Emicrania, entro luglio arriva il farmaco per ‘i pazienti difficili’

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Lug 2020 alle ore 6:00am

Entro luglio sarà disponibile a carico del Servizio Sanitario Nazionale un farmaco per la prevenzione dell’emicrania episodica e cronica, che verrà somministrato mensilmente per via sottocutanea, con efficacia elevata e rapidità di risposta (primi effetti in poche settimane) anche in pazienti “difficili”, su cui altre terapie hanno fallito.

Sviluppato da Lilly, il farmaco si chiama “Galcanezumab” e consente di dimezzare gli attacchi.

In Italia di mal di testa ne soffre il 9% degli uomini e il 18% delle donne e solo il 10% dei pazienti è curato adeguatamente. Non a caso la disabilità correlata alla malattia, è molto elevata, (secondo l’OMS, infatti, l’emicrania è al 2/o posto tra tutte le malattie che causano disabilità) e la disabilità grave riguarda il 61% dei casi. L’emicrania cronica riguarda dal 2,5 al 4% della popolazione.