luglio 15th, 2020

Violento nubifragio su Palermo: due morti e gente che nuota per strada

Pubblicato il 15 Lug 2020 alle 9:15pm

La situazione è drammatica a Palermo dove un’alluvione ha colpito la città il giorno della Festa di Santa Rosalia, patrona locale. In alcuni sottopassi di viale della Regione siciliana, gli automobilisti sono rimasti intrappolati e hanno lasciato le auto salvandosi a nuoto. Due persone sono morte annegate. Erano in un’auto, sommersa dalla pioggia.

Sul posto sono corsi subito i sommozzatori dei vigili del fuoco che stanno cercando di recuperare i corpi.

La pioggia è caduta ininterrottamente ed abbondante, per circa tre ore. Secondo i dati ufficiali, forniti dalla stazione meteo dell’Osservatorio Astronomico, circa 80 i millimetri di pioggia caduti sino ad ora. Facendo registrare il dato più significativo ed elevato da lluglio del 1797.

Decine le auto intrappolate in via Imera, ad esempio, gli automobilisti sono stati salvati dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Altri che si mettono a nuotare per strada lasciando le loro autovetture e abitazioni. Manca l’energia elettrica.

Due bambini sono stati ricoverati per ipotermia, il più piccolo ha 9 mesi. I due sono rimasti intrappolati in auto, insieme ai loro genitori, nel sottopasso di viale della Regione.

Foto Credit Tgcom24

I formaggi che aumentano il colesterolo

Pubblicato il 15 Lug 2020 alle 6:38am

Il colesterolo è una sostanza presente nei prodotti di origine animale. Si ritrova nel sangue sotto forma di “colesterolo buono” (HDL) e “colesterolo cattivo” (LDL). Quanto quello cattivo è alto significa che si corrono rischi per le malattie cardiovascolari. (altro…)

Smettere di russare, un rimedio tutto naturale che poche persone conoscono

Pubblicato il 15 Lug 2020 alle 6:25am

Ci sono persone in sovrappeso, che sono stressate, hanno bevuto troppo alcool o hanno le vie aeree congestionate che soffrono di russamento creando problemi di riposo a chi dorme accanto. (altro…)

Postura e guida, attenzione alla lombalgia

Pubblicato il 15 Lug 2020 alle 6:13am

La lombalgia può aumentare in maniera proporzionale al chilometraggio che percorriamo in auto. Esiste infatti, una correlazione tra il numero di ore che si trascorrono alla guida e l’incidenza dei disturbi muscoloscheletrici, dolori lombari soprattutto.

Le persone che guidano più di 20 ore a settimana, sono a maggior rischio di sviluppare tali patologie. Il 65% dei guidatori per lavoro soffre di dolori lombari, mentre il 43% di cervicali ed il 40% di dolori scapolo omerali.

Una postura idonea al volante non solo migliora la sicurezza stradale e le nostre capacità di guida, ma soprattutto riduce anche gli effetti deleteri dell’auto sulla salute della nostra schiena e collo. I guidatori sono molto più soggetti a sviluppare problemi alla colonna vertebrale rispetto a chi svolge lavori sedentari.

Per questo motivo è bene mantenere una postura corretta al volante. Regolare il sedile in modo tale consenta la massima visibilità della strada e riesca a farci raggiungere tranquillamente i pedali di frizione, freni e acceleratore.

Le mani devono potarsi sul volante nella posizione delle ore 9.15 senza alzarle troppo, e lo schienale deve essere inclinato intorno ai 100°. Se la vostra macchina ne è provvista inclinate il supporto lombare, che sostiene la parte inferiore della colonna. Sistemate il poggiatesta alla stessa altezza della testa e a una distanza di circa sette centimetri dalla stessa…

Ricordate di fare una pausa ogni due ore circa, per rilassare i muscoli.

Se dovete guidare a lungo e soffrite di mal di schiena potete sempre acquistare una cintura che freni il vostro busto, e vi ricordi di stare ben dritti.