settembre 15th, 2020

Birra, un potente analgesico. Adesso uno studio lo conferma!

Pubblicato il 15 Set 2020 alle 6:19am

La birra è una bevanda alcolica che può anche essere utilizzata come un potentissimo antidolorifico. La conferma arriva ora da uno studio pubblicato di recente su The Journal of Pain. (altro…)

Assorbenti, Sindrome da Shock Tossico, in cosa consiste

Pubblicato il 15 Set 2020 alle 6:06am

In questi ultimi anni sono aumentati, anche in Europa, i casi di donne che hanno avuto problemi con assorbenti a causa della Sindrome da Shock Tossico. Secondo alcune ricerche scientifiche, infatti, la SST dipende dalla composizione dei prodotti che contengono rayon sintetico e cotone. Due elementi che hanno un alto potere assorbente. Il primo di origine sintetica e l’altro naturale. Un problema comunque non presente negli assorbenti di solo cotone e senza rayon.

Il secondo i ricercatori è causa della sindrome di Shock Tossico. In pratica, lo strafilococco aureo che genera l’infezione con sintomi di febbre, vomito e debolezza e che il medico difficilmente è nelle condizioni di poter ridurre, e la cui infezione, può sfocare anche in cancrena.

Questa sindrome non esisteva qualche decina di anni fa, quando si usavano solamente prodotti fatti di cotone.

Ed è proprio questa la raccomandazione più opportuna, di usare esclusivamente prodotti di origine naturale e possibilmente biologica.

Crampi alle gambe, cosa fare?

Pubblicato il 15 Set 2020 alle 6:00am

I crampi muscolari sono dei veri e propri spasmi della muscolatura striata. In realtà, oltre alle cellule muscolari (parzialmente coinvolte) sono responsabili dei crampi anche i motoneuroni. Si tratta di contrazioni involontarie tipicizzate da violenza e comparsa improvvisa. In parole povere, i crampi (muscolari) determinano la contrazione involontaria della muscolatura, che invece “dovrebbe” dipendere dalla volontà. L’eziologia dei crampi è multifattoriale, anche se la loro comparsa non richiede obbligatoriamente la compresenza di tutti i fattori potenzialmente responsabili; i più rilevanti sono:

– Malnutrizione. – Alcolismo. – Attività fisica intensa e/o prolungata svolta in ambienti caldo umidi. – Aumento della diuresi. – Patologie varie. – Forma fisica insufficiente per la prestazione fisica. – Temperature molto rigide. – Assunzione di determinati farmaci. – Accumulo di acido lattico e altri cataboliti.

Ma come prevenirli e cosa fare? Ecco alcuni conigli utili.

– Rispettare l’equilibrio nutrizionale della dieta e adeguarla alle necessità specifiche (sport, sudorazione ecc). – Non mangiare troppo prima dell’attività fisica motoria più intensa e impegnativa. – Saper gestire la sudorazione. – Evitare di bere alcolici. – Sostenere prestazioni adeguate al proprio livello di allenamento. – Rispettare il recupero dopo gli sforzi. – Eseguire un riscaldamento motorio, defaticamento e stretching. – Scaldare o mantenere calda la muscolatura prima di ogni prestazione. – Curare malattie responsabili dei crampi. – Assumere integratori alimentari specifici. – Bere tanta acqua per idratarsi. – Sospendere l’utilizzo del distretto muscolare coinvolto. – Praticare allungamento muscolare specifico. – Massaggiare la zona interessata. – Applicare impacchi caldi.