agosto 31st, 2020

A Monza e dintorni arriva Popolo Sportivo, il 1° Magazine Free Press dedicato al Calcio Monza. Intervista a Francesco Montaperto

Pubblicato il 31 Ago 2020 alle 8:49pm

Esce il 1° Settembre a Monza, e dintorni, POPOLO SPORTIVO. Il primo magazine Free Press, quasi interamente dedicato al Calcio Monza, con notizie, rubriche, approfondimenti, interviste, raccolte fondi, eventi benefici, e molto altro ancora…

La rivista di calcio POPOLO SPORTIVO è un brand che nasce nel 1992, con sede storica a Salerno, e che negli anni è stato presente in numerose città italiane con edizioni locali. Uno dei punti di forza della rivista patinata a colori, il modello che si rivolge ad un pubblico della singola città, e che viene distribuito anche allo stadio di pertinenza. POPOLO SPORTIVO è punto di riferimento per gli utenti e tifosi di calcio, pregni di campanilismo per la propria città e squadra del cuore di appartenenza. Già nella stagione 2020-2021 e gli anni successivi, uno dei principali magazine free press, monotematici (calcio), presenti sul mercato nazionale.

Francesco Montaperto, imprenditore campano, in Lombardia, in Brianza da oltre 20 anni, appassionato di calcio e grande tifoso del Napoli e naturalmente anche del Calcio Monza, nonché direttore commerciale di Medicuore (associazione no profit di Medici di Monza e Brianza e Milano Onlus, raccoglie fondi ed organizza eventi, partite di pallone per persone bisognose, mamme e bambini in difficoltà, per cure, medicine, terapie, studio e molto altro ancora), testimonial di camicie da uomo, uno dei principali artefici del ambizioso progetto editoriale di Popolo Sportivo, ci racconta come è nato questo magazine di calcio, che potrebbe essere collezionato, conservato proprio come si fa per gli album di figurine dei calciatori.

Come nasce Popolo Sportivo? Chiediamo a Francesco Montaperto.

Dall’idea di portare il Magazine Free Press Popolo Sportivo in provincia di Monza – Brianza. Un incontro, in un ristorante cittadino, tra il sottoscritto, Giuliano Melosi (ex calciatore professionista della squadra del Chievo, del Pescara, della Salernitana, su tutte quante) e Giuseppe Noschese (direttore di Popolo Sportivo Italia ed editore), e una grande intesa tra noi tre di individuare progetti e prospettive future”. La mia idea, di portare il Magazine in provincia di Monza e Brianza, ha avuto sin da subito un grandissimo successo, grazie anche al coinvolgimento di figure di valore, che ho scelto di affiancarmi in questo ambizioso progetto editoriale. Giornalisti, grafici, sponsor e tutti coloro che hanno permesso l’uscita del primo Magazine Free Press in Brianza, il n.1 dei 16 previsti per l’anno 2020/21“. “La rivista POPOLO SPORTIVO – spiega ancora Montaperto – tratterà dell’universo Calcio Monza, ma darà spazio anche ad altre realtà sportive che pullulano sul nostro florido territorio monzese – brianzolo. Il magazine avrà (per ora) un’uscita mensile e lo si potrà trovare in luoghi stabiliti che comunicheremo di volta in volta, sui nostri canali social, in attesa che le normative nazionali facciano ripartire la presenza degli spettatori negli stadi. Credo tantissimo in questa iniziativa insieme a tutte le persone che con me hanno collaborato!“. Auguriamoci che la squadra prosegua la sua ascesa nel massimo campionato, e che il Magazine Popolo Sportivo possa essere altrettanto vincente! I Monzesi, i Brianzoli e i tifosi tutti, possano apprezzare il nostro sforzo di regalare una rivista completa, dedicata al tifoso “DOC” e non solo!. Vi aspettiamo, ognuno di Voi! Ci contiamo! Forza Monza, che da oggi ha il suo Popolo Sportivo!”.

E noi glielo auguriamo di cuore, Francesco Montaperto, a Lei e al Suo team! Forza Popolo Sportivo e Forza Calcio Monza! In bocca al lupo per tutto! Grazie per l’intervista che ci ha concesso! Seguiremo la rivista e la squadra del Monza attraverso le pagine social di POPOLO SPORTIVO e i Suoi canali social, Francesco Montaperto! Le interviste che ci proporrà, attraverso le pagine del magazine free press, a calciatori, personaggi del mondo dello sport, spettacolo, dirette di partite e straeming in studio, dove il vostro POPOLO SPORTIVO ha sede.

Buon lavoro!

Come combattere il mal di schiena con l’igiene personale

Pubblicato il 31 Ago 2020 alle 6:36am

E’ possibile combattere il mal di schiena con una semplice “igiene posturale”.

Vita sedentaria, stare troppo al pc, alla tv, sul divano, o in macchina possono causare dolori e infiammazione posturale.

I muscoli e i tendini si intorpidiscono dopo pochi minuti. La scelta di muoversi con auto, moto e mezzi pubblici rappresenta un’altra causa di posture errate, aumentando conseguentemente anche il mal di schiena.

Ma l’igiene posturale non è altro che una raccolta di consigli e raccomandazioni utili a proteggere la colonna vertebrale. Scopriamo quali sono:

– Evitare di adottare la stessa posizione per oltre 30 minuti; – Non portare in avanti la schiena quando si è seduti; – Tenere la testa e tronco allineati; – Evitare di accavallare le gambe; – Non stare troppo tempo con la testa verso il basso o verso l’alto; – Davanti al pc, posizionare il monitor ad altezza degli occhi; – Usa una sedia che permetta di sedersi con la schiena ben appoggiata e i piedi a terra. Preferire quelle con i braccioli. – Sollevare e trasportare pesi alla posizione della nostra schiena. – Se si ha mal di schiena indossare lo zaino piuttosto che la borsa per dividere il peso in egual misura ad entrambi i lati.

Attenzione… Correggere la postura anche durante il sonno. Dormire sul fianco o in posizione supina. Evitare di dormire a pancia in giù e d piegare sul fianco le gambe come se si stesse seduti.

Cane, per un quarto degli italiani è come un figlio

Pubblicato il 31 Ago 2020 alle 6:26am

Il 26 agosto scorso si è celebrata la Giornata Internazionale del cane. Ebbene, secondo l’ultimo Rapporto Assalco Zoomark 2020, i cani presenti nelle famiglie italiane sono circa 7 milioni e decine di sociologi e esperti del mondo animale sono pronti a sottoscriverne gli effetti positivi dai più piccoli agli over 65.

Come emerge dallo studio condotto da Swg per Ca’ Zampa – il primo Gruppo in Italia di Centri per il benessere degli animali domestici presenti alle porte di Milano, Cremona, Udine e Mestre – il cane è un affetto molto importante sia per il 37% degli intervistati che è considerato come un figlio; che per la generazione Z (ove si raggiunge il 51%) e gli abitanti del Nord Est Italia (41%). Secondo il 17%, ci si sente persino più compresi dai propri animali che da figli (12%), amici (10%) e genitori (9%) e per quasi 8 proprietari su 10 (75%) che meritano soltanto il meglio soprattutto sotto il profilo alimentare (84%).

Benefici che si registrano già sui bambini, come dimostra lo studio di Fondazione Affinity da cui emerge che il 54% dei bambini afferma che il loro animale preferito è proprio il cane. Il 92% ritiene che donino amore più di ogni altro animale e il 60% ritiene che l’amico a quattro zampe aiuti ad amare e rispettare di più le persone. Lo stesso dicasi per gli over 65, 9 su 10 ammette che vivere con un animale domestico in casa migliori anche la vita. Ha un impatto positivo sull’umore e sulla salute in generale: riduce la solitudine ed aumenta quella di serenità e, secondo quanto rilevato da Il Centro Studi Senior Italia, i possessori di cani pare abbiano il 57% in più di probabilità in più di svolgere attività fisica rispetto a chi non ha animali domestici in casa. Tanto che gli anziani che vivono con un cane sono più in forma e dimostrano 10 anni in meno.

Star che non prendono il sole

Pubblicato il 31 Ago 2020 alle 6:19am

Ci sono star del cinema e della televisione anche americana che hanno deciso di dire basta al sole per non invecchiare.

Tra queste troviamo: • Madonna La star che ha compiuto il 16 agosto scorso 62 anni, non si espone ai raggi solari per paura di invecchiare. Stando ad una notizia di qualche anno fa, Miss Ciccone usa una crema solare a protezione totale dal valore di 1500 sterline, in spiaggia indossa sempre vestiti lungi (chi dice anche una ‘muta’) e due persone l’accompagnano con il compito di “portaombrelli”.

• Nicole Kidman Dal colorito diafano non ama abbronzarsi. Essendo nata a Honolulu, isole Hawaii, sarebbe però, terrorizzata dal sole: se costretta a esporsi ai raggi solari utilizza sempre una protezione solare 100 per salvaguardare la propria pelle anche per non invecchiare e non avere macchie scure sul viso.

• Kristen Stewart e Robert Pattinson Resi celebri da “Twilight” condividono la stessa totale intolleranza ai raggi solari.

• Charlize Theron L’attrice americana ha dichiarato che si è sempre trovata più bella pallida e senza abbronzatura. Per questo, sin da quando era ragazzina ha sempre evitato di esporsi ai raggi del sole e non ha alcuna intenzione di iniziare a farlo ora che ha una certa età.

Attenzione, però, il consiglio degli esperti è quello di non seguire il loro esempio, perché esposizione solare, fatta con moderazione può fare molto bene alla salute. In quanto, “la sintesi di vitamina D da parte dell’organismo, è in grado di attivare l’esposizione alla luce solare, contribuendo all’80-90% dell’apporto di vitamina D. L’assunzione di vitamina D con gli alimenti coprirebbe il 10 – 20 % del fabbisogno. E pertanto, l’assunzione con la dieta con alimenti mirati non servirebbe abbastanza. Per questa ragione, bisogna esporsi nelle ore meno calde con la giusta protezione solare e occhiali da sole, cappello in estate, o in inverno sempre con una protezione per evitare macchie solari. E invecchiamento cutaneo.

Il dottor Renato Masala, endocrinologo di Top Doctors, spiega: “Ovviamente la durata della permanenza al sole dipende dal tipo di pelle e dal periodo dell’anno, ma, in generale, in un individuo adulto e sano è sufficiente esporre al sole un quarto della superficie del corpo (viso, mani, parti delle braccia e delle gambe) per 5-25 minuti al giorno, scoperte e senza protezione solare, per produrre una quantità di vitamina D sufficiente”.

Qualora non si riuscisse ad ottenere questi risultati, l’assunzione di vitamina D tramite integratori alimentari può anche la soluzione più appropriata in diversi casi“.