settembre 25th, 2020

Parigi, attacco vicino ex sede Charlie Hebdo: 4 feriti. Fermate 7 persone sospettate

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 9:57pm

 A Parigi in  un attentato con arma bianca, avvenuto nei pressi della ex redazione di Charlie Hebdo, quattro persone sono rimaste ferite, due in gravi condizioni. Fermati due sospettati vicino alla Bastiglia. I due sospettati sono in stato di fermo ed è stata aperta un’inchiesta per tentato omicidio a scopo terroristico.

Il principale autore dell’attentato di oggi è un pachistano di 18 anni, conosciuto dalla polizia per reati comuni. Non ha precedenti, però, per radicalismo islamico. Con lui – riferisce la procura – è stato fermato anche  un uomo di 33 anni il cui ruolo resta però da definire. Oltre loro, questa sera fermate altre 5 persone che vengono interrogate insieme all’autore dell’attentato, e del presunto complice algerino.

Il ministro dell’Interno francese, Gerald Darmanin, commentando l’attentato di oggi davanti all’ex redazione di Charlie Hebdo ha detto:

“Si tratta, chiaramente, di un atto di terrorismo islamista. E’ un nuovo sanguinoso attacco torno il nostro paese, contro dei giornalisti”.

Darmanin è poi passato ad una dura autocritica al prefetto per non aver sufficientemente protetto il sito dove nel 2015 fu perpetrato l’attentato a Charlie Hebdo: “ho chiesto al prefetto di dirci perché abbiamo sottovalutato la minaccia in quella strada – ha detto il ministro dell’Interno alla tv pubblica France 2 – quando c’è un attentato significa sempre che avremmo potuto fare meglio, ovviamente. Ma sono 4 anni che Charlie Hebdo non è più lì. E ci sono 775 poliziotti che proteggono il sito di Charlie Hebdo e altri siti che non posso indicare”. I nuovi fermi appena effettuati riguardano cinque uomini fra i 37 e i 24 anni. Secondo fonti vicine all’inchiesta, sono stati fermati a Pantin, nella Seine-Saint-Denis, banlieue nord di Parigi, durante una delle perquisizioni nei presunti luoghi in cui l’autore dell’attentato di oggi ha risieduto di recente.

 

Debutta il Virtual Showroom di Camera Nazionale della Moda Italiana

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 6:00am

In occasione della Milano Fashion Week fa il suo debutto il Multibrand Virtual Showroom di Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI). Il progetto, che si inserisce tra le novità del Digital Fashion Hub, la piattaforma esperienziale realizzata da Accenture e Microsoft per CNMI, è stato concepito e realizzato sotto la guida di Accenture, con la collaborazione di Hevolus Innovation che ne ha curato l’ideazione del concept architettonico e l’implementazione tecnologica web/XR, sfruttando tutte le potenzialità delle soluzioni Cloud e dell’Intelligenza Artificiale di Microsoft.

 

Camera Nazionale della Moda, insieme ad Accenture, Hevolus e Microsoft offre oggi un nuovo ambiente virtuale che arricchisce la presentazione della MFW. In un momento storico di grande cambiamento che vede il settore moda aprirsi al digitale per aumentare le occasioni di engagement, Camera Nazionale della Moda Italiana punta, infatti, a innovare i format di presentazione delle collezioni, facendo leva per la prima volta sulla virtualizzazione di outfit e showroom espositivi.

 

Il virtual showroom vanta due contenitori espositivi accessibili dalla piattaforma digitale di CNMI: Fashion Hub Market e Designers for the Planet, il primo volto a promuovere sette brand emergenti del Made in Italy: Gentile Catone, Salvatore Vignola, DassùYAmoroso, Daniele Carlotta, Roni Studios, C’est la V, Francesca Marchisio e declinato sul tema di una nuova artigianalità nella moda; il secondo, invece, a celebrare sei designer impegnati sul tema della moda sostenibile: Fantabody, flavialarocca, Tiziano Guardini, BavTailor, Yatay, and Silvia Giovanardi. Spazi architettonici fotorealistici dall’atmosfera metafisica ispirata a De Chirico sono l’elegante ambiente virtuale all’interno del quale muoversi e scoprire le collezioni in forma di riproduzione digitale 3d ad altissima definizione: connubio perfetto tra progettazione architettonica digitale e implementazione tecnologica innovativa.

 Da un punto di vista tecnico, il progetto si basa su un alto livello di architettura digitale in 3d, cloud computing e un efficace utilizzo della tecnologia di realtà mista. La piattaforma AR/VR, infatti, garantisce un’esperienza fluida e coinvolgente: è leggera, sicura e sin da subito fruibile su tutti i tipi di device, fissi e mobili, ed è stata predisposta per un futuro utilizzo anche con Microsoft HoloLens2, in modo da sfruttare tutte le funzionalità più avanzate delle piattaforme Cloud e AI di Microsoft. Agevole e intuitiva l’interazione con gli outfit esposti: in pochi clic è possibile cambiare l’outfit sul manichino e apprezzarne i dettagli da ogni punto di vista circostante; all’interno dello spazio architettonico digitale ci si può muovere liberamente, anche scoprendo informazioni sui designer.

Photo Credit Beyond The Magazine

Bruce Springsteen: da ieri disponibile in digitale il brano “Ghosts”, anticipo del disco in uscita il 23 ottobre

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 6:00am

Dal 24 settembre, è disponibile in digitale “Ghosts”, il secondo brano di BRUCE SPRINGSTEEN estratto dall’attesissimo nuovo album inedito “LETTER TO YOU”, in uscita il 23 ottobre e realizzato insieme alla E Street Band.

 Il nuovo brano è accompagnato anche dal videoclip ufficiale visibile al seguente link: https://brucespringsteen.lnk.to/GhostsPS

Diretto da Thom Zimmy, vede alternarsi filmati della E Street Band che lavora in studio a “Letter To You”, immagini di repertorio di vecchi concerti, e istantanee d’archivio dei primi anni di carriera  Springsteen, quando suonava in band locali come i The Castiles.

 “Ghosts è un brano che fa emergere la bellezza e la gioia di essere in una band, e il dolore che scaturisce dalla perdita di qualcuno a causa di una malattia o del tempo”, spiega Springsteen“Ghosts cerca di parlare direttamente allo spirito della musica, qualcosa che non appartiene a nessuno di noi ma che può solo essere scoperto per poi essere condiviso insieme. Questo spirito risiede nell’anima comune della E Street Band, alimentato dal cuore”.

 Il brano segue la pubblicazione della title track “Letter To You” che dà il nome al ventesimo album in studio dell’artista, un disco rock, caratterizzato dall’inconfondibile sound della E Street Band, e registrato nella casa di Bruce Springsteen in New Jersey.

“Letter To You” conterrà 12 tracce9 brani scritti recentemente da Springsteen, e 3 leggendarie composizioni degli anni ’70 finora inedite: “Janey Needs a Shooter,” “If I Was the Priest,” e “Song for Orphans”.

La tibia di un bambino guarita grazie a innesto osseo 3D a Saint-Luc, una prima mondiale

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 6:00am

 

I chirurghi delle cliniche universitarie Saint-Luc hanno riparato l’osso tibiale di un bambino di 5 anni con l’impianto di un innesto osseo di 18 cm. Si tratta di una prima mondiale nel campo della chirurgia ortopedica.

Il bambino ha una mancata unione congenita della tibia, una malattia rara e invalidante che impedisce la guarigione da una tibia rotta. I chirurghi delle cliniche Saint-Luc hanno quindi utilizzato la tecnologia dello spin-off UCLouvain Novadip Biosciences per innestare il giovane paziente con un impianto di tessuto 3D di oltre 18 cm³. “L’innesto, che potrebbe essere paragonato a una sorta di plastilina, viene impiantato direttamente nella frattura non cicatrizzante”, precisa l’università. “Un anno dopo l’impianto, i risultati mostrano un rimodellamento osseo sufficiente per consentire al paziente di camminare senza dolore e senza apparente recidiva della malattia”.

 

A due anni dall’operazione, il bambino cammina normalmente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. Questa “terapia cellulare tridimensionale” sta mostrando risultati molto promettenti per il trattamento di rari disturbi ortopedici pediatrici. afferma l’università. L’azienda Novadip si propone di trovare nuove soluzioni per la ricostruzione del tessuto osseo nei pazienti per i quali non è previsto alcun trattamento.

Gli scienziati si concentrano ora anche sulla guarigione dei tessuti danneggiati ripristinandone la naturale fisiologia.

Photo Credit Assocarenews.it