E’ possibile scoprire un tumore, tra i più comuni e difficili da curare quattro anni prima della sua insorgenza. attraverso l’analisi del sangue. Un test sperimentale – chiamato PanSeer – in uno studio pubblicato alcuni giorni fa su Nature Communications, coordinato dall’Università della California di San Diego e condotto insieme a diverse università cinesi.

Negli ultimi anni la ricerca sulla biopsia liquida ha avuto una grande successo dando la possibilità di scoprire il cancro quando è ancora ai primissimi stadi, invisibile con le normali tecniche di imaging – sta diventando ora un obiettivo sempre più realistico e prossimo. Il nuovo sistema, ancora lungi dal poter essere impiegato nella pratica clinica, si aggiunge ad altri promettenti test che sono in fase di sviluppo o validazione.

Nello specifico, PanSeer sembra poter identificare i tumori di stomaco, esofago, colon retto, polmoni e fegato con un’affidabilità media del 91%. Va sottolineato, però, che per confermare queste potenzialità sarà necessario attendere i risultati dello studio su larga scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.