggio 5th, 2020

Come preparare bicchierini con crema ricotta e canditi

Pubblicato il 05 Mag 2020 alle 6:59am

Se volete preparare un dessert cremoso e facile facile da preparare ecco la ricetta che fa per voi! Piacerà tantissimo anche ai vostri bambini! (altro…)

Iss: “E’ ancora epidemia, immunità di gregge lontana”

Pubblicato il 05 Mag 2020 alle 6:32am

Anche se la curva dei contagi continua a decrescere sia come casi che per numero di sintomatici, il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro pochi giorni fa in conferenza stampa sull’andamento dell’epidemia o meglio pandemia da SarCov2, ha detto “Passo dopo passo non è uno slogan, ma esprime esattamente il senso del documento che disegna gli scenario epidemiologici in vista della riapertura, in modo poter affrontare la fase 2 mantenendo il tasso di contagiosità R sotto il valore 1”.

Tuttavia, ha aggiunto Gianni Rezza dell’Iss, il 10% delle trasmissioni “si stima da persone che non hanno sintomi. Ciò va a favore dell’uso dei test sierologici”.

“Il tasso di contagiosità del nuovo coronavirus è sotto 1 in tutte le regioni. La curva dell’epidemia di Covid-19 continua sostanzialmente a decrescere nel numero di sintomatici e dei casi in tutte le regioni. Si è ridotto il numero delle zone rosse: sono 74 comuni in 7 regioni, quindi è segno della capacità di individuare precocemente focolai e limitarli. La curva dell’epidemia di Covid-19 è analoga negli italiani e negli individui di nazionalità straniera. Negli individui di nazionalità straniera sono stati rilevati 6.395 casi. In Italia ci sono 6395 casi di covid in Italia tra immigrati ma i casi sono partiti con uno sfalzamento di 2-3 settimane. L’84% di chi e’ morto aveva più malattie, due o tre. I decessi totali sono oltre 25mila. La logica del documento epidemiologico elaborato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) con la Fondazione Bruno Kessler è riaprire il Paese cercando di capire quale variabile ha più peso nella diffusione del virus”. Ha chiarito Brusaferro…

E ancora… “I modelli dovranno essere aggiornati periodicamente e tarati sulle realtà regionali”. Sulla base dei dati dello studio previsionale Iss sulla fase 2 il documento conclude con una raccomandazione: ossia, stare sotto l’indice di contagio R0 pari a 1 considerando che i casi che abbiamo ogni giorno sono solo la punta dell’iceberg. Questo, perché, le persone asintomatiche in Italia potrebbero essere fra il 4% e il 7% della popolazione”.

Luci blu: la tecnologia invecchia la pelle

Pubblicato il 05 Mag 2020 alle 6:07am

In questi giorni di “reclusione” nelle nostre case passiamo più ore davanti alla luce di un moderno apparecchio tecnologico come smartphone, tablet e portatili, che alla luce naturale del sole. Questo implica che la nostra pelle, in particolar modo quella del nostro viso, sia sottoposta costantemente agli effetti dannosi della luce blu.

La luce blu è presente anche in natura ed è caratterizzata da una lunghezza d’onda più lunga rispetto ai raggi UV, ma quella particolarmente dannosa è quella emanata dagli apparecchi tecnologici, LED e schermi digitali che genera un’intensità di luce fino a 1000 volte più elevata rispetto alla soglia che la nostra pelle riesce a sopportare. (altro…)