settembre, 2020

Marco Vannini: Antonio Ciontoli condannato a 14 anni, 9 la moglie e i figli

Pubblicato il 30 Set 2020 alle 8:10pm

E’ arrivata, dopo poco meno di 3 ore di camera di consiglio, la sentenza d’Appello bis per la morte di Marco Vannini, ucciso la notte tra il 17 e il 18 maggio del 2015 mentre si trovava nell’abitazione della sua fidanzata a Ladispoli. (altro…)

Linea Pantene Pro-V Miracles Forti&Lunghi, per capelli più forti e folti, lunghezze sane e vitali

Pubblicato il 30 Set 2020 alle 6:09am

L’80% delle donne in Europa lamenta capelli fragili e danneggiati. Ed un terzo, invece, rinuncerebbe anche al sesso pur di riuscire ad avere capelli lunghi. (altro…)

Allattamento al seno, la madre positiva non trasmette il Covid

Pubblicato il 30 Set 2020 alle 6:00am

Il Covid-19 non viene trasmesso dalla mamma positiva al bambino, durante l’allattamento. A rivelarlo è uno studio pubblicato di recente su Frontiers in Pediatrics, condotto e coordinato dalla Neonatologia universitaria dell’ospedale Sant’Anna della Città della Salute di Torino, Laboratorio universitario di Virologia Molecolare del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche, professor David Lembo e Neonatologie degli ospedali Mauriziano e Maria Vittoria di Torino e quelle degli ospedali di Alessandria, Aosta e del San Martino di Genova.

Le analisi molecolari sui campioni di latte sono state condotte nei Laboratori ospedalieri di Microbiologia della Città della Salute e dell’ospedale San Luigi Gonzaga, diretti rispettivamente dalla professoressa Rossana Cavallo e dalla dottoressa Giuseppina Viberti, adiuvata in questo studio dal dottor Giuseppe De Renzi.

“Da diversi anni stiamo studiando le proprietà antivirali del latte materno ed abbiamo identificato nuovi componenti attivi che potrebbero proteggere il lattante dalle infezioni virali – spiega il professor Lembo -. Anche per questo motivo, salvo poche eccezioni, l’allattamento al seno è una risorsa importante per la salute del neonato”.

Fiorella Mannoia: in uscita a Novembre, il nuovo album di inediti “Padroni di niente”! Da Maggio in tour nei teatri italiani

Pubblicato il 30 Set 2020 alle 5:23am

È “PADRONI DI NIENTE” il titolo del prossimo album di inediti in uscita a novembre di FIORELLA MANNOIA, anticipato in radio dal singolo “Chissà da dove arriva una canzone”.

Un nuovo progetto musicale che Fiorella presenterà dal vivo al pubblico nel mese di maggio 2021 con “PADRONI DI NIENTE TOUR”, con 11 tappe nei principali teatri italiani.

Queste le prime date annunciate ad oggi, di “PADRONI DI NIENTE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners:

12 MAGGIO – BOLOGNA – Europauditorium

13 MAGGIO – TORINO – Teatro Colosseo

15 MAGGIO – MANTOVA – Grana Padano Theatre

18 MAGGIO – ANCONA – Teatro delle Muse

20 MAGGIO – BARI – Teatro Team

22 MAGGIO – NAPOLI – Teatro Augusteo

23 MAGGIO – ROMA – Auditorium Parco della Musica

26 MAGGIO – BERGAMO – Teatro Creberg

28 MAGGIO – BASSANO DEL GRAPPA (VI) – Pala Bassano 2

29 MAGGIO – BRESCIA – Teatro Dis_Play

31 MAGGIO – MILANO – Teatro degli Arcimboldi

I biglietti sono già disponibili in prevendita da lunedì scorso, su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di venerdì 2 ottobre nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.friendsandpartners.it).

Attualmente in radio e sulle piattaforme digitali “Chissà da dove arriva una canzone” è stato scritto per Fiorella da Ultimo.

Il video del brano è online al seguente link www.youtube.com/watch?v=ZE5hiB16MX8

Foto Ufficio stampa

Fumo, esperti chiedono più attenzione per ridurre il danno

Pubblicato il 29 Set 2020 alle 6:00am

La Scohre, la prima società internazionale di oltre 55 esperti contro i danni del fumo, costituitasi ufficialmente alcuni giorni fa, al termine del 3° Summit Internazionale sulla Riduzione del danno, scrive: “In un’era di progresso sempre più accelerato e di innovazioni tecnologiche sempre più avanguardistiche emergono nuovi approcci basati su alternative potenzialmente più sicure delle sigarette per i fumatori che per varie ragioni non riescono a smettere. Questa categoria di fumatori non deve essere abbandonata dalle politiche sul controllo del tabacco. Quando non si riesce a non fumare, passare a prodotti meno pericolosi ha un effetto positivo sulla salute di molti fumatori”.

Secondo i ricercatori infatti, le strategie per il controllo del fumo dovrebbero essere quelle di includere maggiormente il concetto di riduzione del danno, che comprende l’utilizzo di tutto lo spettro di prodotti, dalle e-cig ai dispositivi che scaldano il tabacco senza bruciarlo, ora possibili da reperire sul mercato internazionale. “Nel caso delle sigarette – ha sottolineato durante il summit David Sweanor, dell’università di Ottawa -, sappiamo da decenni che il fumo è mortale, e che le persone fumano per colpa della nicotina ma muoiono per colpa del fumo. Da questo deriva un potenziale per le persone che cercano la nicotina di rivolgersi ad altri prodotti meno pericolosi. La tecnologia esiste, e ci sono esempi, come in Norvegia, Islanda e Giappone, dove la transizione verso prodotti non combustibili è già avvenuta”.

Tra i paesi che stanno implementando nuove leggi al fine di massimizzare il potenziale di questi nuovi dispositivi per i fumatori c’è anche la Grecia, che ha appena varato una nuova legislazione che permette la comunicazione sulla riduzione del rischio dei prodotti senza combustione, con affermazioni scientificamente comprovate.

Disinfettante naturale da fare in casa contro il Coronavirus, consigliato dall’Oms

Pubblicato il 29 Set 2020 alle 6:00am

L’OMS consiglia un disinfettante naturale contro il coronavirus da fare in casa. Per proteggere la propria salute e quella dei nostri cari.

Vediamo come prepararlo.

Acqua e alcool puro Nonostante siano in commercio centinaia di prodotti disinfettanti anche molto validi, i due elementi principali, più efficaci contro il Covid 19, sono acqua e alcool puro. La loro combinazione infatti, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è il miglior disinfettante efficace per le nostre mani.

Rispettare, è fondamentale, la concentrazione della parte alcolica che deve attestarsi intorno al 70% del contenuto. Una volta che avete creato in casa questa semplicissima mistura, conterete su un alleato fondamentale per la lotta ai batteri.

Un altro prodotto fai da te, molto consigliato Sempre l’OMS suggerisce un’altra lavanda disinfettante che possiamo produrre in casa: con acqua distillata, acqua ossigenata e alcol etilico. Se vogliamo aggredire anche le superfici domestiche, l’OMS consiglia il disinfettante naturale contro il coronavirus da fare in casa con due aggiunte. Alcol etilico, acqua ossigenata e acqua distillata, messi insieme avremo un potente killer dei germi. Il nostro composto dovrà contare sul 90% di alcool etilico, il 2% di acqua ossigenata e il resto di acqua distillata. Al posto di quest’ultima, potremmo comunque anche utilizzare acqua della bollitura.

Photo Credit altroconsumo.it

Olio di ricino, un aiuto per ciglia, intestino, pelle e capelli

Pubblicato il 29 Set 2020 alle 6:00am

L’olio di ricino è un ottimo olio vegetale dalla consistenza molto densa, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta Ricinus communis, che trova impiego nella cura dei capelli sfibrati e secchi, in quanto esplica un’azione nutriente, rinforzante e lucidante; e per conferire volume e forza alle ciglia, come un vero balsamo di bellezza. (altro…)

Riciclo rifiuti, il Nord Italia al 55%, sopra media nazionale

Pubblicato il 28 Set 2020 alle 6:13am

Il Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Edo Ronchi, presentando un rapporto sui rifiuti urbani e l’economia circolare nel Nord Italia dice che “I trend di crescita della raccolta differenziata dei rifiuti urbani e le stime regionali sull’attuale tasso di riciclo dei rifiuti urbani e degli imballaggi mostrano il Nord con una buona performance, superiore al dato medio nazionale. Questi risultati raccolti portano così le Regioni del Nord ad aver raggiunto una quota del riciclo del 55% dei rifiuti urbani nel 2019, anticipando il nuovo target europeo che fissa tale quota al 2025”. (altro…)

Scoperto il primo atlante del cuore umano

Pubblicato il 28 Set 2020 alle 6:06am

I segreti del cuore umano sono raccolti in una mappa. A dirlo un team di ricercatori di fama internazionale, guidato anche dall’italiana Michela Noseda, che ha creato il primo atlante delle cellule cardiache umane. Un traguardo molto importante raggiunto grazie a delle tecniche all’avanguardia che consentono di studiare i geni attivi in ogni singola cellula.

Gli scienziati hanno creato così, una raccolta di mappe (come un grande database) che mostrano quasi mezzo milione di cellule cardiache, identificandone ogni singolo ruolo nella “sinfonia” del cuore che batte. Come dicono gli studiosi, infatti, il battito regolare di un cuore umano è una performance incredibilmente complessa, come un’orchestra, migliaia di cellule devono lavorare insieme in armonia. Lo studio è stato pubblicato sull’importante rivista scientifica “Nature”.

Uomo 54enne, muore per aver mangiato troppa liquirizia al giorno

Pubblicato il 28 Set 2020 alle 6:00am

Uomo di 54 anni è sarebbe morto negli Stati Uniti d’America per aver mangiato troppa liquirizia, ogni giorno mangiava. Un sacchetto e mezzo di liquirizia nera, questa la sua abitudine che gli è stata fatale.

Il caso è stato descritto sul New England Journal of Medicine dai medici del Brigham and Women’s Hospital, del Massachusetts General Hospital, e dell’Harvard Medical School di Boston. Secondo i ricercatori, infatti, l’uomo sarebbe stato ucciso da un «eccesso di acido glicirrizico contenuto nella radice della liquirizia».

L’acido glicirrizico può causare «ipertensione, dicono gli specialisti e ipopotassiemia (quando i livelli di potassio diventano troppo bassi) alcalosi metabolica, aritmie fatali e insufficienza renale. Tutti sintomi registrati nell’uomo che ne hanno poi causato la sua morte.