ottobre 20th, 2020

Il profilo genetico del tumore per la nuova terapia

Pubblicato il 20 Ott 2020 alle 6:08am

Oncologia 2.0: la profilazione genomica guida la nuova era della lotta contro i tumori, dal modello istologico al modello mutazionale L’oncologia entra così in una fase nuova: uno studio tissutale del tumore e la profilazione genomica. Il modello istologico si affianca pertanto al “modello mutazionale”, che cambia la governance dei nuovi farmaci oncologici. Il nuovo test Next Generation Sequencing (NGS) analizza sino a 300 mutazioni geniche in una singola analisi.

L’alta complessità di gestione del modello mutazionale prevede Molecular Tumor Board (MTB) altamente integrati. Le mutazioni genetiche nei tumori cambiano l’approccio terapeutico. Il carcinoma del polmone e il carcinoma midollare della tiroide diventano il paradigma di strategiche e opportunità di cura.

In aggiunta, dall’impetuoso sviluppo della genomica scaturiscono nuove esigenze che impongono un continuo adeguamento del quadro di riferimento normativo, che richiede lo sviluppo di politiche orientate sui pazienti e quindi anche la conseguente responsabilizzazione delle Associazioni dei malati e l’integrazione dei loro punti di vista nei processi di regolamentazione. La medicina di precisione rappresenta oggi un salvavita e pertanto ogni ritardo regolamentare, infrastrutturale e organizzativo deve far riflettere Governo, Ministeri competenti e Regioni sulle rispettive responsabilità che vanno assumendosi.

Federica Panicucci a Verissimo: “Non ho superato il dolore… “

Pubblicato il 20 Ott 2020 alle 5:21am

Federica Panicucci scoppia in lacrime a Verissimo intervistata da Silvia Toffanin: «Ci sono momenti in cui devi attraversare il dolore». Sabato scorso la conduttrice di Mattino 5 è stata ospite a Verissimo per presentare il suo nuovo libro dal titolo “Il coraggio di essere felice”. Federica Panicucci ha parlato a cuore aperto della sua vita privata, toccando temi molto intimi.

La conduttrice ricorda ha ricordato la perdita del suo papà, dicendo di non averla ancora superata. «Ci sono dei momenti – dice la Panicucci in lacrime – in cui non riesci a essere positiva nel dolore. Devi viverlo quel dolore, attraversarlo e andare oltre. La vita ti dà dei doni ogni giorni, devi avere la capacità di coglierli, anche se il dolore riaffiora».

La conduttrice di Mattino 5 parla poi della separazione da Mattia Fargetta. «Come tutti i momenti di cambi di vita non sono mai facili. Serve un rispetto l’uno per l’altro forte e l’amore per i tuoi figli. È il tratto distintivo che devono avere due genitori quando decidono di separare le loro strade».

Panicucci conclude dicendo che il suo nuovo compagno Marco Bacini la fa sentire importante e bellissima anche nei momenti no.

«Noi donne meritiamo uomini che ci guardino sempre con occhi innamorati. Che ci dicano che siamo belle anche nei nostri momenti peggiori. Lui lo fa. Quando ci sposeremo, verremo qui a Verissimo a dirlo».