settembre, 2020

Covid 19 e ritorno a scuola, tra certificati e tamponi, linee guida

Pubblicato il 27 Set 2020 alle 8:49am

La circolare sulla ‘Riapertura delle scuole. Attestati di guarigione da COVID-19 o da patologia diversa da COVID-19 per alunni o personale scolastico con sospetta infezione da SARS-CoV-2′, porta la firma del Direttore generale del ministero della Salute Gianni Rezza, e riassume i criteri previsti per il rientro a scuola di alunni e personale docente e non docente in caso di Covid o di altra patologia. La circolare, ebbene, inviata ad una cinquantina di soggetti interessati fra ministeri enti e Federazioni, prevedendo ben 4 tipologie di intervento:

1) ALUNNO OD OPERATORE SCOLASTICO POSITIVO AL TEST DIAGNOSTICO PER SARS-COV-2. Se il test risulta positivo, si notifica il caso e si avvia la ricerca dei contatti e si indicano le azioni di sanificazione straordinaria della struttura scolastica nella sua parte interessata. Per il rientro in comunità bisognerà attendere la guarigione secondo i criteri vigenti. Attualmente le indicazioni scientifiche prevedono l’effettuazione di due tamponi (test di biologia molecolare) a distanza di 24 ore l’uno dall’ altro con un contestuale doppio negativo, cui potrà conseguire la conclusione dell’isolamento e l’inserimento in comunità. L’ alunno o operatore scolastico rientrerà a scuola con attestazione di avvenuta guarigione e nulla osta all’ingresso o rientro in comunità.

2)ALUNNO OD OPERATORE SCOLASTICO NEGATIVO AL TEST DIAGNOSTICO PER SARS-COV-2. Se il test diagnostico è negativo, in paziente sospetto per infezione da SARS-CoV-2, secondo sua precisa valutazione medica, il pediatra o il medico curante, valuta il percorso clinico/diagnostico più appropriato (eventuale ripetizione del test) e comunque l’opportunità dell’ingresso a scuola. In caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19, la persona rimarrà a casa fino a guarigione clinica.

3)ALUNNO OD OPERATORE SCOLASTICO CONVIVENTE DI UN CASO ACCERTATO. Si sottolinea che qualora un alunno o un operatore scolastico fosse convivente di un caso, esso, su valutazione del Dipartimento di prevenzione, sarà considerato contatto stretto e posto in quarantena. Eventuali suoi contatti stretti (esempio compagni di classe dell’alunno in quarantena), non necessitano di quarantena, a meno di successive valutazioni del Dipartimento di Prevenzione in seguito a positività di eventuali test diagnostici sul contatto stretto convivente di un caso.

4)ATTESTAZIONE DI NULLA OSTA ALL’ INGRESSO O RIENTRO IN COMUNITÀ DOPO ASSENZA PER MALATTIA In caso di test diagnostico per Sars-cov-2 con esito positivo, dopo aver preso in carico il paziente ed aver predisposto il corretto percorso diagnostico/terapeutico si predispone, dopo la conferma di avvenuta guarigione, con l’effettuazione di due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’ altro risultati negativi, “Attestazione di nulla osta all’ ingresso o al rientro in comunità”. In caso di patologie diverse da COVID-19, con tampone negativo, il soggetto rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni e si redigerà una attestazione che l’alunno o operatore scolastico può rientrare a scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19 come disposto da documenti nazionali e regionali.

Sanità italiana riunita: “Vaccinarsi è sicuro e mai come oggi, anti-influenzale e anti-pneumococco possono salvare vite”

Pubblicato il 27 Set 2020 alle 6:07am

“Il primo banco di prova per la ripresa delle attività vaccinali sarà costituito dalla campagna per il vaccino antinfluenzale 2020-21.

La Circolare ministeriale sulla prevenzione e il controllo dell’influenza quest’anno è stata emanata con anticipo, già nel mese di giugno. Poiché è probabile che influenza e COVID-19 circoleranno assieme questo inverno, occorrerà non soltanto difendere i soggetti più vulnerabili, ma anche procedere assai più precocemente e capillarmente con la vaccinazione di bambini e adolescenti, tradizionalmente grandi diffusori dei virus influenzali. In quest’ottica, quest’anno il Ministero ha ampliato la finestra temporale della campagna ad inizio ottobre, estendendo l’offerta gratuita del vaccino a tutti i soggetti di età compresa tra 60 e 64 anni (oltre agli over65), ed aggiungendo raccomandazioni anche per i bambini dai 6 mesi a 6 anni e per gli operatori sanitari. Nonostante nell’altro emisfero l’influenza ha avuto un’incidenza molto bassa bisogna fare uno sforzo per tenere la guardia alta”, ha spiegato Carlo Signorelli, professor of Hygiene, Director School of Public Health, University San Raffaele, Milano.

“Nella società attuale i costi sanitari incidono in modo importante sulle risorse economiche di una nazione e tali costi spesso sono dovuti alle cure e alla prosecuzione delle cure di cittadini affetti da patologie di cui sono responsabili l’ambiente, gli stili di vita, il patrimonio genetico ed altri fattori su cui non sempre si può intervenire. Nell’ambito delle malattie infettive un capitolo fondamentale è la prevenzione che ne evita la loro comparsa, possibile per alcune di esse con la vaccinazione. La prevenzione vaccinale mai come nel momento attuale di pandemia da covid-19 è diventata un caposaldo di benessere, tant’è che stiamo aspettando con grandi aspettative e nel minor tempo possibile il vaccino contro il coronavirus. Non dobbiamo dimenticarci, e spesso lo si è fatto o discusso, il ruolo della prevenzione vaccinale nelle altre patologie prevenibili con vaccino e a disposizione abbiamo un Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale che nella sua ultima versione (2017-2019) pone il nostro paese all’avanguardia nel mondo. Da più parti e per più tempo si ricorda come i vaccini siano secondi solo alla potabilizzazione delle acque in termini di riduzione della mortalità umana, e considerati il più efficace degli interventi in campo medico mai scoperti dall’uomo, giacché offrono una protezione individuale verso la malattia infettiva con diminuzione di morbilità e mortalità, intervengono nella protezione della collettività con la immunità di gregge che permette la riduzione della circolazione dei microrganismi patogeni e incidono sulle risorse economiche della comunità garantendo risparmi potenziali sui costi sociali della malattia infettiva. La cultura della vaccinazione e l’offerta di essa al cittadino in modo puntuale e ben organizzato fanno della prevenzione vaccinale un investimento certo nella società civile”, ha detto Fulvio Bonetti, MMG ATS Monza Brianza già Componente Tavolo Vaccini Regione Lombardia.

“In corso di pandemia, la prevenzione vaccinale di tipo attivo risulta essere di maggior importanza e le campagne vaccinali regionali devono essere programmate per tempo sia in termini di acquisto di dosi, sia in termini di distribuzione che di accordi con i medici di medicina generale che, grazie alla relazione stretta che hanno con i propri assistiti, possono essere forti promotori della campagna vaccinale ed aumentare le coperture vaccinali stesse sia per il vaccino antiinfluenzale che per quello anti pneumococco. Questo è di fondamentale importanza sempre, ma soprattutto in corso di una pandemia, quando i sintomi dell’influenza possono essere confusi con l’infezione di COVID-19 o, ancor peggio, l’influenza o la polmonite da pneumococco possono complicare ’infezione di COVID-19 stessa”, ha dichiarato Gabriella Levato, medico di medicina generale di Milano.

Giorgia Palmas e Filippo Magnini annunciano: “E’ nata Mia”

Pubblicato il 26 Set 2020 alle 6:16am

«Oggi è un giorno meraviglioso perché tu amore nostro infinito sei arrivata tra di noi». Inizia con queste parole il post su Instagram, di Giorgia Palmas che annuncia la nascita della figlia Mia, frutto dell’amore con il compagno Filippo Magnini. «È stata un’avventura meravigliosa averti portato in grembo per nove mesi, ho imparato a conoscere tutti i tuoi movimenti e abbiamo passato il tempo a immaginarti, a sognarti ma mai avremmo potuto immaginare il momento in cui i nostri occhi avrebbero incrociato i tuoi — prosegue l’ex velina e oggi conduttrice —. Siamo colmi di gioia e di emozione e ti amiamo da morire. Sei vita pura, sei il dono più grande che io, tuo papà e tua sorella potessimo mai desiderare». Nella foto, a colori, si legge chiaramente il nome scelto dai genitori per la bambina e si vede un parte del viso della neonata insieme con la sua mano.

La stessa foto postata anche da papà Magnini che ha ribadito la gioia immensa per la venuta al mondo della piccola Mia, che pesa 3,6 chili.

Fico: frutto di fine estate, alleato numero uno di bellezza

Pubblicato il 26 Set 2020 alle 6:11am

Il fico con la sua infinita dolcezza ci aiuta a dire addio all’estate ma grazie anche alle sue golose caratteristiche risveglia la nostra pelle e la protegge dai primi freddi.

Questo prezioso frutto oltre a contenere sali minerali importanti per il nostro organismo come potassio, calcio, e ferro è un valido alleato per la “beauty routine” della pelle per via del suo ricco contenuto di proprietà antiossidanti e rigeneranti. Grazie alla elevata presenza di vitamine A e del gruppo B favorisce idratazione cutanea e contrasta l’invecchiamento e lo stress ossidativo della cute che uscendo stanca dai raggi solari estivi, cerca forza ed energia per ripartire in autunno.

La consistenza della sua polpa permette di essere facilmente utilizzabile nella cosmesi per creare maschere e scrub e usufruire così dei suoi prodigiosi benefici.

 Maschera viso 

Dopo aver tolto la buccia esterna del fico, per una maschera vanno bene due fichi, schiacciate la polpa con una forchetta e aggiungete qualche cucchiaino di olio di mandorle dolci o olio di argan che daranno elasticità alla pelle.

Stendete la maschera sul viso e rilassatevi per dieci minuti aspettando il suo effetto benefico. Unendo la polpa con questi tipi di oli otterrete così un “ booster” di risveglio della pelle che dona luminosità, è antiage, rigenerativa ed emolliente.

Questa stessa maschera può essere utilizzata anche sulle mani.

 Scrub viso e corpo

 Il fico è uno scrub naturale grazie la presenza dei semini contenuti all’interno di esso.

In una ciotola mescolate la polpa con un cucchiaio di zucchero di canna e olio di mandorle dolci, si creerà una specie di “gommage”. Massaggiate il tutto nelle zone di interesse facendo attenzione alla pelle del viso più delicata ( per il viso potete sostituire lo zucchero di canna con quello normale essendo più fine). Questo scrub aiuta ad eliminare le cellule morte e prepara la pelle per i trattamenti successivi.

Adesso siamo pronte a ripartire!

di Francesca Curri

 

Photo Credit deanatura.it

L’attività fisica raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità a seconda dell’età

Pubblicato il 26 Set 2020 alle 6:02am

L’inattività fisica è identificata, su scala mondiale, come uno tra i primi fattori di rischio per la mortalità. Infarto, diabete e altre malattie molto severe. Non a caso, è stato conferito il mandato all’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità) per la promozione dell’attività fisica. E le linee guida indispensabile per individuare quella più mirata, l’intensità e la durata a seconda dell’età.

Ma vediamo quali sono le attività fisiche raccomandate dall’OMS a seconda dell’età.

Partiamo dal presupposto che i tempi consigliati per praticare esercizio fisico, inteso, variano dai 30 ai 60 minuti giornalieri. Pertanto, mentre per i bambini/ragazzi può essere indicato un lasso di tempo di attività fisica pari a 60 minuti giornalieri, per un adulto in salute l’obiettivo muta in 150 minuti settimanali. Resta inteso che tale monte ore sarà suddiviso in sessioni più brevi distribuite nel corso della settimana.

Per cui, ad esempio, i bambini per raggiungere l’obiettivo di 60 minuti di attività fisica giornaliera, potranno dedicarvisi in due distinti periodi di 30 minuti. Gli adulti potranno raggiungere l’obiettivo di 150 minuti settimanali, praticando 30 minuti di attività fisica cinque volte a settimana.

E’ quindi consigliabile, specie, nelle fasi di iniziale approccio alla pratica fisica, una certa moderazione. Soltanto dopo che si sarà presa una certa dimestichezza e familiarità con certi esercizi fisici.

Sarà possibile infatti, progredire ma sempre in maniera graduale. Fino poi ad arrivare, a seconda dei casi, a livelli più intensi di attività fisica.

Tipi di attività Volendo attribuire una categoria alle diverse tipologie di attività fisica, si possono evidenziare due macro aree. Costituiscono esempi di attività fisica moderata, la camminata veloce, il ballo, ma anche lo svolgimento dei lavori domestici. Mentre correre, pedalare e nuotare velocemente, come anche spostare carichi pesanti, rientrano tra le attività fisiche di carattere più intenso.

Parigi, attacco vicino ex sede Charlie Hebdo: 4 feriti. Fermate 7 persone sospettate

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 9:57pm

 A Parigi in  un attentato con arma bianca, avvenuto nei pressi della ex redazione di Charlie Hebdo, quattro persone sono rimaste ferite, due in gravi condizioni. Fermati due sospettati vicino alla Bastiglia. I due sospettati sono in stato di fermo ed è stata aperta un’inchiesta per tentato omicidio a scopo terroristico.

Il principale autore dell’attentato di oggi è un pachistano di 18 anni, conosciuto dalla polizia per reati comuni. Non ha precedenti, però, per radicalismo islamico. Con lui – riferisce la procura – è stato fermato anche  un uomo di 33 anni il cui ruolo resta però da definire. Oltre loro, questa sera fermate altre 5 persone che vengono interrogate insieme all’autore dell’attentato, e del presunto complice algerino.

Il ministro dell’Interno francese, Gerald Darmanin, commentando l’attentato di oggi davanti all’ex redazione di Charlie Hebdo ha detto:

“Si tratta, chiaramente, di un atto di terrorismo islamista. E’ un nuovo sanguinoso attacco torno il nostro paese, contro dei giornalisti”.

Darmanin è poi passato ad una dura autocritica al prefetto per non aver sufficientemente protetto il sito dove nel 2015 fu perpetrato l’attentato a Charlie Hebdo: “ho chiesto al prefetto di dirci perché abbiamo sottovalutato la minaccia in quella strada – ha detto il ministro dell’Interno alla tv pubblica France 2 – quando c’è un attentato significa sempre che avremmo potuto fare meglio, ovviamente. Ma sono 4 anni che Charlie Hebdo non è più lì. E ci sono 775 poliziotti che proteggono il sito di Charlie Hebdo e altri siti che non posso indicare”. I nuovi fermi appena effettuati riguardano cinque uomini fra i 37 e i 24 anni. Secondo fonti vicine all’inchiesta, sono stati fermati a Pantin, nella Seine-Saint-Denis, banlieue nord di Parigi, durante una delle perquisizioni nei presunti luoghi in cui l’autore dell’attentato di oggi ha risieduto di recente.

 

Debutta il Virtual Showroom di Camera Nazionale della Moda Italiana

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 6:00am

In occasione della Milano Fashion Week fa il suo debutto il Multibrand Virtual Showroom di Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI). Il progetto, che si inserisce tra le novità del Digital Fashion Hub, la piattaforma esperienziale realizzata da Accenture e Microsoft per CNMI, è stato concepito e realizzato sotto la guida di Accenture, con la collaborazione di Hevolus Innovation che ne ha curato l’ideazione del concept architettonico e l’implementazione tecnologica web/XR, sfruttando tutte le potenzialità delle soluzioni Cloud e dell’Intelligenza Artificiale di Microsoft.

 

Camera Nazionale della Moda, insieme ad Accenture, Hevolus e Microsoft offre oggi un nuovo ambiente virtuale che arricchisce la presentazione della MFW. In un momento storico di grande cambiamento che vede il settore moda aprirsi al digitale per aumentare le occasioni di engagement, Camera Nazionale della Moda Italiana punta, infatti, a innovare i format di presentazione delle collezioni, facendo leva per la prima volta sulla virtualizzazione di outfit e showroom espositivi.

 

Il virtual showroom vanta due contenitori espositivi accessibili dalla piattaforma digitale di CNMI: Fashion Hub Market e Designers for the Planet, il primo volto a promuovere sette brand emergenti del Made in Italy: Gentile Catone, Salvatore Vignola, DassùYAmoroso, Daniele Carlotta, Roni Studios, C’est la V, Francesca Marchisio e declinato sul tema di una nuova artigianalità nella moda; il secondo, invece, a celebrare sei designer impegnati sul tema della moda sostenibile: Fantabody, flavialarocca, Tiziano Guardini, BavTailor, Yatay, and Silvia Giovanardi. Spazi architettonici fotorealistici dall’atmosfera metafisica ispirata a De Chirico sono l’elegante ambiente virtuale all’interno del quale muoversi e scoprire le collezioni in forma di riproduzione digitale 3d ad altissima definizione: connubio perfetto tra progettazione architettonica digitale e implementazione tecnologica innovativa.

 Da un punto di vista tecnico, il progetto si basa su un alto livello di architettura digitale in 3d, cloud computing e un efficace utilizzo della tecnologia di realtà mista. La piattaforma AR/VR, infatti, garantisce un’esperienza fluida e coinvolgente: è leggera, sicura e sin da subito fruibile su tutti i tipi di device, fissi e mobili, ed è stata predisposta per un futuro utilizzo anche con Microsoft HoloLens2, in modo da sfruttare tutte le funzionalità più avanzate delle piattaforme Cloud e AI di Microsoft. Agevole e intuitiva l’interazione con gli outfit esposti: in pochi clic è possibile cambiare l’outfit sul manichino e apprezzarne i dettagli da ogni punto di vista circostante; all’interno dello spazio architettonico digitale ci si può muovere liberamente, anche scoprendo informazioni sui designer.

Photo Credit Beyond The Magazine

Bruce Springsteen: da ieri disponibile in digitale il brano “Ghosts”, anticipo del disco in uscita il 23 ottobre

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 6:00am

Dal 24 settembre, è disponibile in digitale “Ghosts”, il secondo brano di BRUCE SPRINGSTEEN estratto dall’attesissimo nuovo album inedito “LETTER TO YOU”, in uscita il 23 ottobre e realizzato insieme alla E Street Band.

 Il nuovo brano è accompagnato anche dal videoclip ufficiale visibile al seguente link: https://brucespringsteen.lnk.to/GhostsPS

Diretto da Thom Zimmy, vede alternarsi filmati della E Street Band che lavora in studio a “Letter To You”, immagini di repertorio di vecchi concerti, e istantanee d’archivio dei primi anni di carriera  Springsteen, quando suonava in band locali come i The Castiles.

 “Ghosts è un brano che fa emergere la bellezza e la gioia di essere in una band, e il dolore che scaturisce dalla perdita di qualcuno a causa di una malattia o del tempo”, spiega Springsteen“Ghosts cerca di parlare direttamente allo spirito della musica, qualcosa che non appartiene a nessuno di noi ma che può solo essere scoperto per poi essere condiviso insieme. Questo spirito risiede nell’anima comune della E Street Band, alimentato dal cuore”.

 Il brano segue la pubblicazione della title track “Letter To You” che dà il nome al ventesimo album in studio dell’artista, un disco rock, caratterizzato dall’inconfondibile sound della E Street Band, e registrato nella casa di Bruce Springsteen in New Jersey.

“Letter To You” conterrà 12 tracce9 brani scritti recentemente da Springsteen, e 3 leggendarie composizioni degli anni ’70 finora inedite: “Janey Needs a Shooter,” “If I Was the Priest,” e “Song for Orphans”.

La tibia di un bambino guarita grazie a innesto osseo 3D a Saint-Luc, una prima mondiale

Pubblicato il 25 Set 2020 alle 6:00am

 

I chirurghi delle cliniche universitarie Saint-Luc hanno riparato l’osso tibiale di un bambino di 5 anni con l’impianto di un innesto osseo di 18 cm. Si tratta di una prima mondiale nel campo della chirurgia ortopedica.

Il bambino ha una mancata unione congenita della tibia, una malattia rara e invalidante che impedisce la guarigione da una tibia rotta. I chirurghi delle cliniche Saint-Luc hanno quindi utilizzato la tecnologia dello spin-off UCLouvain Novadip Biosciences per innestare il giovane paziente con un impianto di tessuto 3D di oltre 18 cm³. “L’innesto, che potrebbe essere paragonato a una sorta di plastilina, viene impiantato direttamente nella frattura non cicatrizzante”, precisa l’università. “Un anno dopo l’impianto, i risultati mostrano un rimodellamento osseo sufficiente per consentire al paziente di camminare senza dolore e senza apparente recidiva della malattia”.

 

A due anni dall’operazione, il bambino cammina normalmente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. Questa “terapia cellulare tridimensionale” sta mostrando risultati molto promettenti per il trattamento di rari disturbi ortopedici pediatrici. afferma l’università. L’azienda Novadip si propone di trovare nuove soluzioni per la ricostruzione del tessuto osseo nei pazienti per i quali non è previsto alcun trattamento.

Gli scienziati si concentrano ora anche sulla guarigione dei tessuti danneggiati ripristinandone la naturale fisiologia.

Photo Credit Assocarenews.it

Cyberbullismo: prevenzione, gestione e strategie per contrastare un fenomeno digitale sempre più frequente

Pubblicato il 24 Set 2020 alle 6:05am

Dottori.it, portale leader in Italia per la prenotazione di visite mediche specialistiche, ha chiesto al dott. Mauro Schiavella, psicologo, psicoterapeuta e Manager della Ricerca presso l’Università di Milano Bicocca, di fornire alcune indicazioni per comprendere il cyberbullismo e riuscire a intervenire in tempo.

(altro…)