giugno 20th, 2020

Alex Zanardi, il bollettino medico: “Gravissimo, ma stabile. È intubato in intensiva”

Pubblicato il 20 Giu 2020 alle 11:27am

Dopo l’incidente che lo ha coinvolto, durante una gara di handbike, il campione bolognese lotta tra la vita e la morte al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, dove adesso è tenuto in coma farmacologico. Il chirurgo: “Presto per fare valutazioni neurologiche, serviranno 7-10 giorni. In questi casi si migliora lentamente, ma si può peggiorare repentinamente”.

Zanardi è ancora in “gravissime condizioni”, è ricoverato “in terapia intensiva, è stabile e respira grazie alla ventilazione artificiale“. Sono queste le prime informazioni che ci giungono grazie al bollettino medico che è stato diffuso in mattinata dai sanitari che lo seguono.

Il campione del mondo, è stato vittima ieri di un gravissimo incidente stradale a bordo della sua handbike, con la quale è andato a sbattere contro un autoarticolato durante una gara in provincia di Siena. La direzione sanitaria dell’ospedale ricorda che “il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico” nella serata di ieri, durato tre ore, “e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili”. L’ex pilota di Formula 1 è stato sottoposto anche ad intervento maxillo-facciale per i traumi e le ferite riportate al volto e alla testa. “È intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico“.

Respiro corto, vertigini e tremori? Potrebbe trattarsi di ansia

Pubblicato il 20 Giu 2020 alle 7:57am

La scienza non è ancora in grado di dare una definizione univoca di ansia, dato che si tratta di uno stato che, ad esempio, può includere anche il panico. Tutti gli esperti però sono concordi nel pensare che nell’ansia vi risieda una risposta dell’organismo alla paura: una paura, però, che giunge anche senza un fattore che giustifichi quel momento, priva di stimoli reali provenienti dal mondo circostante.

Esiste dunque, un’ansia patologica e un’ansia breve: nel secondo caso si parla di quei fugaci momenti di paura vissuti, ad esempio, a ridosso di un esame o di una scadenza.

Sintomi fisici dell’ansia I segnali più comuni per riconoscerla in anticipo sono: malesseri diffusi a tutto l’organismo, come ad esempio palpitazioni e tachicardia, con il cuore che inizia a battere velocemente. Aumento della pressione, dovuta ad un incremento in circolo dell’adrenalina. Altri segnali piuttosto comuni sono, poi, respiro corto e vertigini: si parla, in ogni caso, di sintomi in realtà conseguenti alla tachicardia e alla pressione in costante salita.

Come alleviare questi disturbi Per chi è affetto da disturbi d’ansia di forte entità si consiglia di rivolgersi ad un professionista: perché spesso l’ansia patologica nasconde fobie recondite o disturbi che solo uno psicoterapeuta può aiutare ad individuare e dunque trattare. Per chi invece non soffre ancora di una sintomatologia troppo preoccupante, è opportuno provare a migliorare inizialmente la situazione con rimedi naturali e integratori: acquistabili in farmacia, erboristeria, in modo da lenire subito questi sintomi appena si presentano. La melissa, per le sue proprietà sedative e spasmodiche, e un valido rimedio molto efficace. Po la lavanda, sempre per i suoi effetti fortemente calmanti, la valeriana o camomilla.

Tre lavoratori su cinque affetti da disturbi muscolo scheletrici: un rimedio grazie a PARCfor

Pubblicato il 20 Giu 2020 alle 7:04am

Tre lavoratori su cinque in Europa (fonte: UE-OSHA) lamentano disturbi muscolo scheletrici (DMS), fenomeni che interessano la schiena, il collo, le spalle e gli arti superiori, ma possono anche colpire gli arti inferiori e indicano qualsiasi lesione o patologia alle articolazioni o ad altri tessuti. (altro…)

Recanati, aperti al pubblico gli appartamenti privati di Giacomo Leopardi

Pubblicato il 20 Giu 2020 alle 6:55am

Sono aperti al pubblico da lunedì scorso gli appartamenti privati di Giacomo Leopardi nel palazzo di famiglia si trova in provincia di Macerata a Recanati, nelle Marche.

Il settecentesco scalone d’ingresso e il salone azzurro con i dipinti degli antenati. La Galleria con le collezioni d’arte (compresi i dipinti dei ‘figurati armenti’) e i giardini di ponente e di levante, il salottino dei fratelli Leopardi e la stanza da cui Giacomo contemplava le ‘vaghe stelle dell’Orsa’ citate ne Le ricordanze sono visitabili dal martedì al venerdì solo su prenotazione al numero telefonico 339 2039459. Fissata a marzo, ma rinviata per la pandemia, l’inaugurazione del percorso ‘Ove abitai fanciullo’, è arrivata alcuni giorni fa per volere dello scomparso conte Vanni Leopardi e della figlia Olimpia, discendente diretta del poeta.

Le camere di Giacomo e dei fratelli, nell’ala del palazzo soprannominata le Brecce, sono state restaurate. “Un’area esclusa dall’uso domestico e interdetta ai bambini da 200 anni – ha ricordato Olimpia – quando l’ho vista durante i lavori è stata un’emozione unica anche per me”.

RelaCare – Relazioni di cura, nasce la Federazione per le Malattie Immunomediate

Pubblicato il 20 Giu 2020 alle 6:22am

“È la nostra storia che ha segnato l’importanza delle federazioni. È a loro che si devono molti degli attuali servizi al cittadino ed in particolar modo servizi sanitari e sociali. Importante il loro contributo allo sviluppo delle idee sociali, alle politiche e al paziente/cittadino, grazie al loro ruolo fondamentale nella diffusione di idee, nella consapevolezza della parità dei diritti e dei trattamenti e l’importanza di una politica del sociale che privilegi l’individuo come risorsa, favorendo l’inclusione, lo spirito di solidarietà e limitando le disparità legislative. Le federazioni hanno contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni su temi e problematiche spesso silenti e non di pubblico dominio”. E’ questo il messaggio di Maddalena Pelagalli nell’annunciare la nascita della Federazione RelaCare – Relazioni di cura – Malattie Immunomediate, nel ruolo di portavoce. (altro…)