giugno 9th, 2020

Covid-19, arriva la mascherina italiana in grado di rilevare anche i sintomi del virus

Pubblicato il 09 Giu 2020 alle 8:54am

E’ italiana ed è stata realizzata dalla Blue Matrix, per proteggerci dal coronavirus, ma anche per aiutarci e a scoprire se abbiamo l’infezione o meno. (altro…)

Emma Marrone e la lotta al tumore: “Ora va tutto bene!”

Pubblicato il 09 Giu 2020 alle 7:37am

Due settimane dopo aver festeggiato il 36esimo compleanno, Emma Marrone ha ricevuto un regalo bellissimo, che attendeva da tantissimo tempo. Attraverso una Storia pubblicata sul suo profilo Instagram ha annunciato ai suoi fan, di potersi finalmente buttare alle spalle i problemi che l’hanno sempre angustiata negli ultimi anni: «Volevo dirvi che ho fatto la visita di controllo e volevo condividere con voi questo momento: dopo tanti anni mi sono sentita dire che va veramente tutto bene, finalmente».

La cantante lo scorso settembre ha dovuto annullare tutti i suoi appuntamenti live (tra cui il concerto di RadioItalia a Malta) per tornare di nuovo sotto i ferri dopo l’operazione subita nel 2009 per un tumore all’utero e alle ovaie: «Questo non era proprio il momento giusto – aveva scritto sui social – ma in certi casi nessun momento lo sarebbe stato. Da lunedì mi devo fermare per affrontare un problema di salute. Ve lo dico personalmente per rassicurarvi e per non creare allarmismi inutili». Oggi finalmente, a nove mesi di distanza dal terzo intervento, l’artista può tirare un sospiro di sollievo. Senza però dimenticare chi ancora sta affrontando il suo stesso male: «Ci tengo a mandare un messaggio di speranza e di coraggio a tutti i ragazzi e le ragazze che stanno ancora combattendo. Ce la farete anche voi, mi raccomando».

Artrite reumatoide, nuovi approcci di cura

Pubblicato il 09 Giu 2020 alle 7:16am

«In questi ultimi anni l’approccio terapeutico alla malattia è cambiato radicalmente», spiega Lorenzo Dagna, primario dell’unità di immunologia, reumatologia, allergologia e malattie rare all’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano. «Se in passato l’infiammazione veniva trattata in maniera progressiva, ricorrendo a farmaci via via più forti in caso di peggioramento dei sintomi, ora l’indicazione è di aggredirla fin dalle fasi più precoci. Studi scientifici recenti dimostrano infatti che, se interveniamo in maniera decisiva entro i primi tre-sei mesi, possiamo cambiare nettamente il decorso della malattia. Possiamo spegnerla subito o metterla a tacere per un tempo più lungo. Una volta scomparsi i sintomi e ottenuta la remissione, si può diminuire l’intensità di cura fino a usare i farmaci al minimo dosaggio possibile».

Invalidità e deformità sono due parole destinate a scomparire dal vocabolario dei pazienti con questa patologia. «Non bisogna arrendersi all’idea di convivere con queste condizioni. Non sono più accettabili, non con gli strumenti che abbiamo oggi a disposizione», sottolinea il reumatologo.

scienziati italiani, infatti, come quelli delle università di Genova e Verona, stanno unendo le forze e hanno scoperto di recente una molecola (Rna non codificante RP11-498C9.15) in grado di modulare l’espressione dei nostri geni controllando l’insorgenza e le manifestazioni cliniche dell’artrite reumatoide. «Conosciamo sempre meglio i meccanismi di attivazione della malattia che portano il sistema immunitario ad attaccare le articolazioni», ricorda Dagna.

«Abbiamo capito che i sintomi come il dolore e la rigidità non sono dovuti solo al danno articolare. Ma anche all’azione delle stesse molecole infiammatorie, che abbassano la soglia del dolore e favoriscono altre malattie come l’osteoporosi. Le cause dell’artrite reumatoide, però, sono ancora tutte da chiarire».

L’artrite reumatoide nasce dalla somma di più fattori. Una predisposizione genetica, fumo di sigaretta o infezioni del cavo orale.

Kate Middleton come Lady Diana, il titolo che potrebbe ereditare presto

Pubblicato il 09 Giu 2020 alle 6:31am

Kate Middleton e Lady Diana unite dallo stesso fil rouge. La bella Duchessa di Cambridge e la Principessa triste scomparsa nel 1997 hanno la stessa grazia e la stessa eleganza, oltre che lo stesso stile e titolo reale.

Molti hanno identificato in Kate la vera erede di Lady Diana e questo potrebbe essere appunto sottolineato da un titolo nobiliare speciale che la Middleton sarebbe destinata a rispolverare e a ricevere prima che il marito William diventi Re: si tratta del titolo di Principessa del Galles.

Photo Credit Donnesulweb.it